Corsi e ricorsi storici (della breve era Mihajlovic…) in questa giornata di serie A. Anche se la partita che due anni fa era costata l’Europa League al Milan si era giocata a Reggio Emilia, più o meno nello stesso periodo.

Da allora i neroverdi hanno lasciato le zone alte della classifica per tornare “sulla terra” e lottano per salvarsi, mentre il Milan tenta pian piano di rientrare nel lotto delle prime in classifica. Anche se il -8 dall’Inter, incassato soprattutto nel girone di andata, lascia pochissime speranze di Champions. L’infortunato Conti e Gomez gli unici esclusi dalla lista convocati in cui rientra Biglia dopo la squalifica. 4-3-3 confermato per Gattuso con: G. Donnarumma; Calabria, Bonucci, Romagnoli, Rodriguez; Kessié, Biglia, Bonaventura; Suso, Cutrone, Calhanoglu. Montolivo e Borini in lizza per una maglia con Bonaventura in caso di turnover, un altro ballottaggio possibile è tra Cutrone e Silva.

Iachini risponde con un 3-5-2. Consigli; Peluso, Acerbi, Dell’Orco; Lirola, Mazzitelli, Sensi, Missiroli, Rogerio; Babacar, Politano. Recuperato tra i convocati in extremis Berardi che dovrebbe partire dalla panchina; fuori Goldaniga e gli squalificati Adjapong e Magnanelli. Due gli ex tra i neroverdi, Acerbi e Alessandro Matri. Buoni risultati finora dagli altri campi, a parte lo 0-2 della Fiorentina in casa della Roma con cui i viola si riportano a -1 dal Milan.  Fischio d’inizio alle 20.45, arbitro Pairetto con il duo Mazzoleni-Tasso al Var. Torino-Inter (tra poco) e Udinese-Lazio delle 18 le partite da tenere d’occhio per le posizioni europee.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014