Settimana difficile per il Milan, in cui prosegue il ritiro punitivo post disfatta di Verona. Atalanta, poi derby di Coppa Italia e poi Fiorentina: sette giorni non per cuori deboli, specie nelle nostre condizioni attuali.

Fischio d’inizio alle 18.00 per quello che di fatto è un posticipo, anche se di sabato e all’antivigilia di Natale. Ultimo scontro diretto con l’Atalanta, un 1-1 che di fatto aveva consegnato ai rossoneri la qualificazione in Europa League. Da allora gli orobici non hanno più Kessié e Conti, passati proprio al Milan. La squadra di Gasperini sta letteralmente volando in Europa mentre soffre un po’ di più il campionato, doppia fatica invece per il Milan. Senza gli squalificati Romagnoli e Suso, si rivedono tra i convocati Calhanoglu e Gomez.

4-3-3 probabile, con Calhanoglu adattato a sinistra. Il rischio è di soffrire parecchio contro esterni veloci. G. Donnarumma; Abate, Zapata, Bonucci, Rodriguez; Kessié, Montolivo, Bonaventura; Borini, Kalinic, Calhanoglu il probabile undici. 3-4-1-2 per Gasperini con: Berisha; Toloi, Caldara, Masiello; Hateboer, Cristante, Freuler, Spinazzola; Ilicic; Petagna, Gomez. Arbitra Fabbri di Ravenna, al Var il duo Rocchi-Di Liberatore nella giornata che ha visto ieri la vittoria della Fiorentina (0-1 a Cagliari), nel pomeriggio in campo Sassuolo-Inter e Napoli-Sampdoria in attesa del big match serale Juve-Roma.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014

  • Mario De Magistris

    Penso si sia arrivati alla resa dei conti. La grande curiosità è di vedere chi farà scendere in campo realmente Rino . Gli esperimenti sono finiti e Gattuso avrà lanciato il ‘ringhio di guerra’: – chi mi ama mi segua- Vedremo se in campo scenderanno quelli di Benevento e Verona oppure se scenderà in campo il vero Milan!