Siamo già al terzo incrocio stagionale per quanto riguarda Juve-Milan. Un classico del calcio italiano che ormai per più d’uno è diventato il vero derby d’Italia; ma stavolta i bianconeri avranno il fattore campo a favore.

Due sfide già tenute quest’anno, quella di campionato vinta 1-0 dai rossoneri con annesse polemiche per la rete di Pjanic (l’arbitro non è più la scusa dei perdenti) e la finale di Supercoppa vinta sempre dal Milan ma ai calci di rigore. Nel mezzo, una mezza crisi in campionato proprio per il Milan che ha visto scappare il terzo posto lunedì scorso; oltre al desiderio di rivalsa bianconero che di certo ci sarà. Due fattori che probabilmente fanno pendere la bilancia verso la Juve, che negli ultimi anni in Coppa Italia ha sempre avuto la meglio: nel 2012 con la doppia sfida di semifinale, l’anno dopo ai quarti e la scorsa stagione in finale al 117′.

Fuori Buffon e Marchisio, tutti gli altri ci sono e la squadra di casa dovrebbe schierarsi così. Neto; Lichtsteiner, Barzagli, Bonucci, Alex Sandro; Sturaro, Rincon; Cuadrado, Pjanic, Dybala; Mandzukic. Attacco stellare, manca probabilmente qualcosa in mediana (era così anche negli anni allegriani al Milan). Spazio agli assenti di lunedì nel Milan che si schiera con: Donnarumma; Abate, Romagnoli, Zapata, Calabria (Antonelli); Kucka, Locatelli, Bertolacci; Suso, Bacca, Bonaventura. Convocato il neo arrivato Deulofeu mentre sono fuori Ely e Niang, vicini alla cessione; si rivede Fernandez. Appuntamento alle 20.45 (diretta su Rai 1).

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014