I parenti riuniti, la tavola apparecchiata.
Le candele rosse, accese.
Lo scambio dei doni e il presepe che si accende.
E’ il momento del primo. Tagliatelle alla bolognese.
DALLO STADIO DALL’ARA DI BOLOGNA, BOLOGNA – MILAN
IL PRANZO DI NATALE!

https://i2.wp.com/www4.pictures.zimbio.com/gi/Bologna+FC+v+AC+Milan+Serie+A+dhjgqqfoOfwl.jpg?resize=340%2C225Stadio dall’Ara, ore 12.30. E venne la volta del Milan, ultima big a giocare l’anticipo (si spera unico nella stagione) di mezzogiorno e mezzo. Si va a Bologna, campo ancora imbattuto dove già Inter e Juventus hanno lasciato punti. Si va contro una squadra ancora imbattuta in casa dove ha vinto le ultime 3 gare disputare contro Brescia, Lecce e Chievo ed è reduce da sei punti consecutivi, dato il 2-0 di Cesena. E’ una squadra che fa della difesa il suo punto di forza, essendo quella che nel nostro campionato lascia più supremazia territoriale all’avversario. Dei 20 gol incassati dalla formazione Bolognese, infatti, solo 3 sono stati subiti al dall’Ara e 17 fuori dalle mura amiche. Su di noi pericolo diffide: sabato prossimo mentre altri si giocheranno l’ex trofeo dell’amicizia infatti noi avremo il derby fondamentale con la Roma. Ibra su tutti anche se lo svedese è più necessario in una partita come questa che in quella di settimana prossima. I tre punti ci farebbero passare il natale in testa come non ci capita dal 2004. Ma soprattutto ci farebbero guadagnare molto dietro, causa principale lo scontro diretto di questa sera tra Lazio e Juventus. Meglio per noi che vinca la Lazio. Continuo a pensare che se i biancocelesti hanno la forza di mettere in difficoltà qualche big (non noi, dato che hanno fatto gol all’unica loro azione della gara con l’uomo a terra) hanno difficoltà contro le squadre che si chiudono, 7 punti persi tra Parma, Cesena e Catania sono troppi, specie se ravvicinati e quindi non sono una squadra da titolo.

FORMAZIONI – L’orario è sicuramente un’incognita, e lo pensa anche Allegri, per una squadra che è sempre stata fatta giocare dalla Lega calcio non prima delle 18, tranne in una occasione contro il Bari. Fuori Flamini e Thiago Silva (per demeriti unici dell’allenatore). Yepes dovrebbe riposarsi dopo la prova di mercoledì e dovrebbe giocare Bonera al centro della difesa (finalmente Allegri ha capito che non è un terzino?). Le brutte notizie arrivano dal centrocampo dove si rivedranno insieme Pirlo e Seedorf con Gattuso e Ambrosini (anche lui a rischio diffida). Confermati, per ovvi motivi, Ibra e Robinho davanti. A Nesta il compito di limitare Di Vaio, in grande vena realizzativa. I nostri risultati in trasferta non sono esaltanti, una vittoria oggi ci porterebbe a 17 punti lontano da San Siro, superando i 15 della Juventus, attuale leader. Niente scherzi, se giochiamo come sabato si deve vincere, possibilmente largo.

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.