Mani salde sul manubrio, la strada è pulita
Non guardare dietro
Non rialzarti sul sellino, o arriva il gruppo
A te la scelta… fermati e aspettali…
o LASCIALI PERDERE!
DALLO STADIO SAN SIRO IN MILANO MILAN – FIORENTINA:
LA FUGA CONTINUA?

https://i2.wp.com/multimedia.quotidiano.net/data/images/gallery/2009/10866/pato.JPG?resize=282%2C200San Siro, ore 20.45. Davanti. Prima e dopo il derby. Rotta l’imbattibilità interna dell’Inter che durava da 46 partite. Tre vittorie in 8 giorni, non ci capitava di fare bottino pieno da una vita. Capolista solitaria per due giornate. Non ci capitava dal 2004. Ma andiamoci piano, non abbiamo ancora vinto nulla, anche se ora siamo i favoriti per farlo. E non siamo ancora usciti dal periodo delle partite complicate. Va in scena oggi la prima delle ultime due, in casa contro la Fiorentina. Una gara che ultimamente ci ha detto quasi sempre bene.

Ripensando allo scorso campionato è cambiato tutto. Era la gara per rimanere terzi, dopo aver compromesso lo scudetto per colpa dei problemi di Nesta e Pato. La differenza l’ha fatta Ibrahimovic, che ha trovato finalmente la squadra giusta per cominciare a essere decisivo nelle gare che contano. Ha sbagliato solo l’andata col Real e la partita di Cesena, ma l’ha fatto anche il resto della squadra. Siamo terribilmente aggrappati allo svedese, con la consapevolezza di poter perdere tutto in caso di infortunio dello stesso. Partita che conta è anche stasera contro una Fiorentina che è in ripresa ma che come il Palermo non rappresenta uno scoglio invalicabile. La Lazio va a Parma, in una trasferta difficile ma non impossibile. Sì, la Lazio. In attesa che qualcuno emerga dal gruppone ora bisogna pensare a loro, che non sono a -6, non sono a -7 ma solo un punto dietro. Guai a non prenderli sul serio. Le potenzialità per un campionato di vertice le hanno.

Formazioni: Squalificato Abate giocherà Bonera o Zambrotta come terzino. Il centrocampo sarà il solito delle ultime partite, quello tutto muscolare, dato che Pirlo resta a Milanello per riposo precauzionale. Seedorf trequartista, Ibra punta, accanto a lui ballottaggio Robinho-Ronaldinho che, nonostante le notti brave, potrebbe comunque giocate causa emergenza in attacco. Ma è ora che il brasiliano capisca che i fuoriclasse al Milan sono i benvenuti, i pesi morti no.

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.