Dei Sette Vizi Capitali, l’Orgoglio è il peggiore. Rabbia, Avarizia, Invidia, Lussuria, Accidia, Gola – riguardano il rapporto degli uomini tra di loro e con il resto del mondo.
L’Orgoglio, invece, è assoluto. È la rappresentazione della relazione soggettiva che una persona intrattiene con se stessa. Quindi, tra tutti, è il più mortale.
L’Orgoglio non ha bisogno di un oggetto di cui essere orgogliosi. È narcisismo portato all’estremo.
L’Orgoglio è del cervello, non del cuore.
L’Orgoglio è forse la forza dei pazzi.
L’Orgoglio è la voglia di decidere da soli quando su di te incombe una monetina. E allora, Azzurri, ricordatevi chi siete: fuori l’Orgoglio.
DALL’ELLIS PARK DI JOHANNESBURG ITALIA-SLOVACCHIA: convinceteci o andate a casa!

https://i2.wp.com/www.apcom.net/bin/content_3/TopNews/imgs/C_3_TopNews_91209_foto.jpg?resize=411%2C274Ci siamo. Alle 16.00 in punto, come al solito, come sempre, tutta l’Italia si fermerà per l’ultima, decisiva, partita della nazionale. Ci si aspettava. E’ cominciata già ieri questa partita, con la conferenza stampa di Marcello Lippi. “Quello che vogliamo arriverà“, ha dichiarato il CT. Ma non ci sono alternative. O arriva oggi, o si va a casa. E se quattro anni fa si tornava tra gli applausi, questa volta saranno solamente pomodori e uova marce. L’Italia ha sempre superato il girone eliminatorio dal 1974. Uscire con questo girone, dichiarato da tutti il più facile del mondiale, sarebbe un fallimento completo. Il nostro destino è ancora in mano a noi. Battendo la Slovacchia siamo qualificati con qualsiasi risultato. Possiamo passare anche pareggiando se la Nuova Zelanda perde, o pareggia segnando meno gol di noi. In caso di pareggio con lo stesso numero di gol, sarà la monetina, alle 19.00 al Soccer City a decidere chi passerà il turno. Una fine che sarebbe quasi comica, per non dire di peggio.

FORMAZIONI – La buona notizia è che il Gila dovrebbe partire dalla panchina. Fossi in Lippi un SMS di scuse a Borriello per avergli preferito tale giocatore glielo invierei. Le chiavi dell’attacco saranno affidate a Iaquinta e Di Natale oppure Quagliarella. Bocciato ancora Pazzini, presente ancora Cannavaro. Se siamo in questa situazione il 50% del (de)merito è anche suo. Bocciato invece Marchisio: a centrocampo saranno Gattuso, De Rossi e Montolivo. Pirlo non dovrebbe farcela. Peccato, perché il suo apporto potrebbe essere decisivo. In casa Slovacca da tenere d’occhio principalmente Skrtel e Hamsik. Per il resto squadra onesta, che non può e non deve impensierirci. Obiettivo vincere, possibilmente largo, sperando in buone notizie da Polokwane. Già perché ci sarebbe la possibilità remota di andare a vincere il girone, in caso di non vittoria del Paraguay e ripartire poi nella fase ad eliminazione diretta come se non fosse successo nulla.

LE PROBABILI FORMAZIONI DI SLOVACCHIA-ITALIA:

Mondiali Sud Africa 2010: il giorno di Slovacchia-Italia  (diretta Rai1 e Sky)SLOVACCHIA (4-5-1):
1 Mucha, 22 Petras, 3 Skrtel, 16 Durica, 2 Pekarik, 7 Weiss, 20 Kopunek, 17 Hamsik, 6 Strba, 9 Sestak, 11 Vittek. (12 Pernis e 23 Kuciak portieri, 5 Zabavnik, 4 Cech 8 Kozak, 21 Salata, 14 Jakubko, 15 Stoch, 10 Sapara, 18 Jendrisek, 13 Holosko, 19 Kucka). All. Weiss.

Mondiali Sud Africa 2010: il  giorno di Slovacchia-Italia (diretta Rai1 e Sky)ITALIA (4-3-3): 12 Marchetti, 19 Zambrotta, 5 Cannavaro, 4 Chiellini, 3 Criscito 8 Gattuso, 6 De Rossi, 22 Montolivo, 7 Pepe, 9 Iaquinta, 10 Di Natale (18 Quagliarella). (14 De Sanctis, 2 Maggio, 23 Bonucci, 13 Bocchetti, 17 Palombo, 16 Camoranesi, 21 Pirlo, 15 Marchisio, 11 Gilardino, 20 Pazzini, 18 Quagliarella o 10 Di Natale). All. Lippi.

PRECEDENTI E ARBITRO – Un solo precedente tra le due squadre: 28 Gennaio 1998, amichevole, a Catania. 3-0 per l’Italia di Cesare Maldini, con autogol di Timko e reti di Del Piero e Di matteo. Arbitra Webb, è lo stesso della finale di Champions League.

ALTRE PARTITE – Come già detto alle 16.00 a Polokwane scenderanno in campo Nuova Zelanda e Paraguay. Occasione irripetibile per i Sudamericani: con un pari si qualificano, con una vittoria vincono il girone. Questa sera invece c’è un vero e proprio sedicesimo di finale, tra Giappone e Danimarca: chi vince passa il turno. Inutile il match tra Olanda e Cameroon con gli africani già fuori. L’Olanda potrebbe anche garantirsi il primato nel girone perdendo, se il Giappone non vince con due gol di scarto. Insomma, Olanda prima nel girone. Ecco perché per continuare il nostro mondiale con successo bisogna sperare nelle buone notizie da Polokwane. E anche qui, in caso di vittoria con lo stesso numero di gol, il sorteggio sarebbe meno pesante, sarebbe solamente per il primo posto.

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.