A sei anni di distanza il Milan torna a sbancare l’olimpico di Roma e lo fa con un Ibrahimovic che torna trascinatore. Ne esce una partita che applica la crudele legge del calcio: la Roma ha giocato, noi abbiamo vinto. Non può non essere un caso quindi – ad esempio – che i tre gol siano arrivati tutti e tre di testa contro una squadra che fa del gioco palla a terra il proprio credo.

Dalla partita di Roma portiamo a casa il primo posto temporaneo, una striscia di quattro vittorie consecutive – cinque contando quella in Champions col Bate – che nessuno in campionato ha ancora realizzato e che ci hanno fatto scalare in fretta la classifica. Ci portiamo un Aquilani che si inserisce sempre più nel centrocampo della squadra e un Cassano che dalla panchina riesce a dare l’impatto vincente.

Non mi è piaciuta invece la prestazione di Boateng – una tripletta a Lecce non basta per prendere un posto da titolare nel Milan in quel ruolo – data la concorrenza di Robinho, Cassano e Seedorf in rigoroso ordine di preferenza. Seconda espulsione ingenua per lui, evitabile, considerata la fede dell’arbitro di oggi – che non ci ha regalato nulla, consentendo alla Roma di continuare a praticare il proprio gioco alla Barcellona – gioco che in Italia evidentemente non funziona. Non basta fare possesso e dominare a larghi tratti la partita per vincerla se per fare questo si concedono ampi contropiedi agli avversari (Robinho e Nocerino sciupano un gol già fatto a testa – il primo ingenuamente tirando da metà campo in situazione di 2 vs 1).

Rimane comunque importante il segnale dato – anche oggi – dai tre gol segnati che portano lo score a quattordici in quattro partite, portando Ibrahimovic a quota quattro, di nuovo capocannoniere della squadra con sei reti all’attivo tra campionato e Champions League. Basterà sistemare una difesa dove Thiago Silva oggi rasenta la sufficienza cominciando a giocare solo dopo dieci minuti di gara, mentre Nesta corona una grande partita con un gol su calcio d’angolo (cominciamo – finalmente – a non batterli più corti, grazie?)

Il futuro resta comunque positivo – staccato di tre punti il Napoli già campione d’Italia, la squadra più forte e col gioco migliore secondo gli esperti (di gufate) e un calendario che ci permetterà ora di macinare punti con l’unica incognita della trasferta di Firenze. Alla luce del Milan a pieno organico in attacco – è possibile ancora pensare che il Milan vero sia quello prima della sosta? Non siamo probabilmente irresistibili ma siamo una squadra che se gioca resta una spanna sopra alle altre, e riuscendo a vincere partite in cui ci troviamo una terna arbitrale al limite delle manette mourinhane. Basta rimettere a posto la difesa, e si potrà pensare a qualcosa di più del semplice campionato.

ROMA-MILAN 2-3 (Primo tempo 1-2)
MARCATORI: Ibrahimovic (M) al 17’, Burdisso (R) al 28’, Nesta (M) al 30’ p.t.; Ibrahimovic (M) al 33’, Bojan (R) al 43’s.t.
ROMA (4-3-1-2): Stekelenburg; Cassetti, Burdisso, Juan (Heinze dal 26’s.t.), Josè Angel; Gago (Lamela dal 18’s.t.), De Rossi, Pizarro; Pjanic; Borini (Bojan dal 38’ p.t.), Osvaldo (Curci, Perrotta, Borriello, Greco). All: Luis Enrique.
MILAN (4-3-1-2): Abbiati; Abate, Nesta, Thiago Silva, Zambrotta; Aquilani, Van Bommel, Nocerino (Ambrosini dal 43’s.t.); Boateng Emanuelson dal 21’s.t.); Robinho (cassano dal 28’s.t.), Ibrahimovic. (Amelia, Taiwo, Yepes, Bonera). All: Allegri
ARBITRO: Damato di Barletta.
NOTE – Spettatori 27.055 per un incasso di 1.085.670,00 euro, abbonati 16.923 per una quota di 356.025,00 euro. Angoli 12-6. Recuperi 2’p.t.; 4’s.t..Ammoniti Van Bommel, Nocerino, Aquilani, Gago e Pjanic per gioco scorretto. Espulsi Boateng al 22’ s.t. per proteste, subito dopo essere stato sostituito, Allegri al 45’s.t. per proteste.

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.

51 Comments

  1. Brutti forti oggi…

  2. Il freddo è prescritto, o meglio è dei prescritti.

  3. In casa inter sono talmente depressi che si levan anche i punti in classifica
    http://img266.imageshack.us/img266/8228/punti.png

  4. Ovviamente prescritti merda

  5. Resto dell’idea che il milan di allegri può rendere al massimo solo con Boateng in quel ruolo. Poi la giornata storta, soprattutto per uno che comunque dà sempre il massimo in termini di corsa e aggressività, ci può stare. A lecce ha ribaltato una partita già persa da solo, come mai ho visto fare a un giocatore del milan, non so voi.

    Ah, niente male i piedi di Aquilani.

    1. …e mi sono accorto solo ora che il primo gol nasce da uno spunto proprio di boateng.

      1. L’unica cosa decente che ha fatto in due partite. Per queste cose Seedorf viene mortificato…

        1. Seedorf quando gioca male gioca peggio di Boateng, e quando gioca meglio gioca meglio di Boateng. Almeno Boateng corre e ci prova sempre, lui è proprio scazzato.

        2. esatto, ha risposto diavolo. conta i contrasti che fa boateng da trequartista e quelli che fa seedorf da mezz’ala. conta i metri che corre boateng e quelli che corre seedorf.
          è sottovalutatissimo il ghanese, ma questo è uno che sposta …24 anni eh, 24.

        3. Sottovalutatissimo Boateng? Ma se c’è gente che lo idolatra manco fosse Cruijff?
          Se lui è sottovalutatissimo, Abate per mesi e mesi cosa è stato? E Cassano, della cui presenza ci si è accorti da ieri ma è da agosto che gioca due volte a settimana con assist e gol puntuali?

          Io non voglio fare paragoni con Seedorf, vorrei solo un minimo di coerenza. Perchè non vale che se Seedorf è discontinuo è un cane schifoso che deve morire, se lo è Boa…eh corre. Allora compriamo un maratoneta…eh corre. E magari non esce dal campo sfanculando come un idiota il guardalinee.

        4. eh certo, mentre ibra che lo ha fatto per due partite di fila mentre era in campo, in una situazione d’emergenza, è un idolo

          boateng non è cruijff, ma ostinarsi a non volerlo considerare titolare nel milan (in quel ruolo lì, con la rosa attuale), al pari di ibra, nesta e thiago per me vuol dire sottovalutarlo.
          ripeto: trovatemi una partita di quando pare a voi in cui c’è uno che sul 3-0, è entrato in campo, e ha ribaltato una partita con tre gol, in una grande squadra, non giocando da attaccante, cambiando completamente faccia alla propria squadra.

        5. E chi ha detto che non deve essere titolare? Se gioca bene, complimenti. Se gioca male, lo si può dire. Stop.

          E vai tranquillo che è sufficientemente considerato, sin troppo per me. Ma sono io la mosca bianca.

        6. Secondo me Ibra, Boateng e Robinho sono imprescindibili per noi così come Xavi, Messi e Iniesta lo sono per il barça

  6. Di Cassano ne vogliamo parlare?

    E’ entrato lui è arrivata una palla perfetta per Aquilani che ha portato all’ assist, più due assist puliti per Ibra e Nocerino divorati.

    Senza contare il fatto che con il suo ingresso abbiamo guadagnato 30 metri, tenuto i palloni, ed espresso il miglior calcio della partita. Togli Cassano a questo Milan e rimane il solito non gioco solo un pochino migliorato.

    Cassano è la luce che illumina il Milan. Un entità superiore che sta insegnando il calcio ai fanatici di Pirlo e Seedorf.

    Anche Boateng e Robinho senza Cassano ad illuminare si muovono con meno logica. Sprecano il doppio delle energie in inserimenti sbagliati. La posizione e i movimenti di Cassano invece li portano a muoversi con ordine e logica sempre per prendere i suoi passaggi.

    1. E da agosto è disponibile ogni tre giorni. Lui, il ciccione che non si allena…

  7. L’ Inter è una vera gioia vederla…fa veramente sognare….

    Quel Castocoso olandese è fantastico. Lo sogno in coppia con Huntellaar (all’ Inter)

    L’ Inter fa veramente schifo e raccapriccio. Mi chiedo come un allenatore come Ranieri abbia potuto accettare di allenarla

    1. Ma se Gasperini avesse fatto il cambio Zarate-Castaignos quanto l’avrebbero ammazzato? Chiediamoci questo

      1. sono tornati. l’ho realizzato quando ho visto in campo gente come obi, castagnola, nagatopo e chivu tutti insieme, snijder che si incazza perchè gioca solo lui praticamente, le sceneggiate dello sportivissimo cambiasso con l’arbitro, stankovic che non butta fuori il pallone con vidal a terra…ci siete mancati

  8. Peccato che non ci sia il derby domenica prossima, sarebbero stati tre punti sicuri.

  9. LPF, vediamo domenica quando il tuo beniamino culone giocherà da titolare…

    Avevo promesso di non commentare, ma se sulle stronzate cosmiche di DNA si può soprassedere, coi i fan sfegatati di mister “mi meno il cazzo in mano in ciabatte” è guerra aperta finchè nn estirperemo il cancro del suriname da questa squadra e con lui tutti gli altri seghini come seghinotta e bomerda


  10. Signori non ho parole. Prendere una immagine 20×20 sgranata per non far capire che non è quello il momento in cui il passaggio parte (Sky ha fatto vedere chiaramente prima che non era fuorigioco) e farci il titolone è etichettabile solamente con una parola: MALAFEDE

  11. La guerra te la fai da solo, perchè:
    1) non mi metto a discutere con rosicone come te
    2) non sono un fan di Seedorf, chiedo solo obiettività e di valutare le situazioni allo stesso modo.

    Che non è mica un reato dire che Boateng ha giocato male. E sono il primo ad ammettere l’incostanza di Seedorf. Pirla.

    1. Ma non sono situazioni valutabili allo stesso modo. Seedorf gioca bene una gara ogni 5, Boateng una ogni 2-3. Quando boateng gioca male gioca da 5, comunque qualcosa crea e si fa vedere, Seedorf è un peso morto in campo.
      Tra i due se dovessi scommettere prendo sempre e solo Boateng.

      1. Ma non me ne frega un cazzo! L’ho detto prima che non faccio un confronto tra i due!

        Ho semplicemente detto che Boateng non s’è visto nelle ultime due partite e sottolineerei la cosa. Come è giusto che si faccia con Seedorf quando capita a lui.

        Sei tu e quell’altro esaltato di MD che la state facendo lunga, tra improbabili confronti e la battaglia di quell’altro ai fan di Seedorf..

        1. Ma Seedorf è finito, Boateng è il futuro del Milan. Seedorf tra 6 mesi non sarà più un problema del Milan.

        2. E sti cazzi? Non c’entra nulla col discorso che stiamo facendo.
          Boh, vabbè, chi vi capisce…

        3. Boateng è ora come ora meglio di Seedorf. Fattene una ragione.
          Boateng quando gioca male qualcosa fa, Seedorf nemmeno quello.

        4. Ma lo stai facendo apposta? o.O
          Stai parlando di tutt’altro, mi sembri scemo.

        5. No ti dico che non sono trattati nella stessa maniera perché non sono uguali. Tra gli alti e bassi di Boateng e quelli di Seedorf c’è differenza.

  12. Non c’è speranza.
    Io critico i “bassi” di Boateng e basta. Non in relazione ai “bassi” di Seedorf. Che cazzo di discorso fai?

    Allora se Ibra gioca male, non può essere criticato perchè il suo giocare male è meglio del giocar male di Antonini, no? Se questa è la logica…

    Ogni giocatore fa storia a sè. Boateng è giovane, forte, dinamico, addirittura fondamentale e meraviglioso? Bene, se non rende per queste sue infinte possibilità, si becca la mia critica. Fa tripletta? Si becca il mio 10 in pagella come nel post di Lecce-Milan (perchè magari ho simpatie e antipatie soggettive, ma non mistifico per tornaconto).

    1. Quindi secondo te Boateng ha dei favoritismi di trattamento dati dalle simpatie rispetto a Seedorf?

    2. perfetto, quella che facevo io era una distinzione tra i bassi da “giornata no” e i bassi da “giornata scazzo”, tutto qua. quelli di boateng generalmente appartengono alla prima categoria. e criticavo questa parte del post “una tripletta a Lecce non basta per prendere un posto da titolare nel Milan in quel ruolo – data la concorrenza di Robinho, Cassano e Seedorf in rigoroso ordine di preferenza” perchè non ritengo che quei nomi possano essere alternative valide in quel ruolo.
      detto questo, boateng ha giocato male le ultime due, quindi giusto farlo notare..poi oh si può parlare anche d’altro, non so, i cross di aquilani, l’espulsione di allegri, gli striscioni del meazza…non è mica BoatengSemper

      1. Più che altro io non ho ancora capito se il Boa sia meglio mezzala o trequartista

      2. Sì, ma il post non è mio.

        Quindi secondo te Boateng ha dei favoritismi di trattamento dati dalle simpatie rispetto a Seedorf?
        Una prestazione brutta di Seedorf provoca rabbia, rancore, insulti.
        Una prestazione brutta di Boateng passa in cavalleria.

        Ora, Seedorf è arrivato al capolinea, la storia di questo sport l’ha scritta, quindi critica o non critica cambia poco.

        Mentre al ghanese sarebbe bene tenergli accesa una fiammella sotto il culo, per ricordarsi che se vuole diventare un campione deve dare continuità.

        Lo stesso discorso che facevo l’anno scorso per Pato: non ci si può accontentare.

        1. La differenza tra la prestazione brutta di Seedorf è che è lui in primis a scendere in campo svogliato e a non correre, Boateng invece ci mette sempre le palle quindi non le metterei sullo stesso piano, semplice.

  13. Perchè ormai s’è estesa questa convinzione: correre = giocare con le palle = essere forte.

    Avessimo Zidane in squadra, gli si contesterebbe di non correre.

    Comunque, va bene così. Vedremo tra qualche anno dove sarà arrivato Boateng.

    1. “Vedremo tra qualche anno dove sarà arrivato Boateng.”

      Devi anche paragonare l’età, è ovvio che se Seedorf avesse l’età di Boateng sarebbe più forte. Ma ora come ora meglio il Ghanese dato che l’altro ha oltre 35 anni.
      E comunque correre nel calcio moderno conta tantissimo.
      Sui trofei dipende anche dalla squadra che giochi, altrimenti Ronaldo è scarso non avendo mai vinto la Champions League…

      1. Sei scandaloso…continui a paragonare i due giocatori. IO NON VOGLIO FARE QUESTO.

        Poi parli di trofei, chi cazzo li ha tirati in ballo. Boh, capisci roma per toma..ci rinuncio…

        1. “Vedremo tra qualche anno dove sarà arrivato Boateng.”
          Cosa intendi allora per arrivare – se non i trofei

        2. A che livello sarà, se sarà ancora titolare nel Milan, se sarà un elemento fondamentale, se sarà ambito da grandi club, se a livello mondiale sarà riconosciuto come uno dei migliori…tutte ste cose.

          Ma cazzo ma è banale quello che sto dicendo! M’inquieti quando non capisci un cazzo così…

        3. Si ma io non parlo di futuro io parlo di adesso.
          Adesso per dire dove Taiwo e Abate sono meglio di Zambrotta nonostante Zambrotta sia stato campione del mondo

        4. Mi sembra tutto così surreale.

          Che minchia ho detto qualche commento fa? Che Boateng è giustamente titolare.

          Che minchia ti sto dicendo da 10 commenti? Che non sto facendo confronti su chi dei due è più forte.

          Non mi sembra che scrivo così male. Non mi sembra così difficile quello che sto dicendo. O vuoi sfruttare ‘sta giornata di commenti o veramente hai difficoltà a comprendere quello che uno dice.

          Però mi hai stancato, stressa qualcun’altro se vuoi commenti.

        5. Ma non ero io quello che si faceva le paranoie sui commenti?

          Sei tu che non si è ancora capito cosa vuoi con Boateng se è giustamente titolare. Vuoi leggere i cazziatoni Boateng merda quando gioca male? Non è ancora arrivato a giocare male come Seedorf in questo periodo.

  14. Ma non ero io quello che si faceva le paranoie sui commenti?
    Bhè…………

    1. Beh se per te ti rispondo perché voglio fare commenti vuol dire che te le stai facendo tu eh mica io…. 🙄

      1. Sono un malpensante del cazzo. In fondo non hai mai dato modo di pensare certe cose con quello che hai scritto nell’ultimo periodo.

        Mi son stufato ora.

        (non c’è di che)

        1. In fondo non hai mai dato modo di pensare certe cose con quello che hai scritto nell’ultimo periodo.

          Del tipo?
          Il mio pensiero su Seedorf è stranoto, sei tu che hai cambiato pensiero nei commenti 4-5 volte in giornata eh

  15. Peraltro se non fosse la cosa dei commenti, significa che hai grossi problemi di comprensione. Non so quale dei due sia peggio.

  16. Vuoi leggere i cazziatoni Boateng merda quando gioca male?
    Mi augurerei una via di mezzo tra gli insulti a Seedorf e il silenzio sul Boa. Ma era un augurio personale, nulla più. Non meritava tutto questo dramma.

    1. Ti ho già detto che il male di Seedorf e quello di Boateng sono differenti per cui sono differenti anche negli atteggiamenti. L’ho anche scritto che ha giocato male, ma il male per Boateng è 6.
      Seedorf invece è proprio un cancro da estirpare: prima si ritira meglio è.

Comments are closed.