Il gol di turno stavolta è di Giampaolo Pazzini, a dire la verità ininfluente. A Firenze arrivano i tre punti che portano l’Italia a quota 22, irraggiungibile per tutte le altre e che portano l’Italia a qualificarsi quindi con due giornate di anticipo all’Europeo come mai era accaduto nella storia della selezione azzurra.

PRIMO TEMPO – La partita si apre subito con Giuseppe Rossi che spara in bocca ad Handanovic (cugino di quello dell’Udinese) dopo pochi secondi seguito poi al 3′ minuto da una conclusione verso la porta di Montolivo. Sembra un riepilogo di quanto accaduto con le Faroe ma invece il ritmo si abbassa subito per un primo tempo che dà ragione alla gran parte degli spettatori di Firenze rimasti a casa per questa partita. Il primo tempo si chiude senza reti, con un solo tiro Sloveno a metà partita e De Rossi che non riesce a dieci minuti dalla fine a concludere in porta un assist di Montolivo.

SECONDO TEMPO – Entra Marchisio per Motta ma l’Italia non riesce a sfondare una Slovenia che si difende con ordine ed è nella ripresa che Prandelli prova a cambiare tutto mettendo davanti i calibri pesanti. Dentro Pazzini al quarto d’ora per un Cassano comunque tra i migliori in campo fino a quel momento e Italia che sfiora il gol con una azione confusa al 24′ con De Rossi che sul primo palo spinge in porta a botta sicura ma viene respinto dalla difesa slovena. Tre minuti dopo l’unica azione Slovena con Novakovic che liscia un possibile contropiede che lo avrebbe lanciato a tu per tu con Buffon. Entra Balotelli per un inconcludente Montolivo e poco dopo costringe Handanovic all’errore. Marchisio spara a lato prima del gol di Pazzini che arriva su assist proprio dello Juventino a sei minuti dalla fine e che ci porta matematicamente ad Euro 2012. Balotelli sfiora poi il raddoppio nel recupero dove la Slovenia, se mai ne avesse avuto, lascia sul campo del Franchi ogni speranza residua di viaggiare in Polonia ed Ucraina la prossima estate.

PAGELLE E DINTORNI – Mi è piaciuta molto la prova di Cassano (7): per il Barese è forse l’ennesimo sintomo di un crescendo di forma che lo sta portando già in una condizione che difficilmente ha avuto negli ultimi anni. L’italia ribalta la partita nei cambi: fuori Thiago Motta (5) finora anonimo, dentro Marchisio (6.5) che ha giocato un buon secondo tempo anche proponendosi diverse volte in fase offensiva. Buona prova anche di Pirlo e De Rossi (6 a ciascuno) che giocoforza devono essere il punto di riferimento a centrocampo anche se l’unica punta che può sfruttare i lanci del nostro ex-centrocampista è Balotelli. Mi ha deluso anche Rossi (5.5) sottotono, oltre alla coppia di centrali (6) che nonostante non dia sicurezza riesce a non prendere gol ancora una volta aumentando la propria imbattibilità. Capitolo a parte lo merita invece Balotelli (7), prima punito nella trasferta di venerdì scorso, poi fatto giocare un quarto d’ora tra gli applausi del pubblico e di un telecronista che è sembrato piuttosto di parte (ma si sà, la scuola Civoli…). Il Ghanese è una pedina della nazionale o un fenomeno da baraccone che il circo italiano si porta dietro? Si è parlato di “caso Cassano” quando gli è stata data a Bari la fascia di capitano, questo caso è analogo. Nel frattempo l’Italia passa con la quarta vittoria per un gol di scarto, tre per 1-0, facendo della difesa il suo punto di forza. Se Prandelli voleva una italia alla Barcellona, per ora è una italia alla Milan.

ITALIA-SLOVENIA 1-0 (0-0)
MARCATORE: Pazzini al 39’ s.t.
ITALIA (4-3-1-2): Buffon; Cassani, Ranocchia, Chiellini, Balzaretti; Motta (dal 1’s.t. Marchisio), Pirlo, De Rossi; Montolivo (dal 31’ s.t. Balotelli); Rossi, Cassano (dal 16’ s.t. Pazzini). (De Sanctis, Bonucci, Criscito, Nocerino). All: Prandelli
SLOVENIA (4-4-2): J. Handanovic; Brecko, Suler, Cesar, Jokic; Birsa (dal 12’ s.t. Ilicic), Koren, Radosavljevic, Kirm (dal 42’ s.t. Dedic); Novakovic, Vrsic (dal 31’ s.t. Pecnik). (Belec, Ilic, Mavric, Matavz) All: Kek
ARBITRO: Oddan Moen (Nor)
NOTE: spettatori 18mila circa. Ammoniti Koren (S) e Pecnik per gioco scorretto; Balzaretti (I) e Brecko (S) per reciproche scorrettezze. Angoli 3-2 per l’Italia. Recuperi 0’ p.t. e 4’ s.t.

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.

21 Comments

  1. Vergogna per il titolo 😡

    Comunque non vedo cosa ci sia da lodare. Forma o no, qua il problema sono degli attaccanti con la vena realizzativa più vicina a quella di Larrivey che a quella di Messi…e uno di questi è uno dei nostri.

  2. Balotelli non è Ganese ma Italiano!

  3. Diavolo1990

    Ah è qua anche sadyq 😀

  4. A me Cassano non è piaciuto … troppo impreciso e poco lucido. 😕
    Invece mi è piaciuto Balotelli, sia per quello che ha fatto nei 15 minuti che gli ha concesso Prandelli sia per l’atteggiamento. 😯
    Ho il sacro terrore che possa venire al Milan, ma se assumesse l’atteggiamento umile mostrato oggi e la finisse con le balotellate potrebbe anche riuscire a farmi cambiare idea 😎

  5. Dove volevi che fossi?

  6. Diavolo1990

    Balotelli mi è piaciuto anche a me, quello che non capisco è che lo si tratti pubblico compreso quasi come fosse un caso clinico

  7. Lo hanno solo applaudito perchè è forte!

  8. Appena tornato dallo stadio di firenze.

    Partita veramente poco sentita. Tifoseria poco carica e clima d’ amichevole di Agosto.

    Il livello della nostra nazionale è veramente penoso….veramente come fa Prandelli a non chiamare Abate con questi due qua lo sa solo lui.

    Pirlo dal vivo fa un pò meno schifo che in televisione, soprattutto è l’ unico fra i vari Montolivo, Marchisio a sembrare un centrocampista normale di serie A.

    Livello veramente penoso. In questa nazionale ci sono Cassano, Pirlo, Balotelli. Gli altri osceni veramente, si salva giusto Chiellini e Derossi. Giuseppe Rossi non pervenuto. Prandelli riesce a giocare peggio del peggiore Allegri incredibile

  9. Cassano ha giocato troppo accentrato ma per colpa di Prandelli. E comunque tutte le azioni passavano da lui. Nel primo tempo io ero proprio a pochi metri dalla sua zona. In questa nazionale sembra uno dei pochi ad essere un giocatore di serie A. Balotelli poi rispetto agli altri sembra un marziano. Non c’ è paragone come tecnica, velocità controllo con gli altri compagni. Veramente c’ è un dislivello assoluto fra 4-5 giocatori e tutto il resto della squadra fatto dai vari Montolivo, Balzaretti, Thiago Motta…

    Il Faraone per me è già nettamente sopra la media dei giocatori di questa nazionale nettamente

  10. Diavolo, il telecronista è Bruno Gentili.

    Per il resto partita oscena.

  11. Diavolo1990

    Il telecronista quando è entrato Balotelli e ad ogni palla toccata da Pazzini sembrava Marrazzo ad un concorso di Miss Maglietta Bagnata per Trans ed è l’unico che è riuscito ad esaltare Thiago Motta nel PT.
    Ricordiamo che Civoli ha fondato l’Inter fan Club RAI. Non mi insospettirebbe affatto.

  12. Ma ribadisco: non era Civoli… 🙂

  13. Diavolo1990

    Ma quel Civoli era per dire “scuola Civoli” 😀
    Se non è chiaro lo modifico

  14. Ho visto il primo tempo, poi mi sono addormentata dalla noia!
    Voglio il calcio vero, non questo strazio!
    Forza Milan!

  15. mi sa che il calcio vero in italia è pura fantascienza….non tanto per i giocatori che comunque mediamente sono scarsi ma per gli allenatori che veramente sono dei catenacciari nell’ anima del tutto privi d’ immaginazione offensiva. Sanno solo fare massa a centrocampo….mi sa che è inutile lamentarsi di Allegri se anche il ct della nazionale gioca cosi….

  16. baresi6persempre 7 Settembre 2011 at 17:13

    Ciao a tutti…

    una partitaccia come poche ne ho viste sia per il gioco sia per il commento (quanto mi manca il Brunone nazionale). Thiago motta è uno scandalo che sia in azzurro non perchè oriundo ma perchè scarso. Idem Cassani che per tutto il tempo ha incassato le critiche perfino dei commentatori più di parte della storia…

  17. Diavolo1990

    Eh ma pensare che c’è chi dice che Cassani è stato il miglior terzino destro della scorsa serie A dopo Maicon

  18. io ce lo avevo a 10 metri Cassani nel primo tempo…

    non ne imbroccava una nemmeno per sbaglio, palla al piede un disastro di mostruosa scarsità…un po meglio Balzaretti che almeno i Cross li sa fare ma non è una cima nemmeno lui

  19. baresi6persempre 7 Settembre 2011 at 18:56

    A parte la puttanata del “dopo Maicon” perchè la merda nerazzurra ha fatto cagare, ma chi è il fenomeno autore di questa bestialità?

    Non portare Abate è un’indecenza tanto quanto convocare l’oriundo.

  20. Diavolo1990

    Ma non ammettere che Abate è stato il miglior terzino dell’ultimo campionato penso sia una semplice bestialità

  21. Mi permetto di corregger Diavolino

    Un Italia alla Milan: NO, LA NOSTRA MAGLIA NON E’ PER MERDE CHE SI CHIAMANO THIAGO MOTTA.

    Pregusto il momento in cui questa squadra indegna prenderà scoppole dalla grande d’Europa di turno e verrà sbattuta fuori , così via quel pippone di prandelli e il suo codazzo di seghini e falsi italiani. Dentro il grande Carletto che certe merde non le convocherà di certo

Comments are closed.