https://i2.wp.com/www.pupia.tv/includes/tiny_mce/plugins/filemanager/files/fm/01_immagini/07_sport/calcio_italiano/00_allenatori/ancelotti_leonardo.jpg?resize=244%2C184Dalla lettura delle formazioni si sapeva che questa sera sarebbe finita così. Non puoi far giocare contemporaneamente moviola-se-corro-mi-fa-male-il-culo Seedorf e Dinho. Non puoi lasciare un Borriello così fuori forma da solo al centro dell’attacco. Il Parma è riuscito a impostare la partita come voleva, in contropiede cercando di strappare lo 0-0 ed è stato premiato da un rinvio alla spera in dio di Abbiati.

Non voglio parlare però del fatto che al minuto 87 Huntelaar viene abbattuto in area a palla lontana. Sarebbe rigore. E’ rigore, non per il metro dell’arbitro Morganti oggi che ha legalizzato qualsiasi cosa ai giocatori del Parma, ammonendo persino Ronaldinho alla prima protesta pur sapendo che il giocatore era in diffida. Ma non c’era il complotto? Mah… magari avessimo affrontato noi una squadra con atteggiamento rinunciatario come il Livorno.

Ma al di là degli episodi arbitrali si è rivista una squadra timida. Alzi la mano a chi di voi non girano i cosiddetti ad ogni passaggio dei nostri centrocampisti verso la difesa quando non sanno cosa fare. E nessun rischio nello stretto, lasciato da solo Borriello la davanti. Leonardo ha fatto il gioco del Parma. Questa sera è stato suicidio tattico.

Ci sarebbe da dire anche che senza Nesta e Pato si fa una fatica tremenda. Se l’11 titolare può lottare e ha lottato per alti traguardi non abbiamo riserve all’altezza. Ma questo è un altro discorso. Vero società?

Lotta scudetto chiusa? Per noi si. Ma una sconfitta di quelli là sarebbe comunque una vittoria. Forza Roma.

Abbiati: 5. Incolpevole come al solito sul gol. Non riesce mai a rilanciare una azione dalla rimessa come si deve, quando rimette lungo è sempre palla agli avversari. Bradipo.

Zambrotta: 4. Si fa trovare raramente, quando arriva sul fondo non sovrappone mai, non mette un cross decente che sia uno. Se questo è il titolare della nazionale al mondiale c’è da toccarsi in quel posto. Nonno infelice.

Thiago Silva: 6. Il meno indecente, difende quanto può, è bravo a non farsi ammonire pur sapendo che è in diffida. Cosa ci fa ancora al Milan? In vendita?

Favalli: 5. Indecente per la serie A. Se a ritmi bassi può reggere in fase difensiva è assolutamente improponibile quando si parla di impostare l’azione. Sciagura.

Antonini: 6,5. Prova positiva nel complesso, fa tanti inserimenti ma non viene mai premiato. Non basta correre se non c’è l’intesa con i compagni. Probabilmente il problema non è lui. Sufficiente.

Gattuso: 4. Dov’è finito il guerriero spartano? Oggi Gattuso non è sceso per niente in campo, non ha mai impostato, mai pressato e lasciato imporre il gioco agli avversari. Cagnolino.

Pirlo: 7. (il migliore). Gli lasciano spazio e riesce a impostare come vuole. Ma non affonda mai in maniera decisiva. Temporeggiatore.

Flamini: 6. Nel complesso una buona partita, peccato che se non ci lascia il giallo in campo… fa quello che dovrebbe fare Gattuso. E’ anche l’unico che tira da lontano peccato che i piedi non siano buoni. Decente.

Seedorf: 3. Forse era meglio che non avesse segnato quel gol contro il Chievo, almeno ce lo saremmo levato dalle scatole queste ultime due partite. Come al solito ha la grande capacità di bloccare le azioni in velocità, dare palla ai compagni coperti e perderla. Cosa aspettiamo a pensionarlo? VAI A LAVORARE.

Ronaldinho: 6/7. Viene limitato eccellentemente dai giocatori del Parma ma riesce comunque a fare 3-4 giocate. Si prende inspiegabilmente una ammonizione per proteste, che poteva evitare essendo diffidato. Peccato che giocatori del genere in Italia non siano protetti. Funambolo.

Borriello: 3,5. Fuori dal gioco per tutta la partita, non riesce mai ad anticipare il difensore, viene sempre servito male, non si rende mai pericoloso, è fuori tempo quando si parte in contropiede. Che fine ha fatto il miglior centravanti italiano? Chi l’ha visto.

Abate: 6,5. Vedi Antonini. Da quella velocità in fascia che è mancata con Zambrotta. Costava così tanto metterlo dal 1′? Pendolino.

Inzaghi: 5. Sicuramente meglio di Borriello. Ma quel colpo di testa non si sbaglia. Giocatore finito.

Huntelaar: s.v. Ci sarebbe un rigore netto su di lui ma sorvoliamo. L’olandese comunque non va utilizzato così. Ingiudicabile.

Leonardo: 3. Torna al 4-4-2 di Udine senza risultato. O meglio con lo stesso risultato del Friuli. Milan che torna quello noioso di Ancelotti e mai in partita. Ma come si fa a far giocare ancora Zambrotta, Seedorf e Gattuso? Masochista

Morganti: 2. Entra in campo visibilmente condizionato dalle polemiche e consente al Parma anche di fare triplici omicidi in campo senza essere punita. Si inventa un giallo a Ronaldinho e un rosso a Pirlo, non fischia mai un fallo a nostro favore nonostante il Parma giochi sulle caviglie. E’ il primo caso di metro arbitrale diverso nella stessa partita. Se aggiungiamo che manca un rigore ad Huntelaar… ma il complotto??? Interista.

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.