Lo scudetto passa per la Via Emilia

Giornata decivisa quella di stasera. L’inter ospita l’ultima della classe, un Livorno in piena crisi. Le inseguitrici sono impegnate in due difficili trasferte sulla Via Emilia: Milan a Parma e Roma a Bologna. Dando per scontata la vittoria dei nerazzurri in casa (va bene tutto, ma che non battano il Livorno è impensabile), a noi e ai giallorossi non resta che un unico risultato, la vittoria.

Vincere per restare attaccati al terzetto, l’obiettivo è quello, tenere il più possibile. Delle tre siamo probabilmente la squadra meno indicata a vincere il campionato, non è vittimismo, ma la conclusione che deriva dall’analisi di calendario, rosa e infortunati. Ma dato che siamo lì, fin quando possiamo rompere le balle ai piangina, abbiamo il dovere di farlo. A proposito di piangina, fermate Lele Oriali! Non la smette più di parlare a vanvera…

Ma veniamo al campo. Partita da vincere abbiamo detto, mica è facile! Bisogna innanzitutto tornare a creare più occasioni, la manovra offensiva degli ultimi tempi è poco prolifica e si basa quasi interamente sulle invenzioni di Ronaldinho. Il tutto senza trascurare le doti offensive di un Parma che, data la tranquilla posizione in classifica, non rinuncerà a giocarsela sfruttando la velocità dei vari Biabiany, Galloppa, Jimenez e del maledetto Valiani (ricordate?).

Capitolo formazione. Si va verso il 4-2-1-3, con Abbiati tra i pali, Zambrotta e Antonini sulla fasce, ovvero la coppia migliore al momento (o la meno peggio, fate voi), Thiagone e Favalli centrali (con quest ultimo in dubbio, convocato il giovane Romagnoli), Pirlo e Ambrosini a centrocampo e in avanti Seedorf, Ronaldinho e Borriello più uno tra Huntelaar e Mancini, col l’olandese in leggero vantaggio. Alla fine però Leonardo potrebbe preferire un 4-3-3 sacrificando Seedorf in nome di un incontrista, quindi per le solite logiche di gerarchia, toccherebbe (purtroppo) a Gattuso e non a Flamini.

Vincere non sarà facile, ma se guardiamo il calendario quella di oggi è la trasferta sulla carta meno complicata. Vincere è però necessario per continuare a credere o quantomeno a sperare in un sorpasso in vetta, considerando che sabato all’Olimpico sarà di scena il big match, ultima (forse) grande occasione per la squadra di Ranieri. Ma questa è un’altra storia, nel frattempo è necessario tornare a casa con in tasca i tre punti e lo stesso vale per gli amici lupacchiotti. Amici? Bhè diciamo compagni di viaggio, in questa trasferta sulla Via Emilia e nella strada verso il tricolore.

Probabili Formazioni:

PARMA (4-4-2). 83 Mirante; 19 Zenoni, 5 Zaccardo, 24 Paci, 6 Lucarelli; 80 Valiani, 11 Jimenez, 4 Morrone, 14 Galloppa; 20 Biabiany, 77 Crespo. A disposizione: 1 Pavarini, 3 Antonelli, 7 Castellini, 8 Lunardini, 9 Lanzafame, 90 Pasi, 86 Bojinov. All. Guidolin

MILAN (4-3-3). 12 Abbiati; 15 Zambrotta, 33 Thiago Silva, 19 Favalli, 77 Antonini; 16 Flamini, 21 Pirlo, 23 Ambrosini; 30 Mancini, 22 Borriello, 80 Ronaldinho. A disposizione: 1 Dida, 20 Abate, 44 Oddo, 8 Gattuso, 10 Seedorf, 11 Huntelaar, 9 Inzaghi. All (tranne per elby). Leonardo

Posted by LaPauraFa80