Il progetto siamo noi. Un 2-1 netto, senza appello, che non rende giustizia a quanto visto in campo. E’ una bella prova dell’Italia, forse addirittura meglio di quella vista venerdì contro l’Albania. Scendono in campo i giovani ed il risultato è una buona Italia che vince contro una squadra che ad oggi è più sulle copertine dei giornali di mercato che sul campo. Una squadra che dopo essere stata fuori dall’Europeo di Francia ora rischia seriamente il mondiale ma che vede esaltate le sue stelle con nomi tanto altisonanti quanto discontinui. 

A livello individuale l’esperimento più importante era quello di Verratti trequartista dietro le due punte: fallito su tutta la linea. Così come è stato fallito l’inserimento di un Rugani decisamente pessimo e che ha gran parte delle colpe del primo gol (su cui, stiamo tranquilli, verrà processato il nostro Romagnoli). Il resto sono cose che già sappiamo: Darmian non è da nazionale e tutta la buona pubblicità si basa su un’annata buona con Ventura, Belotti è fortissimo e con Immobile di fianco ancora di più. Non pensavo potessero mai essere due punte da nazionale ma al momento lo sono e a pieno merito.

Qualificarci al mondiale 2018 sarà difficilissimo perché se non vinceremo in Spagna dovremo passare tramite le forche caudine degli spareggi dove in 4 giorni ci si giocherà tutto. Ma se ci andremo sono sicuro che questo gruppo sarà di nuovo uno di quelli da battere e non dovrà più cercare miracoli tipo Conte. Questa Italia è una squadra forte che sta crescendo giorno dopo giorno partita tra lo scetticismo totale. E’ una squadra solida che difficilmente prende gol e che ha un buon centrocampo ed un buon attacco. L’augurio è che la si smetta di cercare il nome esotico iniziando a valorizzare quanto abbiamo in casa: insomma, cari account di retorica sui 20enni del calcio olandese, prendete e portate a casa queste due pere. 

OLANDA-ITALIA 1-2
MARCATORI: Aut. Romagnoli al 10′, Eder all’11’, Bonucci al 32′ p.t.
OLANDA (4-3-3): Zoet; Tete, Hoedt, Martins Indi, Blind (dal 38′ s.t Viergever); Klaassen (dal 37′ s.t. Sneijder), Strootman (dal 1′ s.t. Vilhena), Wijnaldum (dal 32′ s.t. Toornstra); Lens, Depay, Promes (dal 44′ s.t. Berghuis). (Cillessen, Vorm, De Ligt, Veltman, Karsdorp, Robben, De Jong, Dost). All. Grim
ITALIA (3-4-1-2): Donnarumma; Rugani, Bonucci, Romagnoli; Zappacosta (dal 17′ s.t. Spinazzola), De Rossi (dal 37′ p.t. Gagliardini), Parolo, Darmian (dal 44′ s.t. D’Ambrosio); Verratti (dal 46′ s.t. Verdi); Immobile (dall’8′ s.t. Belotti), Eder (dal 24′ s.t. Petagna). (Buffon, Meret, Astori, De Sciglio, Parolo, Candreva, Sansone, Politano, Insigne). All. Ventura
ARBITRO: Eriksson (Sve).
NOTE: ammoniti Rugani per gioco scorretto. Recuperi: 1′ p.t.; 4′ s.t

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.