Quattro giorni dopo la sfida vincente con l’Albania gli azzurri tornano in campo. Avversario, ad Amsterdam, è l’Olanda quarta nel suo girone che al momento rischia la seconda esclusione da un torneo.

Spazio a chi non ha giocato venerdì, con il ritorno al 3-5-2 che si è visto molto spesso di recente. Si va verso il lancio da titolare di Donnarumma, che anche ora che bisogna lanciare un nuovo erede di Buffon in orbita Juve rimane la seconda scelta e molto probabilmente se giocasse con un’altra maglia sarebbe già il primo. Si tratta della terza presenza, la prima da titolare. L’undici probabile è: Donnarumma; Rugani, Bonucci, Romagnoli; Zappacosta, De Rossi, Verratti, Parolo, Darmian; Immobile, Eder. Turno di riposo quindi per Verratti, Belotti e soprattutto Barzagli il cui “caso” della foto a tarda notte dopo aver lasciato il ritiro sta tenendo banco in queste ore.

Olanda priva del ct, dato che Danny Blind è appena stato esonerato e in panchina andrà il tecnico dell’Under 21 Fred Grim. Ultimo precedente, un 2-0 per l’Italia nel 2014 sempre in amichevole. Cillessen; Karsdorp, Martins Indi, Hoedt, Blind; Sneijder, Strootman, Wijnaldum; Promes, Dost, Depay. Un 4-3-3 per gli oranje che arrivano dalla sconfitta con la Bulgaria che significa quarto posto nel gruppo A a -3 dalla Svezia seconda. Unica vittoria olandese nei precedenti recenti il celebre 3-0 d’esordio a Euro 2008, quando entrambe le squadre arrivarono ai quarti (Donadoni era ancora il ct dell’Italia). Fischio d’inizio alle ore 20.45.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014