Non è cambiato nulla rispetto a Torino-Milan di Gennaio, il punto più basso della gestione di Pippo Inzaghi. Non è cambiato nulla perché il Torino ci ha fatto giocare sperando di segnare in contropiede – abbiamo creato poco (un tiro di Montolivo – migliore in campo con Jack) fino al gol di Bacca e poi ci siamo sciolti subito. Di nuovo. E’ evidente che siamo al fallimento del sergente serbo se i giocatori ogni volta non cacciano gli attributi. Il Milan ad oggi non riesce a fare tre passaggi di fila, tira poco in porta, ha la seconda peggior difesa del campionato ed è 17/20 per tiri in porta – ma l’allenatore non c’entra, è colpa della società. Abbiamo in effetti visto tutti Galliani entrare in campo al posto di Romagnoli sull’1-0, sbagliare la marcatura e Berlusconi fare la papera sul primo palo.

Non capisco cosa abbia Mihajlovic per essere intoccabile e per non poter dire che ad oggi ha fallito su tutta la linea i compiti che gli erano stati assegnati. Abbiamo giocato 65 minuti perché il Toro ce lo ha concesso volendo impostare la gara in contropiede (grazie Ventura, anche tu oggi non sei stato da meno). Poi alla distanza loro più freschi, siamo calati. Come sempre. I problemi fisici e psicologici sono ancora quelli della scorsa stagione con l’aggravante che la rosa si è rinforzata in maniera importante. Questa rosa vale 90 milioni più di quella dell’anno scorso e come tale deve rendere in campo – inaccettabile ogni altra argomentazione. Punto.

Il gol è ancora una volta non un’azione di squadra ma una prodezza individuale del duo Bertolacci-Bacca. Il primo fa l’inserimento e l’assist, il secondo finalizza. Non abbiamo un gioco – ma è colpa di Galliani e Berlusconi. Non corriamo, ma è colpa di Galliani e Berlusconi. Non sappiamo fare tre passaggi, ma è colpa di Galliani e Berlusconi. Insomma, a chi non piacerebbe allenare il Milan oggi? Tanto qualsiasi cosa faccia è sempre colpa della società. Mihajlovic doveva fare quello che ha fatto Conte alla Juve – recuperare giocatori mentalmente a terra – non solo non lo ha fatto ma ha anche peggiorato la situazione.

Tanto vale richiamare Inzaghi. Non cambia nulla in campo ma almeno è uno di noi, che ha mangiato merda un anno fa e non ha avuto a disposizione un’estate per costruirsi la squadra come meglio credeva. Ma tanto è colpa di Galliani e Berlusconi che non hanno comprato Messi, Iniesta e Cristiano Ronaldo per spezzare le reni al Torino. Sono loro che fanno le formazioni (a proposito di questo, patetico schierare Alex e non Mexes solo per dover dimostrare al mondo di avere la schiena dritta nei confronti di SB), sono loro che fanno le preparazioni atletiche, vanno in campo, segnano e subiscono gol. A questo punto rilancio la domanda: se dare un gioco non è compito suo, motivare i giocatori non è compito suo, fare la formazione non è compito suo al Milan cosa deve fare un allenatore?

Torino-Milan 1-1 (primo tempo 0-0)
MARCATORI: Bacca (M) al 18′, Baselli (T) al 28′ s.t.
TORINO (3-5-2): Padelli; Bovo, Glik, Moretti; Zappacosta (dal 27′ s.t. Belotti), Acquah, Gazzi (dal 1′ s.t. Vives), Baselli, Molinaro; Maxi Lopez, Quagliarella (dal 35′ s.t. Benassi). (Castellazzi, Ichazo, V. Mantovani, Gaston Silva, Prcic, J.Martinez, Amauri). All. Ventura
MILAN (4-3-3): Diego Lopez; Abate, Alex, Romagnoli, Antonelli; Kucka (dal 41′ s.t. Poli), Montolivo, Bertolacci; Cerci (dal 43′ s.t. Honda), Luiz Adriano (dall’11’ s.t. Bacca), Bonaventura. (Abbiati, Donnarumma, De Sciglio, Zapata, Mexes, Calabria, José Mauri, De Jong, Poli, Suso). All. Mihajlovic
ARBITRO: Gervasoni di Mantova
NOTE: spettatori 25.477. Ammoniti Kucka (M), Baselli (T), Glik (T), Bovo (T), Romagnoli (M) per gioco scorretto, Bonaventura (M) per c.n.r., Diego Lopez (M) per proteste. Recuperi: p.t. 2’, s.t. 4’.

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.