AC Milan v ChelseaFinisce con un risultato tutto sommato prevedebile la gara di New York tra Milan e Chelsea, con i Blues che vincono per 2-0 e accedono alla finale contro il Real Madrid. Risultato che però non dice tutto in una partita dove si è visto un buon Milan per 75 minuti in una gara dove Mourinho ha fatto il Mourinho facendo giocare il Chelsea con la tattica a lui più congeniale, quella del triplete nerazzurro – vale a dire il buon vecchio catenaccio e contropiede.

Dopo i primi cinque minuti, infatti, i nostri avevano preso lentamente il possesso del campo con El Sharaawy, liberissimo sulla sinistra per tutta la gara, a sfiorare il gol servito da Muntari e solo una prodezza di Ivanovic ha impedito a Balotelli (tra i peggiori in campo) di trovare quella rete dell’1-0 che arriva per i blues, in contropiede, con De Bruyne che fulmina un Abbiati rivedibile. Dopo 15′ di empasse generale nel secondo tempo i nostri provano a reagire fino ad un calo vistoso del nostro blocco di nazionali, evidentemente ancora in ritardo di preparazione.

Mourinho non si fa sfuggire l’occasione e comincia a sbattere in campo i pezzi migliori per un Chelsea che torna padrone del campo nel finale anche se il Milan non rinuncia a giocare e spesso si fa vedere nell’area avversaria con qualche ripartenza, seppure troppo lenta per poter impensierire Cech. A livello di singoli c’è da segnalare l’ennesima prestazione tecnicamente inadeguata (per non usare parole peggiori) di Kevin Prince Boateng – giocatore che, a questo punto, mi limiterei a vendere il prima possibile mentre gioca maluccio anche Balotelli a cui è imputabile un ritardo di preparazione. Note positive, invece, sicuramente quelle di Nocerino ed El Shaarawy.

Ora si va a Miami a giocarsi una finale per il 3° posto con i Los Angeles Galaxy – avversario, forse, sicuramente più adatto per un test più attendibile in vista del preliminare (venerdì i sorteggi) rispetto al Real Madrid con cui avremmo visto poco palla in una coppa che comunque concludiamo ben più in alto delle altre due compagini italiane umiliate rispettivamente da Los Angeles Galaxy e quel Valencia battuto da noi agilmente due settimane fa con una formazione rimaneggiata. Curioso quindi in vista preliminare di vedere cosa succederà nella notte tra mercoledì e giovedì – anche perché poi, di gare amichevoli, non ce ne saranno più.

MILAN-CHELSEA 0-2 (Primo tempo 0-1)
MARCATORI: De Bruyne 29’ pt, Schurrle 46’ st
MILAN (4-3-1-2): Abbiati; Antonini (dal 1’ st Zaccardo), Silvestre (dal 31’ st Pacifico), Zapata (dal 24’ st Poli), Emanuelson (dl 24’ st Constant); Montolivo (dal 12’ st Nocerino), De Jong (dal 31’ st Cristante), Muntari; Boateng (dal 31’ Kingsley Boateng); Balotelli (dal 1’ st Petagna), El Shaarawy (dal 12’ st Niang). (Amelia, Gabriel, Iotti, Pinato, Traorè). All. Allegri
CHELSEA (4-3-3): Cech (dal 1’ st Schwarzer); Azpilicueta (dal 1’ st Terry), Cahill, Ivanovic, Betrand (dal 1’ st Cole); De Bruyne (dal 1’ st Moses), Essien (dal 1’ st Ramires), Van Ginkel (dal 21’ st Mikel); Hazard (dal 24’ st Schurrle), Oscar (dal 1’ st Mata), Demba Ba (dal 1’ st Torres, dal 41’ st Lukaku). All Mourinho
ARBITRO Carlos Rivera
AMMONITI Ivanovic, Antonini, Silvestre
SPETTATORI 40mila

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.

3 Comments

  1. Ma Mourinho lo soffre Allegri (cit.). Ma porcatroia..

    Leggo la formazione e penso: diomio quanta merda che circola ancora.. degli acquisti non sono preoccupato (se non del fatto che con l’arrivo di Silvestre ci sognamo un centrale vero e forte), ma io non posso arrivare a settembre e vedere ancora certe facce.

    Comunque non ho ancora mai visto una partita di quest’anno, solo Milan-Juve del Tim. Quasi quasi smetto col calcio e mi dedico alla politica.

  2. poli terzino.

    muntari in campo 90 minuti.

    bah…

  3. reostato

    Keep Calm. Gli italiani nazionali, che sono il perno di questa squadra, giravano poco, soprattutto Balo e Montolivo, meglio El Sha, soprattutto lui, che dopo la doppietta al City deve aver deciso di non suicidarsi, per adesso.
    Il Milan comunque non ha giocato male, e sono sicuro che se balotelli avesse girato come dovrebbe una pera s’era fatta anche noi. resta il problema della difesa, un problema che secondo me si è pure aggravato rispetto allo scorso anno, quando era già gravissimo. La scorsa stagione si era debolissimi sulle palle inattive e su quelle alte, ma sui contropiede e sulla manovra bene o male si tneva botta, ora si sta franando anche lì. Complice una difesa in smobilitazione (Abate, Antonini), una coppia di centrali che ha fatto pena lo scorso anno (ovvero Mexes e Zapata) a cui va aggiunto l’infortunio (menomale) di quella sega di Bonera, l’impiego di zaccardo a tutto palla quando l’anno scorso non vedeva nemmeno il campo…A questo sommate un portiere assolutamente DI MERDA, cioè Amelia, ad uno pensionato, ovvero Abbiati e ad un altro indefinito ed insicuro (Rafael). In tutto questo schifo non capisco come si possa dire che l’acquisto di Silvestre è una cazzata, semmai si doveva prendere noi dal Palermo anziché lasciarlo marcire un anno con quei falliti dell’Inter.

Comments are closed.