Da dove cominciamo? Cominciamo dalla fine: risultato di 1-1, calcio d’angolo per noi e anziché buttarsi davanti in massa, portiere compreso, si gioca l’azione che può decidere partita e scudetto con il solito, inutile calcio d’angolo a due tocchi: come sempre vanificato. In mezzo poca voglia e poca corsa, il solito gol fantasma (ma ormai ci siamo abituati) e il solito svarione difensivo (ormai marchio di fabbrica della gestione Allegri), quai un riassunto in 90 minuti della nostra stagione. Stagione che finisce qua e finisce in maniera fallimentare – non guarderò nemmeno la gara di Torino e non nè vale la pena farlo.

Regaliamo altri due punti contro il Bologna che fa la sua partita: difesa organizzata, contropiede, un tiro e un gol e lo facciamo nel modo peggiore possibile. Dopo una settimana e mezzo non esistono scuse che reggano né per quanto riguarda il livello fisico e, con i soli Thiago Silva, Pato, Ambrosini e Boateng (oltre alle mascotte Inzaghi e Roma) indisponibili, né per quanto riguarda gli infortunati. Ecco, formazione: sbagliato, sbagliatissimo giocare con tre mediani una gara del genere in cui la palla l’avrai tra i piedi per gran parte del tempo – se davanti a questi ci aggiungi il solito Seedorf oggi più che mai bersaglio dei fischi della tribuna ecco che a centrocampo ci fai poco. L’apoteosi rimane comunque lo schierare l’impalpabile Robinho dal primo minuto per spedire in tribuna El Sharaawy che, non sarà un fenomeno, ma in questi tempi rende certamente di più del numero 70. Il risultato è che ancora una volta utilizziamo i tre cambi a nostra disposizione non per cambiare l’assetto tattico in funzione dell’andamento della partita, ma per correggere gli errori iniziali ben visibili a chiunque di calcio né capisca della formazione schierata nei primi minuti – e il mio tweet di stamani è lì a testimoniare ciò.

In attacco si è tornati quindi a dipendere troppo da Ibrahimovic che – per carità – non ha nemmeno giocato una brutta partita ma non può fare squadra da solo: l’anno scorso di questi tempi Pato toglieva le castagne dal fuoco, ora non c’è nessuno che possa essere alternativa allo svedese se non Cassano schierato tardivamente. Il risultato è stata una formazione che come sempre è scesa in campo disorganizzata e senza idee: non si vede come si possa segnare se si continua a passarsi la palla fuori dall’area senza buttare palloni a una torre di quasi due metri, non si vede come si possa segnare se i calci d’angolo o li batte Ibrahimovic o vengono battuti a due tocchi per rispedire palla in difesa: quello che alle altre squadre sembra frutto di schemi da noi sembra frutto del puro caso.

Come finirà la stagione? Male. Perdendo questo scudetto contro questa Juventus abbiamo anche delegittimato quello dell’anno scorso che appare sempre più casuale, frutto di un campionato senza avversari. Perdere questo scudetto entra di diritto al primo posto tra le imprese negative del Milan scavalcando la finale di Istanbul. Una cosa è certa: Allegri, già praticamente esonerato da Berlusconi dopo la gara casalinga con la Fiorentina non sarà sulla nostra panchina la prossima stagione e probabilmente i contratti di quasi tutti i senatori non saranno rinnovati: si ripartirà probabilmente rifondando dopo aver commesso lo stesso errore di Atene.

Non penso che il tecnico toscano abbia tutte le responsabilità di questo fallimento, ma che ne abbia gran parte sì. E’ chiaro che con Fabregas al posto di Aquilani nello scorso mercato – per dire un nome a caso – si sarebbe forse vinto a mani basse ma è altrettanto chiaro che un allenatore deve saper far rendere al meglio quello che ha: troppo comodo scagliarsi esclusivamente contro un non-mercato per campioni che non sono arrivati dimenticando di avere comunque a disposizione la rosa più forte d’Italia: sarebbe bastato Pioli, Guidolin o Mazzarri e lo scudetto 19 era già da tempo sulla bacheca di Via Turati.

Non ho volutamente menzionato finora l’episodio del gol di Ibrahimovic (la cui inesistenza del fuorigioco si vedeva ad occhio nudo) per due motivi: il primo è sappiamo già come questo campionato sia stato indirizzato dai tempi del gol di Muntari, il secondo è che con queste squadre come già accaduto in stagione di gol se ne devono fare almeno tre: la rabbia per la non-prestazione è troppa per attaccarsi ad un errore, seppur macroscopico.

Concludo il postpartita con un ringraziamento ai ragazzi di Football Indesit che ci hanno ospitato oggi a San Siro e con una considerazione su quanto accaduto a Genova: l’ennesimo caso di incoerenza e ipocrisia italiana di tifoserie che solo martedì incrociavano le proprie sciarpe per la morte di Morosini e che cinque giorni dopo sono riusciti a tenere in ostaggio una partita di calcio. La solita vergogna all’italiana, dove si è bravi con i buoni propositi a parole, ma, a quanto pare, molto meno con i fatti.

Milan-Bologna 1-1 (primo tempo 0-1)
MARCATORI: Ramirez (B) al 26’ p.t.; Ibrahimovic (M) al 45’ s.t.
MILAN (4-3-1-2): Abbiati; Abate, Nesta, Bonera, Antonini (dal 24 s.t. Emanuelson); Nocerino, Van Bommel (dal 28’ s.t. Aquilani), Muntari; Seedorf (dall’11’ s.t. Cassano); Robinho, Ibrahimovic (Amelia, Yepes, Gattuso, Maxi Lopez). All.: Allegri.
BOLOGNA (3-4-2-1): Agliardi; Raggi, Portanova, Cherubin; Garics, Perez, Mudingayi, Morleo; Ramirez (dal 43’ s.t. Kone), Diamanti (dal 20’ s.t. Taider); Di Vaio (dal 29’ s.t. Acquafresca) (Stojanovic, Antonsson, Rubin, Gimenez). All.: Pioli.
ARBITRO: De Marco di Chiavari. Assistenti: Alessandroni e Giordano; quarto uomo Celi.
NOTE: Spettatori 51.725 per un incasso di 1.398.786,54 euro. Ammoniti Perez, Nocerino, Taider per gioco scorretto. Espulso Bonera per doppia ammonizione. Angoli 9-1. Recuperi 1’ p.t., 4’ s.t.

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.

34 Comments

  1. Due settimane per preparare sto scempio. 😯

    Se oggi Van Bommel stava così, come cazzo avrebbe giocato sabato scorso col Genova? 😯

    Perchè stiamo così male? Che cazzo è successo ad Aquilani? Perchè Ibra non stoppa una palla?

    Perchè giochiamo così presuntuosi? Diobono siamo sotto, dobbiamo mettere pressione, grinta cazzo, rabbiaaaaaaa!

    Che cazzo hanno fatto nelle ultime due settimane?

    PERCHE’ ROBINHO? PERCHE’ IBRA NON PUO’ ESSERE TOLTO? Perchè non mettere Maxi?

  2. E mo’ a Filippo chi cazzo lo regge?

  3. Comunque ora partiranno processi a tutto e tutti, per carità che si facciano, ma bastava un MINIMO di grinta, di approccio diverso contro Fiorentina e Genova e saremmo campioni d’Italia.

    Non mi sembra sia nulla di impossibile cazzo..non chiedo la luna…perchè bisogna entrare molli e presuntuosi? Perchè?

    Che cazzo di schifo, Allegri in primis, ma si credono già arrivati?

    Due partite…due fottutissime partite IN CASA contro squadracce…

    Parla di rosa quanto volete, di società quanto volete, siamo scarsissimi, bruttissimi e Allegri non c’entra nulla. Ma la sostanza non cambia: con un pizzico di rabbia avremmo battuto Fiorentina e Bologna

    Saremmo primi.

    Quoto il pezzo su Genova. Uno schifo peggiore del nostro. Un fatto raccapricciante, vergognoso, umiliante.

  4. salve a tutti è da tempo ke leggo questo blog.. e x la prima volta lo commento…
    Allora.. allegri x me non è da milan ma gia dall’anno scorso.. anke se ha vinto lo scudetto.. ma di gioco.. pari a 0.. palla a ibra.. e basta.Non ha le palle di levare ibra a fine primo tempo che sembrava uno zombie.. mandare in tribuna il faraone è uno scempio,non è uno ottimo stimolatore si vede..le unike cose che dice dalla panchina “dai dai dai” ma poi? la squadra è sempre la stessa.. tutta avanti ma senza idee. il mio sogno? Zeman… ahhhh come gioca il pescara 😀
    grazie a tutti.. e scusate x eventuali errori ortografici 😀

  5. Allegri non ha piu’ scusanti.
    Ibrahimovic dopo una partita del genere dove oltre a sbagliare un gol fatto, non riesce nemmeno a stoppare un pallone, puo’ anche togliere il disturbo.
    Saremmo dovuti essere piu’ forti degli avversari, piu’ forti della sfortuna, piu’ forti dei giochetti sporchi degli arbitri e
    di quelli della federazione.
    Non ci siamo riusciti, abbiamo dimostrato nel corso del campionato, non certo nelle ultime due partite, di essere piu’ forti
    degli avvresari, ma questo spesso in Italia non basta.
    Ora bisognerebbe ripartire da queste macerie.

  6. LPF invece di sviare il discorso

    PERCHE’ NON PARLIAMO DEL PROFESSORE DELLO STRONZO, DEL PRINCIPE DEL CULO BASSO, DELL’AMBASCIATORE DELL’ANTICRISTO??

    Nella merda totale della giornata di oggi, con tutto San Siro che lo fischiava, siete rimasti solo tue e l’altro babbeo a difenderlo, e sbertucciarvi rende meno amaro il fine stagione, in cui perderemo uno scudetto per arbitri, non gioco di quel lobotomizzato allegri, e ufficialmente anche per colpa di quella merda umana con il numero 10

    Ma nella rifondazione Milan è compreso anche un biglietto di solo andata per gli emirati per fancazzo e i suoi fidi paggetti??

    1. reostato

      Tanto questa soddisfazione non ce la danno : vedere Fancazzo fuori dai vogliono sarebbe più bello della seconda stella.

  7. la colpa principale di allegri è quella di aver messo seedorf e non boateng… come si fa a non mettere dentro boateng???

    come si fa a preferire robinho a pato???? vergogna allegri vergogna!!!!

    sui fattacci di genova no comment…. che poi anche i calciatori che assecondano le richieste di 4 coglioni bah… ecco perchè il genoa sta li , giocatori senza palle dentro e fuori dal campo!!!

    1. La colpa principale di Allegri è quella di non essere milanista.

      Un allenatore mediocre milanista si dimette il giorno dopo essere stato incaricato per non fare danni.

      Nel caso specifico Seedorf era da mandare in tribuna. E’ stra finito. Lo scorso anno almeno 3 partite al verso le aveva fatte.

  8. La colpa di allegri è di non spedire in tribuna ogni partita il vostro principe e di nn preferirgli anche calvano o innocenti della primavera

    Conoscete il significato del verbo correre?

    Bene, ne avrete di che discutere sull’aereo per fanculo quando ve ne andrete tutti e tre fuori dal cazzo

  9. Nicco
    nicco RED_BLACK 22 Aprile 2012 at 20:58

    Meritiamo di perdere questo campionato, vincerlo sarebbe stato controproducente per il nostri futuro!!
    Spero che si rendano conto dello scempio che stiamo commettendo quest’anno! Intanto a Torino Vidal gioca a fare il fenomeno! È uno schifo!!

    1. Diavolo1990

      De Rossi centrale e Lamela fuori. Della serie: con la Juve si scansano tutte….

      1. Nicco
        nicco RED_BLACK 22 Aprile 2012 at 21:37

        Della serie che comunque, nel bene e nel male, le vincono tutte! Se non siamo capaci di vincere contro la Fiorentina che rischia la retrocessione e il Bologna, allora è meglio che lo scudetto vada a Torino! Sperando che ci serva da lezione! Ma purtroppo non è la prima che prendiamo, ma c’è gente troppo dura a capire in società per aprire gli occhi su quello he veramente siamo stati, quest’anno e l’anno scorso!

        1. Diavolo1990

          Per forza le vincono… a loro nel dubbio tutto a favore… a noi tutto contro. E’ un campionato finto e si vede. Pro forma.

        2. Nicco
          nicco RED_BLACK 22 Aprile 2012 at 23:07

          No non possiamo imputare il nostro fallimento solo agli arbitri! Lo volete capire che ci facciano del male!? Questo Milan è da rifondare, bisogna madar via metà dei giocatori attuali (ibra su tutti) e l’allenatore! Meritiamo di perdere e la Juve merita di vincere per come gioca e per come corre, dall’inizio della stagione ad ora! Non si finisce Un campionato imbattuti grazie agli arbitri e non lo perdiamo a causa degli arbitri, che comunque ci hanno messo del loro! Lo periodiamo perché abbiamo avuto una mentalità da perdenti, un allenatore incompetente e dei giocatori “finti fenomeni”!

        3. Diavolo1990

          No calma.
          Che a parità di condizioni credere che questo Milan sia inferiore a questa Juve è un errore. Che la Juve sia più forte e non abbia vinto per esclusivi demeriti nostri altrettanto. Per favore, niente alibi alla rosa di oltre 30 giocatori.

          Non si finisce Un campionato imbattuti grazie agli arbitri e non lo perdiamo a causa degli arbitri?
          Opinabile. Però intanto dai le vittorie a Torino a Cagliari e Chievo, dacci la vittoria con gol di Muntari a San Siro e dacci gli altri tre gol regolari e poi vediamo.

          Ibra da mandare via? Senza Ibra eravamo dietro l’Inter… capisco possa stare antipatico ma non è lui il problema.

        4. Nicco
          nicco RED_BLACK 23 Aprile 2012 at 00:44

          A parità di allenatore e a parità di voglia di vincere e lottare, di correre e soffrire! Mi sembra palese che la Juve abbia giocato meglio di noi per tutta la stagione! Ovvio è che se il Milan avesse sfruttati a pieno le sue qualità non ci sarebbe stata storia! Ma così non è stato e se questo è il Milan, meglio questa Juve!
          Gli errori degli arbitri sono netti e innegabili ma non ci si può barricare dietro a quelli per analizzare le vittorie degli altri! È un discorso da interisti frastornati e senza ragione!
          Su Ibra ti ha già risposto Cantera! È uno dei nostri maggiori mali!!

  10. Diavolo1990

    Mp per Cantera.

  11. Diamo la colpa agli arbitri vai

  12. Diavolo1990


    Guardate un po’ chi era a San Siro oggi. A bordocampo, e pare da Milannews che sia andato pure negli spogliatoi.

  13. Bitcha

    Un po’ di considerazioni su oggi;

    1) assolutamente allibito dal fatto che chiunque segni contro di noi, specialmente in campionato, segna sempre e solo su cazzate nostre, e non perchè oggettivamente crea azioni pericolose o gioca realmente bene… assurdo, a fine campionato rivedrò tutti i gol presi, e il nostro zampino ci sarà forse nel 95% dei casi, puttana troia;

    2) il rimpianto più grosso di quest’anno non è Pato, non è il gol di Muntari, non è l’infortunio di Thiago, nemmeno gli errori di Allegri, ma è semplicemente Antonio Cassano… pensare che prima che gli venisse quello che gli è venuto, stava giocando il miglior calcio della sua carriera, e pensare a cosa fosse successo se solo avesse potuto giocare la metà delle innumerevoli partite che ha saltato, checcazzo, a quest’ora i fegati di Conte, Marotta e Agnelli erano dal mio macellaio di fiducia, e a buon prezzo anche, sapendo anche che discorsi come questo mi stanno sul culo, perchè sono roba da interista;

    3) alcune opinioni sui singoli… Aquilani, giocatore che a me piace da sempre, e che avrei voluto vedere in campo più spesso, oggi ha dimostrato perchè in queste ultime partite ha visto poco il campo, e anche il perchè nella sua carriera non è mai riuscito a esplodere; fino all’infortunio era il nostro miglior centrocampista, da quando è ritornato è semplicemente un giocatore da Serie C scarsa, e mi dispiace dirlo… Emanuelson; mi auguro di vederlo da terzino un po’ di più, oggi ha dimostrato di poter dare molto in quel ruolo, sono quasi convinto che se come trequartista avevamo un giocatore decente al posto di quella fighetta immane del ragazzo di Melissa Satta, Ema da terzino lo avremmo visto di più…

    4) se in due partite casalinghe contro Fiorentina e Bologna, racimoli un punto, lo scudetto non puoi vincerlo.

  14. Diavolo Ibra è da cedere. Non hai la controprova che senza di lui saremmo arrivati dietro l’ Inter. Magari senza di lui avremmo fatto un gioco migliore e mandato a rete altri giocatori.

    Non è questione di antipatia. Forza il Milan a giocare a cazzo. Se giochi a cazzo vinci un campionato giusto se senza rivali. E poi non compicci nulla specie sul lungo periodo

  15. reostato

    Non lo sapevate di Capello ?? Io l’ho visto in diretta e girano tante voci….
    Si accettano iscrizioni per il rosarione disumano pro assunzione di Capello.
    Se raccogliamo fondi possiamo far dire una messa, cantata.

  16. Capello è tanta tanta roba. Si dovrebbe essere europeizzato nel gioco. Farà un 4-4-2 più alto.

    Grande Fabione. Speriamo anche se io preferisco sempre Van Basten

  17. A ottobre-novembre vincevamo partite in fotocopia: vantaggio nei primi 20 venti, raddoppio entro la fine del tempo e nella ripresa pilota automatico.

    L’avessimo fatto contro Fiorentina e Bologna, la nostra direbbe: Supercoppa vinta, quarti di Champions, semi di Coppetta con finale buttata al cesso dall’allenatore e campionato vinto contro tutto e contro tutti. Sarebbe una stagione esaltante.

    E invece non va così perchè abbiamo buttato al cesso due partite facili facili: la condizione è pietosa come lo è stata per 3/4 di stagione, l’allenatore evidentemente trasmette presunzione e serenità alla squadra quando dovrebbe mettergli pepe al culo, sbaglia le formazioni, sbagli i cambi e il risultato è questo.

    Uno scudetto facile facile che avrebbe reso questa annata memorabile buttato al cesso in due partite. Senza ripensare agli errori del derby o con la Lazio, senza i soliti discorsi su una rosa apparentemente non all’altezza. Due partite, banali, scontate, probabilmente date per perse dagli stessi avversari. Grazie Mister.

  18. Andrea Colonna 23 Aprile 2012 at 08:41

    Goal regolare (il 4) annullato ad Ibra ieri abbiamo offerto l’ennesima prestazione disarmante, prestazione di una squadra finita che continua a concedere bis, tris e chissà quanti ancora canti del cigno a gente mummificata. Adesso basta. E la cosa triste e patetica che vedrete che degli 11 svincolabili la metà rimarrà.

    1. Ma basta con questa storia!

      Chi te lo dice che ne rimane la metà? Rimarranno – a quanto pare – Nesta, Gattuso e Ambrosini. MVB, Zambrotta, Inzaghi, Flamini se ne vanno. Seedorf ahimè lo vedo lontano. Yepes chissà, forse resta ma per fare l’ultimissima ruota del carro.

      Restano i senatori storici a fare da chioccia agli Acerbi, ai Traorè, a questa gente qui, per fargli capire cos’è il Milan e come funziona. Io lo spogliatoio non lo lascerei certo in mano a Pato che quando può si tira fuori o a Boateng che le sue energie le spende nei locali e non in campo.

      Gli esempi che stanno dando Del Piero e Totti (Luigi Enrico vergognati, anche tu a fare il fenomeno come il tuo amichetto Guardiola ed entrambi a prenderlo in culo) sono positivissimi per il gruppo.

      Non sono titolari oggi, non lo saranno l’anno prossimo, l’ingaggio verrà ulteriormente abbassato. Ebbasta prendersela col Milan dei vecchi, che non esiste!

      Prendetevela con Robinho che fa cagare da settembre, con Boamerd, con Pato, con Abate, con Aquilani, con Allegri…

      Che il vecchio Nesta ha umiliato Messi, il vecchio Ambrosini è stato eroico solo un mesetto fa giocando ogni tre giorni partite fondamentali, Gattuso ha giocato a Verona dopo 7 mesi di malattia…mentre i presunti valori aggiunti dov’erano contro il Barça? Dov’erano a Verona? Cos’ha dato Robinho a Verona?

      1. reostato

        Il problema è anche questo : perché rinnovare a gente che merita l’invalidità come Ambro e Gattuso ?? BASTA CON LE CAZZATE DEI LEADER DELLO SPOGLIATOIO : CI VUOLE GENTE CHE CORRE NON CHE PARLI !! DI GENTE CHE USA LA BOCCA ANZICHè I PIEDI NE ABBIAMO GIà TANTA.
        Fare da “chiocce” ?? Eroico giocare ogni due giorni ?? Hai già definito tu questi signori : MUMMIE. Fuori dai coglioni.

        1. Perciò mi stai dicendo che il problema del Milan sono Gattuso, Nesta e Ambrosini? Mi stai dicendo che sulla carta non dovremmo averla gente che corre ma questa stessa gente ha fatto una stagione ignobile per comportamenti dentro e fuori dal campo?

          Bene. Continua a dormire, quando ti svegli e ti accorgi che sono i giocatori che nell’immaginario comune dovrebbero fare la differenza ad essere totalmente assenti, fammi un fischio.

          In una rosa di 28 giocatori avere tre senatori tra le riserve non capisco che problema ti crei. La coppia centrale sarà Thiago Silva e l’antiestetico Acerbi, poi quando arriva il Barcellona, se Acerbi non è pronto, si mette Nesta che ha recentemente mangiato in testa a Messi. Per quanto riguarda Rino e Ambro è il contrario, li farei giocare in partite più semplici per far tirare il fiato a qualcuno.

          La Juve senza Del Piero che segna il gol decisivo nella partita più difficile ci era dietro.

          3 senatori a 2 milioni di euro. A far capire a quelli come Taiwo, quelli come Boateng che qua si suda ogni santo giorno.

          Vogliamo fare soldi? Bene, nessuno ci compra Pato nemmeno se lo mettiamo all’asta, però fuori dai coglioni Robinho e fuori dai coglioni Boateng ora che magari qualcuno ce lo compra, via Emanuelson, via Mexes se ci guadagnamo qualcosa. Si fa bottino e si prendono un paio di giocatori di livello. 25 giocatori + 3 senatori.

  19. Comunque lo scudetto possiamo tenerlo sul petto: se loro metteranno 3 stelle OVUNQUE, allora ognuno può fare il cazzo che vuole.

  20. AltairTK

    Premetto 3 cose:
    1) Ho un gran rispetto per Seedorf come giocatore ed esperienza.
    2) Ibrahimovic non mi piace come gioca e come costringe gli altri a giocare.
    3) Allegri non l’ho probabilmente mai sentito come un’allenatore degno del Milan.
    Però se adesso devo fare un’analisi della partita di ieri mi devo ricredere in 2 punti su 3.
    1) Seedorf era inguardabile, non ne ha indovinata una ed è uscito (troppo tardi) anche un pò stizzito. Ora se era incavolato perchè si è reso conto di aver fatto pietà gliene do atto, ma se si è arrabbiato per la sostituzione la cosa mi stupirebbe perchè un giocatore del suo calibro dovrebbe benissimo rendersi conto di aver fatto pena. Clarence grazie di tutto, ma cominciano ad essere un pò troppe le prestazioni al di sotto dei livelli che ci aveva abituato in passato.
    2) Si fa presto a sparare a Ibrahimovic considerandolo il male della squadra (e molte volte mi ci metto pure io in mezzo). La svogliatezza di queste ultime partite ne accentua anche la facilità con cui lo si addita. Ma ieri i suoi 2 porchi Goal li avrebbe anche fatti, segno che per l’ennesima volta questo giocatore da solo ti decide le sorti di una partita in 10 minuti. Il fatto che sia scoglionato potrebbe anche essere il risultato di vari fattori tra cui il rendersi conto che lo scudetto “è a Milano da troppi anni e quindi DEVE cambiare città” e che attorno a lui comunque ha una squadra forte, ma messa in campo dal Mister un pò allo sbaraglio per l’ennesima volta e i risultati si vedono.
    3) Su Allegri invece confermo la mia opinione. Ha avuto qualche intuizione positiva durante la stagione e gliene do atto, ma semplici lampi nel buio che ai fini dei risultati odierni ci stanno irrimediabilmente portando alla magra consolazione di solo 1 titulo conquistato a Pechino.
    Mancano 5 giornate, per il Milan una scalata dell’Everest, per la Juve un’autostrada in discesa. Però finchè la matematica non conferma una flebile speranza c’è.

  21. è finita nel modo peggiore possibile con il gol preso in contropiede con la difesa alta e schierata male

    le colpe sono sia di Allegri che di alcuni giocatori ma anche della società

    Allegri ha sbagliato a preferire Bonera a Yepes , quest’ultimo ottimo nella partita di Verona ma anche le scelte di Seedorf e Robinho sono è molto discutibili

    alcuni giocatori ieri hanno giocato con sufficienza non hanno giocato con il coltello tra i denti lottando su ogni pallone

    la società o meglio il presidente ha sbagliato a tenere Pato e non prendere Tevez

    quest’anno è mancato l’apporto positivo per vari motibvi di Boateng Pato e dello stesso Robinho rispetto allo scorso campionato alla fine abbiamo pagato questa differenza

    l’unica nota positiva è che con questo fiasco si può cambiare l’allenatore e ringiovanire la rosa

  22. Ibra i lampi li ha sempre avuti. Il problema è che i lampi non sono sufficienti se poi rallenta il gioco tutta la partita e costringe la squadra a giocare male e a scoprirsi

  23. Lpf deve capire che uno spogliatoi è anche politico e che fin quando non vengono demoliti i poteri vecchi non si permette ai nuovi d’ insediarsi. Lpf deve acapire anche l’ esigenza di un ricambio.

    Far fuori Seedorf, Gattuso, e Zambrotta in blocco significa cambiare le gerarchie dello spogliatoio. Questo è lo zoccolo duro di Galliani.

    Senza di loro la guida della squadra potrebbe trasferirsi ai vari: Abate, Thiago Silva, Cassano, El Sharaawi.

    I poteri forti fanno solo male sul lungo periodo e vanno demoliti

Comments are closed.