Questo gol di Muntari, il terzo in questo campionato, forse pesa di più di quello alla Juventus. Un bruttissimo Milan espugna il Bentegodi con solamente quattro tiri in porta – meno solamente a Torino nella sconfitta per 2-0 contro la Juventus. Eppure abbiamo dimostrato di essere ancora vivi per lo scudetto e di mostrare che anche noi, quando serve, sappiamo gettare il cuore oltre l’ostacolo. Su questo tema non posso non citare i 62 minuti di Rino Gattuso – un esempio per tutta la squadra di come nonostante i propri limiti tecnici si possa lo stesso dare tutto e uscire dal campo a testa altissima. Cosa che non ha fatto, ad esempio, Zlatan Ibrahimovic per cui caldeggerei un turno di riposo nella gara col Genoa dopo la peggior partita della stagione, fermo, svogliato e irritante.

Il resto sono certezze che sapevamo già da tempo, che Yepes sulla partita singola è meglio di Mexes, che Seedorf è un calciatore finito, che Nesta sulla partita singola, anche al 50%, è ancora il miglior difensore al mondo, che De Sciglio emerge sulla fascia destra giocando una partita normale per il solo fatto che corre in mezzo ad un mare di staticità. Il gioco ovviamente è stato carente, senza l’episodio di Muntari era una gara da 0-0, ma non era questa la gara in cui si poteva e si doveva fare gioco con l’organico a disposizione. Se penso ad una partita dello scorso anno mi viene in mente quella contro il Brescia, sofferta e risolta da un episodio che vide Robinho in contropiede.

Ora aspettiamo e vediamo cosa succede da qua a Sabato, perché col cuore puoi vincere una partita ma non certo il titolo – servono recuperi e servono in fretta prima di una settimana di sosta che sarà oro colato per noi in questo momento. C’è poi da lavorare sui calci piazzati e sui contropiedi, anche oggi sprecati malamente (mentre proprio il Chievo stava per segnare con un bello schema su Pellissier). Per ora godiamoci una notte nuovamente in cima alla classifica aspettando di vedere cosa succederà domani a Torino, se il parrucchino voleva vederci sputare sangue, è stato accontentato.

CHIEVO-MILAN 0-1 (Primo tempo 0-1)
MARCATORE: Muntari all’8′ p.t.
CHIEVO (4-3-1-2): Sorrentino; Sardo (dal 29’ s.t. Cesar), Dainelli, Acerbi, N.Frey; Bradley, L.Rigoni, Sammarco (dal 21’ s.t. Luciano); Thereau; Paloschi (dal 25’ s.t. Cruzado), Pellissier. (Puggioni, Andreolli, Hetemaj, Uribe). All: Di Carlo
MILAN (4-3-1-2): Abbiati; De Sciglio, Nesta, Yepes, Zambrotta; Gattuso (dal 17’ s.t. El Shaarawy), Muntari, Nocerino; Seedorf (dal 43’ s.t. Strasser); Robinho (dal 23’ s.t. Emanuelson), Ibrahimovic. (Amelia, Mexes, Cassano, M.Lopez). All: Allegri.
ARBITRO: Valeri di Roma.
NOTE – Spettatori 20.000 circa. Ammoniti Muntari, ZambrottaSammarco, Dainelli e Sardo per gioco scorretto, Pellissier per proteste. Angoli 8-2. I Recuperi 2’ p.t.; 4’ s.t

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.