Donnarumma 10: solo perchè pure da spettatore fa rosicare le brighelle antimilaniste.

Abate 6,5: buona partita, un po’ impreciso ma d’altronde lo conosciamo. In questo formato è sicuramente utile alla causa.

Romagnoli 7: domina. Ma resta comunque più scarso di Murillo senza se e senza ma. Cit.

Alex 6: non se n’è sentito il bisogno.

Antonelli 7: avrebbe avuto un +2 tranquillo al fantacalcio non fosse per la poca lucidità sotto porta dei nostri, a dispetto di quanto racconti il risultato.

Kucka 6,5: tignoso, ruvido, potente, si accoppia bene con Monto.

Bonaventura 7,5: la chiave tattica, insieme a Cerci. Ma perfetto anche in tutto il resto, tanto per gradire.

Montolivo 6,5: mai in affanno, le critiche ad ora sono ingiuste. Utile.

Poli 5: l’unico in difficoltà, e in una serata così è grave. Mediocre?

Luiz Adriano 6: bel gol ma errore terrificante sotto porta. Con un Niang così è sacrificabile, ma in panca è un lusso.

Bacca 6: impreciso, non trova il gol. Ma fa un lavoro che in pochi noteranno.

Cerci 7,5: modifica il modulo a suo piacimento imperversando sulla destra, e quando punta l’uomo è in formato Torino. Ritrovasse pure il tiro a giro…

Niang 9: non esaltiamoci ancora, però stasera sì.

Mihajlovic 7: e ora, continuità. Please.

Mattia Urbinati

Posted by Mattia Urbinati

Prima c’era il gioco del calcio, poi è arrivato il Milan. Da quel momento tutto è cambiato. (L'Equipe)