Abbiati 7 – Provvidenziale su Quagliarella, incolpevole su Matri. Per il resto controlla con sicurezza

Abate 5,5 – Prestazione mediocre del biondo terzino, i cui cross a bersaglio ormai si contano sulle punta delle dita… di una mano

Mexes 4,5 – In campo non demerita, ma cadere nelle provocazioni di Borriello potrebbe costare caro, Nesta non è recuperato e Thiago Silva è in evidente carenza d’ossigeno

Thiago Silva 5,5 – Ultimamente le sbavature del brasiliano sono tante, segnale che non sta benissimo ma la mancanza di alternative lo tengono in campo anche in queste condizioni. Ha bisogno di ricaricarsi psico-fisicamente, il duo Mexes-Nesta potrebbe concederglielo, infortuni ed episodi permettendo

Antonini 5,5 – Vedi Abate, è un giocatore mediocre che va bene in Serie A quando giochi contro 2/3 delle formazioni ma solo perchè il nostro è un campionato mediocre dove la permanenza in A è obbiettivo stagionale di 10/12 squadre

Nocerino 7 – Ottavo goal e una buona gara a centrocampo, il su diretto avversario è Marchisio e non è pervenuto

Van Bommel 6,5 – Qualcuno ieri sera ha onestamente rimpianto Pirlo davanti alla nostra difesa?

Muntari 6,5 – Sarebbe stato incredibile, due goal in due partite al Milan. Una rondine non fà primavera, ma le rondini son già due

Emanuelson 6 – Sufficienza, senza infamia e senza lode

Ambrosini 6 – entra in partita quando la Juventus alza il ritmo

Robinho 6,5 – partita di gran sostanza la sua, rincorre gli avversari, recupera palloni, faà ripartire le azioni. Se solo il suo connazionale avesse la sua abnegazione

Pato 3 – Ectoplasma. Prova d’appello fallita, il primo giorno di mercato va messo su un aereo

El Shaarawy 5 – Il Faraone ieri non ha inciso, corre molto ma sbaglia altrettanto. Poca cattiveria

Allegri 6 – formazione obbligata, toglie Pato per El Shaarawy ma lascia l’attacco rossonero per 49° senza un vero attaccante. Gli ultimi minuti, soprattutto con la pressione che saliva, inserire Inzaghi avrebbe tenuto la Juventus qualche metro più indietro e con il fiato sul collo.

Posted by Andrea Colonna

Editorialista