Al San Paolo di Napoli va di scena la sfida tra Napoli e Milan con i primi che devono obbligatoriamente vincere se vogliono avere ancora possibilità di qualificarsi alla prossima Champions e i secondi che vogliono interrompere la serie negativa.
Trattasi della classica partita che promette scintille e infatti viene assegnata ad uno dei direttori di gara più esperti nonché internazionale: Paolo Silvio Mazzoleni della sezione di Bergamo. In questa stagione l’arbitro Bergamasco non sta brillando ne in Europa ne in Italia.

Mazzoleni e i rossoneri si sono incontrati in 17 occasioni facendo contare 7 vittorie, 5 pareggi e 5 sconfitte.

Il primo e più importante episodio da moviola della partita si verifica dopo quarantadue secondi: Hamsik supera De Sciglio e si porta a tu per tu con Diego Lopez ma viene subito atterrato nettamente proprio dal terzino sinistro rossonero. Mazzoleni non ci pensa due volte e assegna calcio di rigore al Napoli per poi espellere De Sciglio: entrambe le decisioni sono giuste in quanto De Sciglio entra dritto sullo stinco destro di Hamsik in modo da fermare una chiara occasione da gol ( tu per tu con il portiere).

Ci catapultiamo direttamente al secondo tempo quando al 59’ Hamsik mette una palla bassa a centro dell’area di rigore dopodiché Higuain la intercetta e la stampa sul palo: Higuain era nettamente in fuorigioco superando anche la linea del pallone. Al 64’ è giusto estrarre il giallo per Albiol che stende da dietro Honda all’altezza del centrocampo (fallo tattico).
Un errore del gruppo arbitrale si verifica al 67’ quando il Napoli recrimina un secondo calcio di rigore: arriva un cross al centro dell’area di rigore napoletana ma Gabbiadini, nel tentativo di giungere un pallone, viene trattenuto per la maglia da Paletta: il calcio di rigore era netto in quanto era evidente la trattenuta.
Al 78’ il Napoli recrimina un terzo calcio di rigore per un presunto fallo di Alex su Mertens. Mertens entra in velocità in area di rigore ma, all’altezza della linea di fondo, incrocia Alex e finisce a terra:  Alex si ferma senza muovere un muscolo ma Mertens cerca il contatto sgambettandosi “da solo” sul polpaccio di Alex. Rigore che non c’era ma sarebbe stato giusto ammonire Mertens per simulazione.

 

Prestazione abbastanza buona quella di Mazzoleni che prende le giuste decisioni in quasi ogni occasione. Per quanto riguarda il rigore non assegnato per la trattenuta su Gabbiadini le colpe sono da attribuire al giudice di porta in quanto l’arbitro si trovava in posizione defilata e coperto da vari giocatori. Piccole imprecisioni da parte dei guardalinee ma che comunque non coprono una buona prestazione.

A fine primo tempo si verifica un episodio curioso che vede come protagonista proprio il Sig. Mazzoleni: Insigne manifesta platealmente il suo disappunto per una decisione del direttore di gara ma Mazzoleni gli risponde per le rime con un “ Ma che ca… vuoi?!”. Episodio del tutto negativo in quanto l’arbitro dovrebbe essere sinonimo di signorilità e dovrebbe dare il buon esempio usando un linguaggio consono.
PS: Questo episodio non influirà sul voto in quanto si valuta solo il compito professionale.

Voto Mazzoleni: 6

Posted by Nocerino Giuseppe

Nato a Napoli nel 1994. Frequenta il corso di Laura in Scienze dell'Amministrazione e Organizzazione. Schermidore. Tifoso del Milan da sempre e amante della classe arbitrale di cui faceva parte. In passato ha collaborato con vari di siti di Wrestling e Sport. Dal 05/10/2014 è entrato a far parte di Rossonerosemper come Moviolista.