E il terzo scempio consecutivo, ampiamente previsto, è arrivato. Da commentare c’è poco: una partita platealmente condizionata dall’ennesima indecenza dell’indegno Mattia De Sciglio, un giocatore che prima mette piede fuori da Milanello insieme al suo compagno di bevute, meglio è. Il resto della gara dice veramente poco: in 10 al San Paolo farebbe fatica anche la Juve, figuriamoci questo Milan. Non è questa la serata per indignarsi e lanciare accuse random: la partita è stata compromessa contro una rosa molto più forte di noi, che costa più di noi e a casa loro.

Di campo c’è veramente poco. Dice che senza Menez non abbiamo un uomo che tenga alta la palla – ma era prevedibile. Così come era prevedibile il solito ennesimo e vergognoso calo dopo 60 minuti di gioco che ha portato il Napoli a segnare tre gol (eccessivamente colpevole Bonera, che ha la colpa di entrare proprio in quel momento, ma fa meglio di Bocchetti). Prevedibile in 11, prevedibile soprattutto in 10 con un Milan che ha saputo difendere e basta creando la migliore occasione nel primo tempo con Bonaventura ma scomponendosi totalmente nel secondo quando si alza il baricentro.

Il risultato è quindi l’inevitabile terza sconfitta consecutiva (alla prossima arriva la Roma, non c’è tre senza quattro) e la conferma quasi matematica dei preliminari di coppa Italia in estate. Ormai non c’è nemmeno la possibilità di incazzarsi, solo tanta indifferenza. Se di campo quindi c’è poco da dire, vi lascio con un paio di informazioni sul futuro in modo che possiate fare ordine tra le varie cazzate che leggete in giro.

  1. Le cordate interessate all’acquisto del Milan sono più di una. Bee ha ottenuto priorità sulle altre ieri con l’incontro in albergo. Mancano i dettagli per chiudere
  2. Bee acquisirà il 49% del Milan subito per poi salire in maggioranza dopo aver definito l’assetto societario e la posizione in borsa
  3. Silvio Berlusconi vuole lasciare da vincente. Se entra Bee si farà un grosso mercato con soldi non suoi
  4. Bee rappresenta emirati arabi e cinesi. Sono tanti soldi. 1,4 miliardi di dollari complessivi di investimento.

Per questi motivi capite bene che non vediamo l’ora che questa stagione finisca e si torni a lottare per le posizioni che contano. E alla sua fine, per fortuna, mancano solo quattro partite. Tenete duro, anche per chi dopo si ricorderà di essere tifoso del Milan.

Napoli – Milan 3-0
Napoli (4-2-3-1): Andujar; Maggio, Albiol, Britos,Ghoulam; Jorignho (10′ st Gabbiadini), David Lopez (38′ st Luperto); Callejon, Hamsik, Insigne (24′ st Mertens); Higuain. A disp.: Rafael, Colombo, Mesto, Henrique, Strinic, Koulibaly, Inler, Gargano, D. Zapata. All.: Benitez
Milan (4-3-3): D. Lopez; De Sciglio, Alex, Paletta, Bocchetti (15′ st Bonera); Poli, De Jong, van Ginkel; Honda, Destro (11′ st Pazzini), Bonaventura (39′ st Felicioli). A disp.: Abbiati, Donnarumma, Albertazzi, Zaccardo, Zapata, Cerci, Di Molfetta. All.: Inzaghi
Arbitro: Mazzoleni
Marcatori: 25′ st Hamsik, 29′ st Higuain, 31′ st Gabbiadini
Ammoniti: Albiol, Hamsik (N)
Espulsi: De Sciglio (M)

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.