Al Friuli va di scena la sfida tra Udinese e Milan. La partita di questo pomeriggio è stata affidata alla direzione di Antonio Damato proveniente dalla sezione di Barletta. Il Milan e l’arbitro di Barletta si sono incontrati in 18 occasioni facendo contare 8 vittorie, 4 pareggi e ben 6 sconfitte.

Il primo tempo è stato molto aggressivo e ricco sotto il punto di vista moviolistico.

Il primo intervento dell’arbitro si verifica verso l’ottavo minuto quando Domizzi entra in ritardo da dietro su Pazzini all’altezza del centro campo, l’arbitro fischia giustamente il fallo senza dare alcuna sanzione: c’era il cartellino giallo in quanto trattasi di un entrata in ritardo e da dietro.
Pochi minuti più tardi Pinzi blocca un passaggio dei rossoneri con una mano in maniera volontaria ma l’arbitro lascia proseguire: grave mancanza di Damato in quanto il tocco di mano andava punito con una punizione con cartellino giallo.
Al 28’ arriva una giusta ammonizione per Domizzi dopo che quest’ultimo entra nuovamente in netto ritardo su Pazzini (intervento quasi identico al primo).
Al 37’ arriva un’altra giusta ammonizione questa volta per Pinzi che blocca una ripartenza a centrocampo di Suso con un fallo tattico. Poco dopo giusto sanzionare con il giallo il rossonero Pazzini per un intervento scomposto e da dietro su Badu.
Primo intervento degno di nota e anche l’unico della partita si verifica in pieno recupero quando, dopo un traversone proveniente dalla destra, Antonelli controlla il pallone in area e insacca in rete ma Damato ferma tutto: decisione che sembra essere giusta in quanto poco prima dell’arrivo del pallone Antonelli allunga il braccio sinistro facendo perdere la coordinazione a Widmer. Spinta che sembrerebbe lievissima ma tale da far perdere l’equilibrio a Widmer che stava cercando di raggiungere il pallone di testa.

Unico episodio da segnalare del secondo tempo si verifica al 68’ quando viene segnalato un fuorigioco ai danni dell’Udinese per una posizione irregolare di Therau: decisione inesatta in quanto il giocatore dell’Udinese era tenuto in gioco da ben due giocatori rossoneri.
 

Partita dove si verifica poco o nulla sotto il punto di vista arbitrale. Antonio Damato conferma il suo buon periodo di forma anche se deve rivedere la sua gestione delle sanzioni. Assistenti che spesso e volentieri hanno sbagliato varie decisioni partendo dall’assegnazione delle rimesse laterali finendo a qualche fuorigioco.

Voto Damato: 6

Posted by Nocerino Giuseppe

Nato a Napoli nel 1994. Frequenta il corso di Laura in Scienze dell'Amministrazione e Organizzazione. Schermidore. Tifoso del Milan da sempre e amante della classe arbitrale di cui faceva parte. In passato ha collaborato con vari di siti di Wrestling e Sport. Dal 05/10/2014 è entrato a far parte di Rossonerosemper come Moviolista.