A Firenze va di scena la sfida per l’Europa tra Fiorentina a Milan. Il designatore ha affidato il match a Carmine Russo della sezione AIA di Nola.

Il direttore di gara, in A dal 2007, ha incrociati i rossoneri in 11 occasioni facendo contare 6 vittorie e 5 sconfitte.

Come ogni sfida tra i viola e i rossoneri che si rispetti  ci si aspetta una gran varietà di episodi da moviola ed infatti anche questa sera non si è smentiti.

 

Si parte subito con un errore : Van Ginkel ferma una ripartenza della fiorentina con un fallo tattico (trattenuta) l’arbitro fischia ma manca un giallo che sarebbe stato abbastanza scontato.
La prima ammonizione si verifica al 22’ quando Menez ferma una ripartenza della Fiorentina con il braccio: ammonizione giusta in quanto il rossonero ha il braccio largo e sembra aver fermato l’azione volontariamente. Poco dopo è giusto fischiare il fallo di Illicic ai danni di Abate anche se ci sono molte perplessità riguardo le tempistiche del fischio: l’arbitro lascia proseguire per 8/10 secondi per poi fischiare. Scelta personale quella di Russo perché il primo assistente aveva segnalato l’intervento immediatamente.
Al 28’ giusta l’ammonizione per Van Ginkel che entra (scivolata) in netto ritardo su Pasqual: il giocatore viola salta l’intervento ma si tratta di un ovvio gioco pericoloso.
Un’altra ammonizione si verifica al 33’ ai danni di Mexes: il francese si disinteressa della palla e commette un fallo di ostruzione su Richards non permettendogli di partecipare all’azione.
Dieci minuti più tardi viene fischiato un fuorigioco ad Honda che si stava per recare in area di rigore: segnalazione che sembra sbagliata in quanto è Richards (lato opposto ad Honda) ad essere di qualche centimetro più avanti del Giapponese.
L’ultima disattenzione della classe arbitrale si verifica al 42’ quando Mexes intercetta un passaggio di Diego Lopez ( rimessa dal fondo) all’interno dell’area: da regolamento si doveva ripetere ma Russo lascia proseguire.

Il secondo tempo tarda ad arrivare infatti, per qualche strana ragione, si parte con un ritardo di circa 12’’.

Il primo episodio del secondo tempo si verifica al 51’ quando viene ammonito giustamente Pasqual per un intervento in ritardo che ferma la ripartenza di Honda. Pochi minuti più tardi viene ammonito anche Rodriguez: il giocatore viola atterra Destro nell’uno contro uno. Corretto il provvedimento arbitrale.
Al 70’ manca il secondo giallo per Mexes: il francese ferma da dietro Gilardino senza toccare il pallone. Secondo giallo che ci poteva stare.
Rispettivamente al 75’ e 76 vengono ammoniti giustamente anche Illicic e Dego Lopez: il primo atterra Essien con un intervento il scivolata da dietro mentre il secondo per ripetute perdite di tempo.

L’episodio che lascia più dubbi si verifica al 85’ quando, dopo un cross da parte della Fiorentina, Abate trattiene per la maglia Rodriguez all’interno dell’area di rigore non permettendogli di raggiungere il pallone: trattenuta che ci sta così come ci poteva esserci il rigore per la Fiorentina.

A fine partita giusti i 6’ di recupero dovuti dalle svariate perdite di tempo e all’infortunio di Russo con conseguente sostituzione.

Arbitraggio nella norma quello di Russo che utilizza fin da subito il pugno duro ammonendo a destra e manca. Mancano alcuni gialli che avrebbero potuto portare anche ad una doppia ammonizione con conseguente rosso. Manca un rigore alla Fiorentina che Valeri (giudice di linea) non vede.
Nei minuti finali “entra” Valeri che gestisce come può e a freddo i minuti finali.

 

Voto Russo: 5+
Voto Valeri: N/C

 

Posted by Nocerino Giuseppe

Nato a Napoli nel 1994. Frequenta il corso di Laura in Scienze dell'Amministrazione e Organizzazione. Schermidore. Tifoso del Milan da sempre e amante della classe arbitrale di cui faceva parte. In passato ha collaborato con vari di siti di Wrestling e Sport. Dal 05/10/2014 è entrato a far parte di Rossonerosemper come Moviolista.