Il Milan si vede impegnato in una sfida decisiva se si vuole ancora sperare ancora in una qualificazione alla prossima UEFA Champions League. Lazio – Milan si presenta così per entrambe le squadre ma alla fine l’unica a sorridere è la Lazio che fa proseguire la striscia negativa dei rossoneri.
Designato è Paolo Silvio Mazzoleni della sezione AIA di Bergamo.

I precedenti tra Mazzoleni e i rossoneri fanno registrare 7 vittorie, 5 pareggi e 4 sconfitte.

Di certo non si può dire che sia stata una partita tranquilla sotto il punto di vista arbitrale. Si parte subito al primo minuto di gioco quando la Lazio recrimina un rigore per intervento di Bonaventura su Radu: Radu cercando di raggiungere il pallone anticipa il rossonero che correndo fa incrociare il proprio ginocchio con quello del laziale. L’intervento c’è ed è anche netto in quanto Radu aveva anticipato Bonaventura. L’arbitro lascia proseguire ma il rigore c’era.
Poco più tardi Abate compie un intervento a forbice su Radu: seguendo la prassi il cartellino giallo era d’obbligo ma l’arbitro non prende provvedimenti. Al 9’ giusto il giallo per Poli che entra nettamente in ritardo sul giocatore avversario. Tre minuti più tardi Klose cerca di raggiungere il pallone ma nel tentativo di superare Mexes lo aggancia alla gola e lo tira giù: l’arbitro fischia giustamente il fallo in attacco ma c’era anche l’ammonizione per fallo a palla lontana e comportamene antisportivo.
Al 15’ Mazzoleni prende una svista clamorosa non dando la seconda ammonizione a Radu (ammonito giustamente al 2’ per condotta antisportiva): il giocatore della Lazio entra con un intervento killer a forbice su Bonaventura che resta sul terreno dolorante. In questi casi il cartellino è più arancione che giallo ma l’arbitro di Bergamo non prende alcun provvedimento se non la ovvia punizione. Intervento chiave in quando la Lazio si sarebbe trovata in 10 uomini per gran parte della partita. Dieci minuti più tardi Menez viene messo giù durante una ripartenza offensiva rossonera: Mazzoleni lascia proseguire credendo che il laziale colpisca la palla ma non è così.  Poco più tardi vengono ammoniti rispettivamente Biglia, Cataldi e Armero. Tutte giuste: per i primi due casi trattasi dei classici falli tattici mentre il rossonero compie un intervento pericoloso e scomposto su Mauri rischiando di farlo male seriamente.
L’ultimo episodio del primo tempo vede la Lazio recriminare per la seconda volta un calcio di rigore: Mexes trattiene per la maglia Mauri che anche in questo caso era in vantaggio sulla palla. Rigore probabilmente più netto del primo in quanto si può notare palesemente che la maglia del laziale si allunga.

Secondo tempo più ordinato del primo se non fosse per la rissa finale.
Al 62’ grande spavento per Marchetti dopo essere stato colpito alla nuca dai tacchetti di Menez: il rossonero, nel tentativo di arrivare sul pallone, colpisce con gli scarpini la nuca di Marchetti che rimane a terra dolorante e con un vistoso taglio. L’arbitro assegna solo il fallo in attacco ma sarebbe stata giusta l’ammonizione. E’ vero che Menez non lo fa con intenzione ma è anche evidente che non cerca ne di tirare indietro la gamba ne di rallentare. Comunque è da mettere in evidenza il grande Fair Play del francese.
Passiamo direttamente al 90’ quando Mauri colpisce con un calcetto Mexes: trattasi di un intervento a palla lontana e quindi punibile con un ammonizione che l’arbitro non estrae. L’errore di Mazzoleni scaturisce la furia di Mexes che cerca il contatto fisico con Mauri ma fortunatamente i compagni riescono a fermarlo. Pochi secondi dopo il gioco riprende ma immediatamente Mexes si avvicina nuovamente a Mauri mettendogli una mano alla gola causando giustamente l’espulsione per comportamento antisportivo. Nel mezzo della rissa viene ammonito Mauri: ingiusta in quanto è la vittima della reazione di Mexes.
Preferisco non commentare la reazione di Mexes dopo l’espulsione in quanto sarà materia del giudice sportivo.

In generale si può considerare la prova di Mazzoleni molto negativa. Si sono susseguiti errori su errori con valutazioni su alcuni episodi completamente sbagliate. Spesso e volentieri è sembrato distante dal gioco causando vari comportamenti antisportivi da parte dei giocatori. Senza trovare giustificazioni per Mexes ma si può dire che la rissa è stata anche causata dagli errori del direttore di gara.

 

PS: Chiedo scusa per non aver fatto la moviola della scorsa partita ma per un viaggio organizzato all’ultimo minuto non ho potuto seguire Milan-Atalanta.

Posted by Nocerino Giuseppe

Nato a Napoli nel 1994. Frequenta il corso di Laura in Scienze dell'Amministrazione e Organizzazione. Schermidore. Tifoso del Milan da sempre e amante della classe arbitrale di cui faceva parte. In passato ha collaborato con vari di siti di Wrestling e Sport. Dal 05/10/2014 è entrato a far parte di Rossonerosemper come Moviolista.