Distrutto tutto quello che si era fatto di buono nelle ultime tre partite, una squadra a due volti a seconda dell’avversario: attenta e cinica nelle sfide importanti e trasandata nei match con squadre di provincia, queste squadre a differenza delle prime non danno spazi. Da questa partita si evince di quanto il Milan abbia bisogno di un terzino sinistro, De Sciglio da ritrovare sotto tutti i punti di vista a partire dalla posizione in campo (perchè quando si propone e arriva sul fondo non ne azzecca una); se a sinistra piangiamo, a destra non stiamo allegri: Rami è in difficoltà anche nei primi minuti, dove il Milan ha giocato una buonissima partita, perchè spesso fuori posizione nel difendere gli inserimenti di Sansone e De Sciglio troppo falloso nel contrastare Berardi.

Dunque il punto debole del Milan quest’oggi sono state le corsie, poco difese anche dagli esterni offensivi: El alto nella fase di non possesso e Jack che veniva troppo all’interno del campo. Questo movimento è dovuto al poco pressing applicato dai centrocampisti dopo il goal subito a differenza di quando eravamo in vantaggio, dove costringevamo il Sassuolo a giocare il pallone di fretta. A mio avviso crolliamo insieme alla forma fisica di Essien che trascina con se Montolivo, il quale non riesce più a entrare all’interno della partita, ma questo già lo sappiamo da tempo perchè se non supportato va in difficoltà.

A tutto questo si aggiunge l’ennesimo goal subito da palla in attiva, vera piaga della nostra squadra; evidentemente a Milanello si lavora poco su questi dettagli. Nel caso di ieri i nostri avversari sono più scaltri di noi in questa situazioni, infatti è bravo Missiroli a far blocco (forse falloso) su De Sciglio che si occupava della marcatura di Zaza, facendogli perdere l’uomo. Ancora una volta non riusciamo a dare continuità alle buone prestazioni che ci mettiamo alle spalle, segno che c’è molto da fare e sarà molto difficile arrivare a quel maledetto terzo posto.

I migliori:

  • Bonaventura: l’unico che prova a dare una quadratura agli attacchi, cercando il passaggio smarcante.

I peggiori (in assoluto):

  • De sciglio: chissà cosa è successo a questo ragazzo, una cosa da fare è sicuramente spostarlo nella fascia di sua preferenza.
  • Essien: fuori condizione, lo si vede anche dai passaggi sbagliati in fase di possesso.
Mauro Fede

Posted by Mauro Fede

Appassionato fin da bambino del gioco del calcio, merito di mio padre e di Paolo Maldini se sono rossonero. Il mio punto forte? Analizzare dal punto di vista tattico qualunque partita, andando al di là delle semplici statistiche. Non solo di questo mi interesso, ho un ottimo feeling con l'informatica che mi porterà ad avere nei prossimi mesi una laurea in questo campo.