E’ stata una commedia alla Napoletana nella migliore delle sue salse. Una commedia che ha visto tre protagonisti distinti (Il Milan, Donnarumma e Raiola) ed uno solo uscirne vincitore. Il rinnovo di Donnarumma alle cifre vociferate oggi sui giornali è una follia. Un’assurdità. Sei milioni netti a stagioni per un pischelletto che in carriera ha all’attivo un’annata buona (perché il girone di ritorno di quest’anno non è sufficiente) ed un Europeo Under 21 fallimentare alle spalle. Più l’ingaggio del fratello ad un milione netto (mi raccomando Antò, scrivilo ancora su Instagram che non vivi sulle sue spalle, eh!)

Ha perso Donnarumma. Ha perso perché se nell’immediato avrà un conto in banca molto più alto con questo si è giocato l’affetto dei tifosi del Milan. Ne sarebbe uscito pulito solamente a cifre congrue e possibilmente senza Mino Raiola come procuratore. Ha perso anche l’innocenza da ragazzino dopo essersi comportato come una serpe anteponendo i suoi interessi a quelli del club, non mettendoci mai la faccia e assecondando un procuratore avido di potere e soldi. Ora sarà giudicato come l’ingaggio che prende e dovrà parare anche i fili d’erba. Non ci saranno più tifosi che danno la colpa ai Paletta delle sue papere a Pescara o guarderanno dall’altra parte mentre il Napoli fa gol dalla distanza che poteva evitare. Dovrà giocare costantemente sotto pressione dei tifosi e pressione di media pronti – giustamente – a crocifiggerlo al primo errore.

Ha perso il Milan. Qualcuno dirà “come? Ha evitato di perderlo a zero!“. Facciamo due conti: tra lui ed il fratello sono 13 milioni lordi annui. Tra un anno potrà liberarsi a 50 in caso fallissimo la Champions League, ipotesi comunque possibile con un mercato che ad oggi ha tante scommesse e due buonissimi giocatori, ma reduci da una pessima stagione in Germania (in altre parole credo che al momento il Milan possa arrivare 2° così come 7° con questo organico, troppe variabili di campo e non mi fido di Montella). Qualora ciò accadesse il Milan ricaverà 37 milioni al netto delle commissioni a Raiola. Poco più dei 30 offerti dal Real quest’estate. Il Milan, inoltre, non giocherà con un portiere in scadenza ma giocherà comunque con un portiere non sicuro di restare la prossima stagione. Ciò che mi fa paura è infatti l’impatto sul resto della squadra, nuovi acquisti compresi, presentati giustamente per la stampa e i tifosi come top o giocatori importanti e che nei fatti prenderanno tra la metà ed un terzo del suo ingaggio. Di solito, spogliatoi così, tendono ad esplodere. Spero, perlomeno, che la società sia riuscita ad imporsi su Raiola facendo valere le clausole solo per l’estero e mi auguro che la fascia di capitano non vada sfregiata sul suo braccio. (Si, meglio Montolivo, che per vestire questa maglia si è fatto un anno di panca a Firenze e ha rifiutato due volte la Juventus, togliere la fascia ad uno dei pochi che ha avuto a cuore la maglia sarebbe uno sfregio inaccettabile)

Ha vinto Mino Raiola. E anche qua qualcuno dirà “come? Lo voleva portare al Real!“. Raiola ha ottenuto praticamente quasi tutto quello che voleva. Una via d’uscita bassa in caso di fallimento Champions, uno stipendio alto per il suo assistito ed immagino anche una discreta commissione per il rinnovo. Ha soprattutto ottenuto quella libertà di movimento (leggasi clausole) che ora non c’era. Ad oggi questo rinnovo, pardon salasso, è stato possibile solamente per l’opposizione del Milan che non potrà essere esercitata con una clausola rescissoria – peraltro la prima nella storia del club. Ma Raiola è soprattutto riuscito a far passare la cosa come se ci stesse facendo un favore tra rifiuti, conferenze, ripensamenti ed offerte che non esistono (se qualcuno pensa che il PSG, ingaggio più alto 13,1 lordi di Thiago Silva, abbia veramente fatto quell’offerta che casualmente spunta oggi offende da solo la propria intelligenza). Il piano di Raiola è soltanto rimandato ad estati successive. La mia speranza è che arrivi il pollo (possibilmente non zebrato) e ci dia questi maledetti 100 milioni: sarebbe l’unica via d’uscita vincente per il Milan. 

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.