Pensavo di averle sentite tutte, poi ieri entro su twitter e cosa leggo?
“Pellé per Bacca
Pellé per Bacca
Pelle per Bacca”
Vi giuro che per dieci minuti buoni ho creduto fosse uno scherzo, un tweet (per altro messo dal mio collega) messo lì come polemica giusto per fare girare le scatole a qualche tifoso!
Invece, continuo il mio giro turistico su twitter e leggo il nome di chi ha detto la boiata sopra: Luca Serafini.
Cioè, è tutto vero? Era meglio prendere Pellè per Bacca, sul serio? Delle volte penso davvero che in molti non si rendono conto che il cervello va collegato con la bocca.
Non comprendo, davvero, Bacca aveva una clausola di 30 milioni non è una trattativa scelta dal Milan: le clausole servono a questo. Vengono messe per essere pagate tutte e non per contrattare.
Ho una domanda breve: Pellè cosa ha vinto nella sua vita da protagonista assoluto? Vogliamo solo citare le due Europe League vinte da Bacca (praticamente)?
Però effettivamente è meglio Pellè, non notate come ci porta in alto l’Italia?

Tutto questo per accennare ad una semplice cosa: non vi sta mai bene niente.
Se avessimo preso Pellé e la Roma Bacca, perché tutti si dimenticano che sia Bacca che Adriano erano obbiettivi della Roma (Beffa Roma non è mai stato detto infatti Dzeko fa così bene in Italia…), saremmo stati qui a sentire le frasi “Galliani dov’era per Bacca?” o ancora “Galliani Merda!1!!!1” ed infine “Società di cialtroni, non spendono per giocatori importanti ma solo mezze seghe”.
E adesso spunta che volevano Pellé, la fotocopia di Matri praticamente solo più considerato da Conte.

In tutto questo malcontento generale per aver preso Bacca, vogliamo accennare alla vittoria con la Samp di giovedì?
Giusto così per ricordare i marcatori: Niang-Bacca.
Perché quando gioca Niang si vuole sempre Adriano in campo (e ultimamente anche Niang sta segnando e dicendo la sua).
Perché quando c’è Bacca in campo, non segna e non viene servito adeguatamente eppure ha già timbrato 8 volte quest’anno comprese di Coppa Italia. E per i giornali, una settimana fa, era un problema grave del Milan. Si doveva fare qualcosa contro questo ragazzo messo in prima pagina per non aver segnato niente da 1 mese e mezzo o poco più, frega un cavolo se Morata non segna dall’anteguerra o se Dzeko (“pagato con i soldi di Romagnoli, polli” cit) ha segnato in tutto 2 gol, forse 3, quanto Bonaventura nel Milan.
Però Bonaventura cambia procuratore eh, occhio! Galliani furbacchione.

Un anno fa era: “Non puntiamo sui giovani, vedi cediamo Cristante” e anche “Milan Italiano, che schifo”.
Pochi mesi fa si è aggiunto: “Bertolacci merda, pagato 20 milioni” e “Romagnoli non vale 25 milioni, potevi prendere qualcun altro per la difesa, gli hai pagato Dzeko”.
Oggi, di punto in bianco, siamo un Milan italiano ben messo a livello di elementi, Romagnoli è un grande e merita la nostra maglia e udite, udite: Bertolacci titolare.
Lo stesso che han criticato mesi fa perché non era al top della condizione e che volevano rispedire al Genoa.
E questi tifosi, seguono a iosa Serafini: fomentati nell’odio e nella guerra, non riescono più a capire dove sia il limite di pensiero proprio o se quello che dicono è qualcosa di altri.
Non capiscono più dov’è situato il limite di un ridicolo pensiero o del ridicolo in sé, e dove si trova invece il limite della decenza.

Secondo me, se domani prendessimo Ronaldo e Messi al Milan avremmo qualcosa da ridire lo stesso.
O se prendessimo Ronaldo e Thiago Silva diremmo che comunque non va bene, inventando una qualunque scusa possibile per andare contro la società, per poter fischiare allo stadio, per poter andare contro i ragazzi e per destabilizzare ancora di più un ambiente che invece andrebbe protetto.
Proprio da noi, visti i danni che fanno certi giornalisti e certe testate giornalistiche.
Stop: è ora di smetterla di rompere per ogni cosa e di trovare sempre ciò che non va bene e ciò che invece va bene (per voi).
Stop: è ora di tifare Milan.
Basta tifare contro, che non giova proprio a nessuno ed è ora che lo capiate.

Avete ragione, abbiamo ancora parecchi problemi da considerare e da risolvere soprattutto se guardiamo le ultime due partite di campionato.
Non abbiamo un gioco fluido e come ho sempre detto a noi manca qualche tassello importante a livello di rosa, in modo tale a avere titolari buoni e panchina decente.
Ma questo non vuol dire che si debba sempre buttare merda addosso alla squadra, o a Sinisa o alla società, soprattutto non quest’anno che si è operato discretamente sul mercato con soldi e trattative fatte correttamente (come la dilatazione dei 25 milioni di Romagnoli o Kucka a 3 milioni a fine mercato, che sta dimostrando di essere fondamentale per questa squadra).
Ah già, Kucka. Meglio De Jong, capitano sul campo, solo perché Kuco viene dall’amico Preziosi o sbaglio?

Comunque, per concludere l’editoriale e ritornare al punto focale: meno capre e più cervello.
Iniziate a capire il limite delle cose ed a giudicare da soli, non facendovi influenzare da un certo tipo di giornalismo ormai dedito solo allo screditamento generale o a fomentare odio e ribellione nei confronti di una squadra che attualmente è in corsa per la finale di Coppa Italia ed a meno 7 dalla zona CL o anche meno 5 d alla zona Europa League. Ovvero, nulla è ancora impossibile.
Perché, poi, sul carro, ci si va in pochi… Quelli veri.

MargheritAxen

Posted by MargheritAxen