Che la Roma giochi con De Rossi centrale in difesa, a me interessa poco. Che non lo si sottolinei si, mi interessa e anche tanto.
Loro, che avevano Romagnoli ma che gli hanno preferito un centrocampista adattato a centrale difensivo, vendendo il giovane a 25 milioni. 25 milioni dilazionati in 5 anni, ergo 5 milioni l’anno.
Chi è l’acquirente? Il Milan… Fosse stata la Juve a fare tale acquisto (o anche l’Inter perché no…) si sarebbe parlato di capolavoro, si, perché è un giovane italiano di belle prospettive che ha solo 20 anni e che può davvero crescere tanto.
Soprattutto perché ha dimostrato di saper tenere su una difesa da solo, la nostra.
Eppure si leggono solo critiche verso la società del Milan per aver speso troppi soldi in un giocatore che non li vale, come se adesso un giovane di prospettiva te lo vengono a regalare e te lo portano direttamente a Milanello.
Senza contare che si è puntato il dito contro alla società rossonera per anni perché non faceva acquisti seri in difesa.. Ora li fa, ma viene comunque criticata.
Critiche assurde nei confronti di Gallani che ha convinto il “re del mercato” degli ultimi anni, Sabatini, a svenderlo praticamente 5 milioni l’anno per 5 anni, una cifra ridicola per un 20enne nazionale e futuro prospetto.
Cosa si è detto del Milan che ha venduto Stephan El Shaarawy? Che eravamo matti, che doveva essere il futuro, che era nella sua squadra del cuore e lo abbiamo abbandonato, che non puntiamo sui giovani e chi più ne ha più ne metta.
Niente di tutto ciò la stampa ha sottolineato per la cazzata (perdonate il termine) fatta da Sabatini.

Anzi, ha iniziato a sparare a zero sul giocatore, a partire dal suo cartellino come se decidesse un giocatore quanto valere e da chi farsi comprare.
Ha iniziato a girare le frasi come meglio credeva pur di vendere 4 copie in più (vedi Gazzetta che gli ha additato frasi mai dette dal ragazzo), a denigrarlo fin dall’inizio e additarlo come “pippa” o come “giocatore che non solo non vale quei soldi, ma non diventerà nessuno”.
Il tutto coronato dall’espulsione, per mani di Zapata da una parte e di Tagliavento dall’altra, contro il Genoa.
Non vedevano l’ora, sia la stampa che i tifosotti, di avere qualcuno a cui additare la colpa di tutto, qualcuno a cui rinfacciare i soldi o il momento negativo o qualunque cosa passasse per il cervello…
E Alessio gli ha dato solo la palla sul piatto d’argento: l’espulsione.
Via con le critiche esagerate nei confronti di un ragazzo che ha solo 20 anni, che dovrebbe essere protetto da una stampa sempre più serva e schiava, e dai suoi tifosi che invece si dimostrano sempre più tifosi solo grazie al risultato e nient’altro.
Un ragazzo che può diventare un pilastro sia del Milan che della nazionale, e visto il momento la nazionale ha bisogno anche di questi giocatori giovani ma con una grande personalità, eppure si pensa solo ad abbatterlo…
A girare le frasi, a sottolineare ciò che non è vero o a gioire di un’espulsione che, come avvenne a Firenze per Ely, è del tutto frutto di episodi ridicoli causati dall’arbitro in questione (che sia quello di Milan Juve e di Muntari non diciamolo, no, mettiamolo anche ad arbitrare il Milan come Rizzoli domani in Milan Napoli e guai a dire una parola sull’arbitro, si passa da perdenti e non è nello stile Milan).

Ecco, giù le mani da Romagnoli, giù le mani da un ragazzo che merita solo fiducia e che va aspettato perché ha dimostrato sul campo di saper tenere una difesa da solo, perché è giovane e in quanto tale può sbagliare e perché chi lo ha pagato non siamo noi e dei 25 milioni (dilazionati) non ce ne deve fregare niente.
Ha potenzialità, testa, grinta, personalità, capacità e carattere per poterci aiutare ora e nel futuro (come Calabria del resto ed altri elementi della rosa) e io giovani così, che in campo dimostrano fin da subito di essere potenziali  fenomeni nonostante la merda che li circonda, insomma io giovani così li aspetto.
Con la speranza che Sinisa lo protegga, che il Milan lo protegga in primis e che i tifosi si diano una regolata anche in vista del futuro: hanno già bruciato De Sciglio (al solito, stampa e tifosi), non mi bruciate anche Alessio.
In squadra i giovani ci sono, vanno tutelati e non massacrati davanti a tutti come fa la stampa perché poi se l’Italia perde è anche frutto del cattivo lavoro di stampa che viene fatto durante l’anno.
Ma tanto si sa, dipende sempre dalla maglia che indossano i giocatori.
Fosse stato della Juve, con Rugani, esaltata per aver preso uno dei migliori centrali italiani in prospetto, sarebbe stato protetto e difeso.. E’ del Milan e viene massacrato (come tutta la squadra, come Miha o Galliani).
Prima la maglia, poi il giocatore e in caso poi l’allenatore. Alla stampa non frega più niente dell’imparzialità ma solo delle 4 copie vendute in più.
Bene, io non ci sto e ribadisco sia alla stampa che ai tifosi di togliere le loro sporche mani da Romagnoli: non mi interessa cosa rivolevano i tifosi, chi era il loro sogno o chi avrebbero comprato, Alessio va protetto da noi per primi visto che la stampa non lo fa e non lo farà mai per propri interessi.
Almeno noi dovremo proteggerlo sia per noi che per il ragazzo perché se esplode come sembra ne giova sicuramente il ragazzo a livello di fiducia e di stimoli ma anche il Milan stesso.
#NonsitoccaAlessio

Posted by MargheritAxen

14 Comments

  1. I fatti dicono che Romagnolo ha sempre giocato e il Milan ha sempre preso gol. E nemmeno pochi. Finora giudizio INEVITABILMENTE fortemente negativo.

    Cambiando discorso, ma neanche tanto, parlando di disinformazione, ovviamente non si fa accenno su questo blog alla mostruosità di Boamerd ed Emanuemerd a Milanello: questa squadra è una discarica a cielo aperto.

    Chi lo nega è complice, colluso, connivente e capra.

    Forza Pipita.

  2. Allora Margherita lascia perdere il solito pseudo milanista che non fa ‘paura’ a nessuno!Veniamo al massacro del Milan, perpetrato scientificamente, come appunto dimostra l’espulsione di Romagnoli a Genova! Io da sempre affermo che gli arbitri e la stampa devono essere dei comprimari e non dei protagonisti. ‘L’intertriste’ Gianni Brera aveva altro spessore e forse si poteva permettere delle licenze. Leggevo i suoi pezzi e mi divertivo perché lui rosicava maledettamente e tentava di confondere l’oro, che era Gianni Rivera, con la paglia rappresentata da Sandro Mazzola. Mi divertiva la sua amicizia con Nereo Rocco ed il suo disprezzo sia dei metodi che degli usi, leggere il libro di Ferruccio Mazzola, che poi erano anche gli usi praticati dal dottor Agricola processato per doping! Ma quello che più mi ha dato fastidio è che qualcuno ha preteso dichiarandolo in tv: -bisogna fermare Balotelli- Ecco fatto ci ha pensato Tagliavento. Non tanto perché lo ha espulso come ha fatto con Romagnoli ma perché ha creato i presupposti affinché Mario non giocasse. A Scampia molti si fregano le mani: -il ricatto è riuscito?- Per carità, mentre con Romagnoli il Milan forse è stato danneggiato con l’esclusione di Balotelli, forse il gioco di squadra ci guadagnerà? Ma non è questo il concetto che perseguo con le mie continue invettive contro arbitri come Valeri, Rocchi e Tagliavento che hanno gravemente inficiato questo tortuoso cammino iniziale del Milan! Me la prendo con il ‘Palazzo’ che si lascia condizionare da ricatti. La figlia di Balotelli, non è colpa sua se vive a Napoli, ma che cosa c’entra con il mondo del calcio corrotto e marcio?

  3. Sono convintamente con te, Margherita, e pure con la nota di Borgofosco.
    Appoggio pure LaPaura, ma solo per la parte in cui afferma: “non si fa accenno su questo blog alla mostruosità di Boamerd ed Emanuemerd a Milanello: questa squadra è una discarica a cielo aperto”. Purtroppo, sono parole sante. Quando capiremo che occorre un direttore sportivo che conosca il calcio e curi il mercato?

    1. Noi lo abbiamo capito , Spero in Bee per una rivoluzione .

      1. Ma cosa vuoi che rivoluzioni questo bee? Come puoi pensare che ci metta la passione da tifoso, oltre ai soldi da affarista? Come puoi pensare che abbia la stessa passione che aveva il pregiudicato quando è arrivato e ancora non aveva la minima intenzione di entrare in politica?
        Senza il Milan nel sangue, senza la passione che te lo fa seguire sempre col cuore in gole nonostante le spese, non sarà mai niente. Di esempi ne abbiamo a migliaia!

        1. Pregiudicato nella tua testa di cazzo ! Nessuno che sappia usare il cervello lo considera tale .E’ un peccato che ti sei lasciato imbonire dai cultori dell’invidia , per il resto sei pure capace di connettere discretamente bene . Peccato davvero ! Io spero in Bee perche ‘ essendo un investitore cerchera’ di non farsi fottere . Quindi avremo piu’ risorse , piu’ disponibilita ‘ , piu’ professionalita’ . Lampassione ce lo mettiamo noi , il Presidente non pregiudicato e Barbara .
          Tu , amico mio , scegli se fare politica di merda o tifare per il Milan .

        2. A parte che testa di cazzo sarai tu, la tua parentela e tutto il tuo condominio, brutto mentecatto che non sei altro!
          Che sia pregiudicato lo dice la Magistratura con tre gradi di giudizio ed è tutto riscontrabile. Magari informati meglio, minchione!
          Per quel che riguarda le mie scelte, io faccio il cazzo che mi pare e mi va di parlare di calcio senza i paraocchi come te e senza tralasciare cose più importanti dello sport. Se ti va bene è così, altrimenti non me ne fotte un cazzo!

  4. Romagnoli è molto forte ma ovviamente ha bisogno di essere affiancato da un cetrale di esperienza.

    Lasciamoli parlare. In poco tempo raggiungerrà i livelli di Nesta ed è già a buon punto

    1. Ahahahah avvisaci quando succederà. Per adesso si è soltanto dimostrato una pippa!

  5. BorgoLosco, posa il fiasco, e rispondi:

    E’ vero o non è vero che questa fogna di squadra ha sin qui preso gol a ogni partita?

    E’ vero o non è vero che questa fogna di squadra sin qui presto TANTI gol?

    Ed è vero o non è vero che Mister 25 milioni è sempre stato in campo in queste partite in cui questa fogna di squadra ha sempre preso tanti gol?

    Basta rispondere sì o no e avrai tutte le risposte che cerchi.

  6. Ma non è che fate analisi molto lucide.

    Romagnoli fino ad ora è stato di gran lunga il migliore della nostra difesa. Provate voi a 20 anni a stare con Zapata e De Sciglio in difesa.

    Anche Nesta quando gli mettevi accanto Laursen o Bonera con qualche inutilità sulla fasci soffriva parecchio, specie se il centrocampo non dava adeguata copertura.

    Avete un modo di giudicare i giocatori che fa ridere e non vedete che ogni partita vince il 95% dei duelli con il diretto avversario

  7. in ogni partita

  8. Abbiamo allontanato o bruciato per la nostra squadra troppi giocatori (e’allenatori),facendo pagare loro colpe che derivano esclusivamente dalla diatriba iniziata con la maledetta capra e dal suo pastore . Ho cercato , con poco successo , di spiegare che le critiche rivolte ingiustamente a giocatori carichi di trascorsi successi ed onori ( Esempi : Alex , Mexes , Torres e via dicendo ) e delegittimati del loro carisma di fronte ai giovani cui dovrebbero dare protezione e sicurezza , hanno smembrato il nortro spogliatoio . Oggi ne vediamo il risulato . Romagnoli dovrebbe giocare con Mexes o Alex o magari con Paletta se non andava via , Gente con curriculum e carisma bruciata dalle critiche superficiali sopra spiegate .
    Gioca con altri bambini a con il sonnambolo colombiano per far piacere a Bacca .
    Errori su errori e speriamo che finiscano presto ,

  9. Aggiongo il nome della prossima vittima e perdita del sistema ” critica ai non raccomantati ” : Nigel De Jong .

Comments are closed.