Domenica 4 ottobre, ore 20.45, San Siro. Settima giornata di campionato, e il Milan è atteso da uno scontro diretto fondamentale con il Napoli di Sarri: le due squadre sono appaiate a 9 punti, ma i partenopei recentemente sono andati meglio.

Milan privo della difesa titolare e già sotto attacco da parte di certa stampa, non si sa se prezzolata o meno: la dirigenza vorrebbe “risultati subito” perché la squadra ha ben 2 punti in meno del fallimentare Milan di Inzaghi, anche se tutti dimenticano che quella squadra era stata in un primo momento esaltata per la buona partenza. Evitando, chiaramente, di andare a spulciare gara per gara le partite giocate dal Milan, che nelle stesse partite del 2014-15 (Empoli-Palermo in casa, Fiorentina-Inter-Udinese-Genoa fuori) aveva portato a casa la bellezza di 2 punti contro i 9 di oggi. Chiusa la parentesi, ancora numerose le assenze tra i rossoneri, a partire dallo squalificato Romagnoli, per arrivare a Balotelli, passando per i lungodegenti Abate, Mexes e Menez. 4-3-1-2 per il Milan, con: Diego Lopez; De Sciglio (Calabria), Zapata, R. Ely, Antonelli; Kucka, Montolivo, Bertolacci; Bonaventura; Bacca, L. Adriano. 4-3-3 per Sarri, con: Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Insigne, Higuain. Mertens potrebbe prendere il posto di una delle due ali; nessun assente per gli azzurri.

Partita da 1X2, la vecchia “tripla”, imprevedibile per gioco e risultato. Gli ultimi due precedenti sono stati un 2-0 per il Milan e un 3-0 per il Napoli, entrambi nello scorso campionato. E in una serie A come questa dove veramente tutto è possibile, dal Frosinone che pareggia allo Juventus Stadium al successo del Carpi sulla terza in classifica ieri, anche il fattore campo conta poco (leggi: sberle prese dall’invincibile Inter solo sette giorni fa). Oggi proseguono anche le varie sfide per le posizioni europee: dopo il 2-1 subito dal Torino a Modena, sono di scena tutte le altre. Sampdoria-Inter e Palermo-Roma alle 15, ma anche Lazio-Frosinone e Juve-Bologna alle 18, e Fiorentina-Atalanta stasera, in contemporanea con il Milan. Settimo turno pre-sosta nazionali che si preannuncia come il primo spartiacque nella corsa a scudetto ed Europa, grazie soprattutto alle partite delle milanesi.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014