Il mercato non lo capisco più. È l’unica spiegazione che riesco a darmi dopo le ultime notizie su obiettivi, rinnovi e contatti. Dopo le ultime partite, i problemi e le necessità della squadra mi sembrano chiare: terzini (soprattutto un sinistro), centrocampisti di qualità e un modulo chiaro, che non cambi per almeno qualche mese, per abituare i giocatori a uno stesso modello di gioco e per mettere agli interpreti “titolari” di trovarsi con facilità. Ma forse sembra chiaro solo a me.

Gli interessi della società sembrano interamente puntati verso Mattia Destro, un attaccante di peso, una prima punta vera. Una punta alla Torres, quel Torres che è stato spedito a Madrid dopo soli 4 mesi. Una scelta che sembrava delineare una preferenza chiara: Menez è l’attaccante titolare, il modulo prevede due esterni accanto al francese, mentre Pazzini rimane la riserva di lusso in caso di un cambio modulo “ per necessità”. Una scelta confermata dall’arrivo di Cerci, quello che sembrava il rinforzo principale di questo mercato, un attaccante esterno perfetto per questo modulo.

Ma l’interesse per Destro? Un cambio di rotta, un ripensamento, ma soprattutto uno scombinare le carte. Forse l’attaccante non arriverà, ma il contatto tra Sabatini e Galliani c’è stato e già si parla di un prestito con diritto di riscatto fissato a 15 milioni. L’accordo non c’è ancora perché i giallorossi ne chiedono 20. Non proprio briciole insomma, non un investimento da tenere in panchina. Destro è un ottimo giocatore e la mia preferenza cadrà sempre sul modulo con una vera prima punta. Ma manca un progetto, un’idea chiara, investimenti sensati in reparti che necessitano un intervento.

Le voci di mercato parlano solo di attaccanti e rinnovi; degli altri reparti si parla poco. Per il centrocampo sembrano saltati sia Brozovic che Mario Suarez (nessuno si dispera), mentre si parla di Baselli dell’Atalanta e di Suso. Non abbastanza. Il Milan ha urgentemente bisogno di un terzino sinistro e di un centrocampista di qualità e di fisico, e credo che investire 15 o 20 milioni per un attaccante, certamente un buon attaccante, non sia una strategia vincente. Visto che dalle eventuali cessioni di Saponara, Niang o De Jong non si ricaverà molto. Non mi oppongo all’arrivo di Destro, ma penso sia un acquisto interessante se unito ad altri innesti utili. Che per ora non arrivano. Ma non lamentiamoci troppo, mi rispondo da sola. Chi si accontenta gode.

SG

Posted by SG

Editorialista del blog