Se parlate con i pidocchi rossoneri, ve lo venderanno come ‘colpo fortunato’ o come ‘colpo di fortuna di Galliani’.
Tanto, comunque la metti a loro non andrebbe nemmeno CR7 in rossonero.
Eppure, quella cessione al fotofinish di Cristante, che continua a giocare solo nella coppa del Portogallo dove giocano le riserve delle relative squadre partecipanti e dove continua a giocare partite da 5 in pagella (ed è un complimento, visto che si è preso pure un 3 e un 2…), la sua cessione, dicevo, si è rilevata la più giusta degli ultimi anni.
Lui, che dopo l’ufficialità postò questa foto, ora è letteralmente fuori da tutte le competizioni, visto che in campionato non gioca praticamente mai:

Schermata 2015-01-01 alle 18.30.15
Purtroppo, o per fortuna, i giocatori si valutano per quello che valgono ora e non per quanto futuro possono avere o per quanto possono valere tra 5 anni.
Cristante, ora come ora, 6 milioni non li valeva nemmeno per la scarpa destra.
Con sole 3 partite in campionato, ne valeva forse 4, nonostante sia giovane e con un possibile futuro davanti.
Quei 6 sono stati oro per le casse del Milan e per il futuro di Jack Bonaventura, che attendeva i cugini (#iononhocugini) a Milano in un hotel e che alla fine si vedeva sempre più di ritorno all’Atalanta.
Invece, il fato (secondo i pidocchi) ha voluto che facessimo noi il colpo di mercato più importante.
25 anni, giovane, italiano, forte e di tecnica sopraffina, Jack sta incantando tutti.
Milanisti e non.
Ed è il rimpianto numero uno dei cugini, con annesso il nuovo compagno di reparto Cerci (anche lui soffiato all’Inter, dopo che fecero una trattativa segreta e usando scorciatoie poco pulite, come usano sempre fare).
Un rimpianto che prende sempre più piega e che fa rodere i pidocchi, perché non ammetteranno mai che invece, Galliani, ha avuto fiuto (come sempre) in un’operazione buona per entrambe per le parti.
Un’operazione che man mano che passano i mesi si rileva sempre più azzeccata e sempre più importante.

Con l’assenza di Montolivo, a centrocampo necessitavamo di una persona che potesse fare gioco, creare occasioni e giocare il pallone.
Ed ecco a voi Jack in versione centrocampista esterno.
Corsa, cuore e, nonostante preferisse giocare in attacco, anche  impegno e dedizione per imparare il nuovo ruolo in attesa del rientro del Capitano.
Ora, che invece gioca nel suo ruolo, ecco a voi che vengono fuori tutte le sue caratteristiche.
Non c’è solo la corsa, stremata e per 90 minuti, ma anche tanta tecnica.
Tanta qualità che negli ultimi anni era mancata profondamente.
Qualità che nella rosa, ce l’hanno in pochi e che servirebbe riempire soprattutto a centrocampo con un paio di innesti.
Ritornando a Jack, in attacco sta dimostrando tutte le sue qualità.
Assist (non ultimo quello con il Real Madrid) e prestazioni sempre sopra il 7 in pagella.
Un colpo inaspettato e aspettato per troppo tempo.

Proprio come il sopracitato Cerci.

10888756_10202701348489535_9193506670519063942_n
Tanto voluto e desiderato quest’estate da Inzaghi, arriva (con l’ennesima fregatura dei cugini di cui godo ogni giorno di più) con 6 mesi di ritardo, ma con mille motivazioni in più.
Due innesti di qualità per un attacco davvero ottimo, giovani, forti e soprattutto italiani.
Ed è con Jack e Cerci che vi mando il mio augurio di buon anno, un anno che spero inizi con una vittoria proprio come è finito.
Con un innesto in più e un Torres in meno.
E magari, in questo movimento di mercato ne gioverà di più anche Pazzini, che con qualche minuto in più ci potrà essere utile in vista dell’obiettivo finale.

Un anno che spero possa continuare ancora sulla striscia positiva di fine stagione.
Un anno che, visti i presupposti, può e deve partire bene visto che abbiamo 3 partite, prima del giro di boa, fattibili e da vincere.
Auguro anche ai pidocchi rossoneri un felice anno, con i fegati spappolati per non aver potuto dire che siamo delle merde dopo Milan Napoli, che abbiamo perso per favorire la Roma nella corsa scudetto e che siamo delle capre perché contro il Real abbiamo giocato male e fatto una figura di cacca.
Vi auguro di avere ancora i vostri fegati così spappolati e spero di poter arrivare al 3° posto in questo 2015 così da vedere in quanti salgono sul carro di Inzaghi dopo averlo definito per mesi LeccaLecca o incapace e protetto da Galliani.
Mi dispiace davvero per voi, avevate l’occasione giusta per poter dire che Inzaghi era un incapace e invece in un fiotto di partite complicate ve l’ha messa nel culo come fece ad Atene ai tifosi del Liverpool e a Benitez.
Come dissi prima che il 2014 finisse, io mi godo Pippo e i ragazzi, la classifica, i punti, i colpi di mercato e il Milan.
E godo anche nel vedere i vostri stati o tweet che non hanno nessun senso ma che devono essere scritti per onore di logica e per non dimenticare la propria posizione.
Arrampicandosi sugli specchi, inventando frottole e cavolate pur di continuare la propaganda contro Inzaghi.
Buon anno carissimi pidocchi, da Pippo, Me, Cerci, Jack e Galliani.
E buon anno a tutti quelli che, con affetto commentano i miei articoli, seguono la pagina Facebook e il sito web!
Vi auguro un 2015 di felicità!

#ForzaMilan

MargheritAxen

Posted by MargheritAxen