24^ giornata di campionato. Una stracittadina di sicuro fascino, la possibilità per la capolista Juventus di allungare, una partita rinviata -probabilmente preludio a una serie di vittorie a tavolino sulle macerie del Parma- ma anche il Milan chiamato a riscattare le pessime uscite di inizio 2015.

La prima sfida si è appena conclusa, con il “testa-coda” tra Juventus e Atalanta, vinto per 2-1 dai bianconeri. A Migliaccio (con salvataggio in stile Muntari, ma stavolta il gol è valido) rispondono Llorente, con un fuorigioco di Tevez nell’azione -non avendo ancora visto l’azione non commento-. Poi è Pirlo a togliere le castagne dal fuoco per il 2-1 finale. Altro anticipo, e questa volta tocca al derby della Lanterna. Sampdoria-Genoa, quindi con i blucerchiati in casa. Quest’anno Genova è tornata protagonista a lungo e quasi certamente la sfida di domani deciderà chi delle due continuerà a lottare per l’Europa che conta. Domenica si comincia con un rinvio, ma stavolta la neve non c’entra: Parma-Udinese non si può organizzare, per mancanza di fondi per gli steward. La situazione debitoria dei ducali è talmente critica che presto potremmo assistere a un’esodo di massa dei giocatori restanti, ed è anche possibile un ritiro dal campionato dopo l’ennesima farsa sui bonifici di Manenti che “non arrivano”, situazione già vista a Vercelli e Brescia dove però la situazione non era così critica.

Ma domenica è anche il giorno di Milan-Cesena. I romagnoli, penultimi, arrivano gasatissimi dai 7 punti in 4 partite, l’ultimo domenica scorsa contro la capolista Juventus fermata sul 2-2 al Manuzzi. Fuori sei difensori più Diego Lopez e Agazzi, verranno riesumati Abbiati e Bonera per il posto di terzino destro. Si parla di passaggio al 4-3-1-2, con: Abbiati; Bonera, Alex, Rami, Antonelli; Montolivo, De Jong, Bonaventura; Menez; Cerci, Destro. Tra i titolari fuori solo Marilungo e Perico per il Cesena, 4-3-1-2 anche per Di Carlo con: Leali; Nica, Volta, Capelli, Renzetti; Giorgi, De Feudis, Zé Eduardo; Brienza; Djuric, Defrel. Punti che più che mai servono al Milan, ancora bloccato a 30 lunghezze nella parte destra della classifica. Sempre domenica la sfida salvezza tra Empoli e Chievo, sfide “europee” come Torino-Fiorentina (posticipo delle 20.45) e Lazio-Palermo, ma anche Verona-Roma, potenzialmente pericolosa per i giallorossi in evidente difficoltà. I due posticipi di lunedì sono Napoli-Sassuolo e Cagliari-Inter, due squadre storicamente ostiche per partenopei e nerazzurri reduci dall’Europa League. Per allora sapremo già se, al di là delle parole di facciata che trapelano in queste ore, il posto di Inzaghi è saldo. Io spero di sì: mai mi sognerei di tifare contro, non l’ho fatto nemmeno con Allegri.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014

12 Comments

  1. Ho appena letto che Menez non giocherebbe . Se fosse vero vuol dire che Inzaghi
    si e’ bevuto il cervello .

    1. Le prova tutte Vittorio, tanto ormai non ha più nulla da perdere.
      Mi viene da piangere.

      1. Temo che annegheremo nelle lacrime .

      2. Mi rifugio in questo angolo nella speranza di non sentire i fascistuzzi . Non me la sento oggi , mi hanno fatto incazzare troppo .Quando parli di teocrazia in Italia ti riferivi alla Inquisizione ?
        Come ti ho detto ,io ho una formazione liberale e poi una lunga convinzione socialista . Sono , come si diceva , un Lib-Lab .
        Tu mi hai detto di te . Ora mi e ti chiedo come si deve fare a far capire a questi giovani che li hanno fatti diventare fanatici fascisti a loro insaputa . E li hanno pure convinti di essere di sinistra . Vivono nella menzogna e non se ne rendono conto . Hanno rivoltato la storia di Oriana Fallaci all’incontrario come un calzino . Non ne avranno letto un rigo di sicuro . Tanto non leggono piu’ libri . Solo i pennivendoli e gli scrreggi mentali su internet . Non conoscono e tantomeno sanno interpretare la Storia .
        Quei due ( ma sono di piu ‘ ) fanno i comunisti ma non sanno cosa fecero i comunisti alla categoria dei religiosi . Ovunque , in Russia , in Cina , ovunque . E poi attaccano la Fallaci che se la prende coerentemente con i capi religiosi islamici . Non sanno nulla , non capiscono nulla , come si deve fare ?

        1. Si Vittorio. Mi riferivo al così detto potere temporale della Chiesa. Sinceramente mi stupisce che non ci si possa stupire (scusa il gioco di parole) e indignare dei tanti Stati islamici che al posto di leggi usano solo il Corano. Le aberrazioni di tutti i giorni, non quelle dell’Isis, fanno rabbrividire. La condizione delle donne, cosa aberrante (altro che la donna oggetto!), passa quasi in secondo piano. Buttano giù dalle torri gli omosessuali, lapidano le adultere, ammazzano i (presunti) blasfemi (pregare un altro Dio per loro è blasfemia). Ma perchè l’occidente deve accettare e sottacere tutto questo? Per il petrolio? Già il petrolio… E alla fine si infama una giornalista che tutto questo l’ha denunciato…
          PS. Mi dimenticavo che qualcuno qui potrebbe anche insinuare che è anche colpa nostra e degli USA…

      3. Altroche’ , Milanforever , e’ legittimo stupirsi del fatto che non cisi puo’ stupire
        Delle cose che dici tu e delle quali noi ci stupimo , Ancor piu’ del diniego a stupirsi dello stravolgimento dei valori di riferimento di coloro che si autodefiniscono progressisti , di sinistra , onesti , giusti , moralisti , e via dicendo . Ovvero gli orfani del comunismo italiano . Stravolgimento che , chissa’ dovuto a cosa ( sic ! ) ‘ li ha convinti a dimenticare tutti i valori per i quali noi ci stupiamo di non poterci stupire ed a difendere oppure osannare i
        portatori dei valori opposti da te magistralmente sintetizzati a malgrado fossi sconvolto dallo stupore . Aggiungerei stupore , mi permetto anche a tuo nome , di trovare cosi’ tanti stupidi fra i tifosi del Milan .

      4. E scusami se per non piangere mi sono trastullato col tuo simpatico gioco di parole .

  2. Per essere precisi : Oriana se la prendeva pure contro il Papa e contro qualunque potente se lo riteneva giusto .

  3. rispondono Llorente, con un fuorigioco di Tevez nell’azione -non avendo ancora visto l’azione non commento-.

    L’hai già fatto, coglione.

    Gol regolarissimo e se anche non lo fosse quello di PIRLO vale per due, quindi zitto e mosca.

  4. Vittorione, l’intellettuale di riferimento per Diavolino e compagnia era Marco Travaglio … finchè non è passato ai 5 stelle.

    Tu pensa come possono essere conciati.

    1. Ah ! Ecco ! Grazie , La Paura . Ora capisco meglio . I paraocchi non se li levano piu’ .

  5. O Roberto Saviano …

Comments are closed.