Poco da raccontare, che non sia già stato fatto su queste pagine, in questa 22^ giornata. Per il Milan, ma non solo. In vetta rimane di 7 punti il distacco tra la capolista e la Roma, per l’Europa non ci sono grandi mutamenti e in coda manca ancora la partita di mercoledì tra Parma e Chievo, rinviata per neve.

Sulla partita di sabato, oltre alla rete dell’1-0 -ancora di incerta regolarità- hanno pesato le numerose assenze del Milan, su tutti Rami, De Jong e Destro. Chiaro che avere Muntari, il povero Poli (non uno da squadra titolare del Milan, anche se va detto che il ragazzo lotta sempre) o l’olandese fa la differenza. Ancora in difficoltà Alex, fermo sul terzo gol, buono l’apporto del neo acquisto Antonelli (anche un gol per il terzino prodotto del vivaio rossonero e ripreso dal Genoa). Non tutta da buttare la prestazione di Torino, ma con le sconfitte non da buttare si fa poco. Nel sabato di A il successo per 3-1 della Juventus sui rossoneri era stato preceduto da un analogo risultato dei cugini del Torino, che espugnano Verona per 1-3 e si portano addirittura a soli 4 punti dalla zona Europa League, dopo un inizio di campionato disastroso. In ambito europeo, scoppiettante il successo per 3 a 2 della Fiorentina con l’Atalanta alle 12.30 di domenica, con gol conclusivo di Pasqual.

Nella domenica di campionato stavolta la Roma non perde colpi e batte il Cagliari, con qualche difficoltà nel finale, per 1-2; spiccano i due assist del giovane promosso dalla Primavera, Verde. Vince l’Empoli, che doma per 2-0 un Cesena che nelle ultime settimane sembrava in rimonta; si ferma la Sampdoria, che pareggia in casa con il Sassuolo 1-1. I neroverdi ormai non sono più la cenerentola del campionato. Vince ancora il Napoli, per 3-1 sull’Udinese; bell’ipoteca sul terzo posto per i partenopei, ora a +7 sulle inseguitrici. In ripresa, in serata, l’Inter; 3-0 a sorpresa al Palermo, la migliore delle neopromosse e in forma invidiabile, grazie a Guarin e al doppio gol di Icardi. I “cugini” ci agganciano così a quota 29 punti. Bene anche il Genoa che va a vincere a Roma per 0-1 contro la Lazio, a firma Perotti su calcio di rigore. La vera chiusura della giornata sarà mercoledì alle 18, quando il Chievo di Maran farà visita a un Parma allo sbando e appena acquistato dall’avventuriero Manenti già noto alle cronache come fantomatico acquirente del Brescia. Oltre al danno -economico e morale- l’ennesima beffa per la squadra e i tifosi emiliani.

Risultati 22^ giornata: sabato Verona-Torino 1-3, Juventus-Milan 3-1; domenica Fiorentina-Atalanta 3-2, Cagliari-Roma 1-2, Empoli-Cesena 2-0, Napoli-Udinese 3-1, Parma-Chievo rinviata alle 18 di mercoledì, Sampdoria-Sassuolo 1-1, Inter-Palermo 3-0; lunedì Lazio-Genoa 0-1.

Classifica: Juventus 53, Roma 46, Napoli 42, Fiorentina e Sampdoria 35, Lazio 34, Genoa 32, Torino 31, Palermo 30, Inter, Milan e Sassuolo 29, Udinese 28, Verona 24, Empoli e Atalanta 23, Cagliari 19, Chievo 18, Cesena 15, Parma 9 (Chievo e Parma con una gara in meno).

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014