Zlatan sta tornando. L’uomo-scudetto ha infatti quasi recuperato totalmente dall’infortunio che lo ha costretto a saltare la prima parte di stagione. Rimane il dubbio ad Allegri se forzare o meno il rientro e vederlo già tra i titolari mercoledì, quando si giocherà contro il Viktoria Pilzen. Il campionato si è riaperto, ma la gara di Champions è ancora più fondamentale dati i presupposti di tre vittorie consecutive (2 con i cechi e una col Bate) che devono essere realizzate per ottenere la qualificazione con due giornate d’anticipo e giocarsi a San Siro il primo posto con il Barcellona non vanificando così il pareggio del Camp Nou. Di contro un succoso posticipo domenica a Torino che ci permetterebbe, in caso di vittoria, di annullare il divario con i gobbi racimolato nelle prime giornate (e magari, agganciare anche i Napoletani, a meno di una loro vittoria a San Siro) riportandoci in testa tra le grandi nella lotta scudetto.

Va detto che se contro la Juventus saranno disponibili tutti gli attaccanti mentre mercoledì non saranno a disposizione né El Sharaawy, né Inzaghi (che potrebbe tornare utile contro la sua ex-squadra), motivo per accelerare il recupero dello svedese. La sensazione per le prossime due gare rimane comunque quella di affidarci a chi va in campo per strappare i tre punti senza pensare alla qualità del gioco, migliorabile dopo la sosta delle nazionali.

Due note tattiche sulla partita di sabato: la prima riguarda Emanuelson che – personalmente – mi auguro di non vedere mai più trequartista o punta aggiunta. Sabato è stato lasciato tra le linee tutta la gara senza che facesse un inserimento degno di tale nome (ma schierandolo fuori ruolo è il minimo). La seconda riguarda l’asse Seedorf-Cassano su cui è passata obbligatoriamente buona parte del gioco (sulla destra) tagliando quindi fuori Taiwo che agiva dall’altra parte e che vorrei aspettare prima di bollare come bidone nonostante sembri il gemello scarso del miglior terzino sinistro della scorsa Ligue 1.

Nel frattempo Mazzarri, a una sola settimana da Napoli – Milan piange per l’arbitraggio mentre la Juventus pareggia a Catania mentre il giornale di casa inventa subito un finto sondaggio per rilanciare le presunte ambizioni nerazzurre. Insomma il rumore dei nemici, di una serie A ribaltata e di un duello Napoli-Juventus è subito rientrato, con buona pace di tutti.

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.