Sono ben sette i contratti in scadenza da discutere a fine maggio in casa rossonera, sette giocatori in scadenza in ruoli più o meno decisivi i cui rinnovi (o non-rinnovi) influenzeranno poi tutte le scelte di mercato. Andiamo, nel dettaglio, a vedere chi sono:

s_3507_5_2012_1CHRISTIAN ABBIATI: il primo contratto in scadenza è quello dell’ormai 35enne portiere rossonero autore, da due anni, di buone parate che hanno saputo tenere a galla la squadra ma anche di diverse papere. Galliani sembra intenzionato a rinnovare il contratto all’estremo difensore rossonero anche se, io, personalmente lo lascerei andare per una soluzione tampone come può essere quella di Julio Cesar ora in un QPR retrocesso ma andrebbe bene anche accantonarlo per dare più posto a Gabriel che bene ha fatto con la primavera. E’ sicuramente troppo un rinnovo dell’ingaggio alla cifra attuale: un milione e mezzo a stagione per un portiere che ormai ha fatto decisamente il suo tempo. Probabilità: rinnovo. Consiglio: non rinnovo.

s_34344_5_2012_1CHRISTIAN ZAPATA: il Colombiano arrivato in prestito dal Villareal doveva essere solamente una pedina di passaggio per poter chiudere su Yanga-Mbiwa. Si è però poi venuta a creare una situazione per la quale il difensore del Montpellier ha rinnovato il contratto a fine stagione mentre il nostro ha fatto una seconda parte di  stagione ampiamente sufficiente meritandosi il posto da titolare al centro della difesa (che, peraltro, molti di noi già invocavano nella prima parte) insieme a Mexes. Il prestito di Zapata è stato oneroso per il Milan, ben un milione di Euro, ma per il riscatto bisogna pagarne sei al Villareal: la sensazione è che l’accordo per un altro anno si possa fare e si farà anche perché difensori altrettanto buoni a soli sei milioni è difficile trovarli. Probabilità: riscatto. Consiglio: riscatto.

s_5856_5_2012_1DANIELE BONERA: non ci sarebbero parole per descrivere una delle più grandi sciagure capitate al Milan in questi ultimi sette anni: ogni volta che il numero 25 gioca fa danni, basti pensare ai due gol incassati domenica scorsa sui quali ha gravissime colpe. Il nostro allenatore ha inoltre l’aggravante di stravedere per l’ex Parma preferendolo a difensori dai piedi e dal senso della posizione decisamente migliori come Yepes e Zaccardo – basti pensare che al primo anno di Allegri giocava persino terzino sinistro pur di non dare un’opportunità a Didac Vilà. L’ingaggio di Bonera è, inoltre, decisamente esagerato: ben due milioni a stagione – in una squadra normale gli si sarebbe già detto “arrivederci e grazie” e sarebbe stato promosso un giovane, al Milan la sensazione è quella di tenerselo fino a fine carriera. Probabilità: rinnovo. Consiglio: non rinnovo.

s_5507_5_2012_1MARIO YEPES: sebbene non ci siano motivazioni tecniche, dato che il Colombiano quando è stato chiamato in causa è stato sempre tra i migliori del reparto, l’età anagrafica dell’ex difensore del Chievo, che recita ormai 37 anni, dovrebbe essere la prima discriminante per non rinnovare il contratto a quella che è stata la prima riserva di questi anni nel reparto difensivo. Quella di Yepes dovrebbe quindi essere l’ultima stagione in rossonero dato che non sembrano essere confermate, per ora, voci di rinnovo del contratto – non lo erano però nemmeno lo scorso anno quando, in seguito alla partenza di Nesta, all’altro SuperMario della squadra rossonera fu offerto un ulteriore anno. Probabilità: non rinnovo. Consiglio: non rinnovo.

s_5818_5_2012_1MASSIMO AMBROSINI: doveva essere per lui un anno in cui fare da chioccia tra i vecchi e i nuovi della squadra – ha poi dovuto, anche per l’infortunio di De Jong, giocare spesso e volentieri titolare nella seconda parte di stagione offrendo prestazioni di alto livello soprattutto quando ha potuto rifiatare in panchina per via del recupero di Muntari. La mia personale sensazione è che possa dare ancora qualcosa a questa squadra sia in termini di carisma, sia in termini tecnici se utilizzato in maniera centellinata: preferirei ci fosse, però, il coraggio di investire su un nuovo centrocampista di livello ma l’assenza di denaro da parte della presidenza porterà, come sembra, alla conferma del numero 23. Probabilità: rinnovo. Consiglio: non rinnovo.

s_17396_5_2012_1MATHIEU FLAMINI: dopo una prima parte in cui raramente ha visto il campo, il Francese che è rimasto al Milan con uno stipendio visibilmente ridotto dalla scorsa stagione dopo essersi offerto invano a mezza europa è in un trend positivo in campionato dove va a segno da tre partite consecutive. L’età gioca a suo favore rispetto ad un Ambrosini e la società, anche dopo le ultime prestazioni, sembra essere intenzionata ad un’offerta di rinnovo: la trattativa verterà, quindi, quasi sicuramente sull’ingaggio dato che difficilmente l’ex Marsiglia si accontenterà nuovamente di 1,5 milioni a stagione chiedendo di più e minacciando di scappare in Francia. Ma la sensazione è che possa poi esserci il replay di quanto accaduto alla fine della scorsa stagione. Probabilità: incerto. Consiglio: rinnovo.

s_44675_5_2012_1BOJAN KRKIC: il folletto catalano fa parte della categoria di quei giovani bruciati dal Barcellona di cui avevo parlato una settimana fa nella rubrica “Destinazione Wembley“. Dopo una prima parte di stagione in cui rientrando dalla panchina appariva in grado di spaccare le partite ha velocemente perso il posto da titolare prima per l’esplosione di Pazzini, poi per l’arrivo di Mario Balotelli dopo il quale in quattordici partite, coppa compresa, ne ha giocate sei con non più di 20 minuti in ognuna di queste. Pensare ad un riscatto è decisamente fuori portata dato l’elevato costo chiesto dal Barça pari a 15 milioni di Euro: perché Bojan resti in rossonero è necessario che i catalani abbassino sensibilmente le pretese altrimenti il ritorno alla casa madre è una delle certezze del nostro mercato in uscita: Probabilità: non riscatto. Consiglio: non riscatto.

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.