Alla stregua del capolavoro di Leonardo da Vinci anche Mario Balotelli è destinato a rimanere in terra straniera e più precisamente a Manchester. Dopo il malcelato interesse del nostro Presidente il suo procuratore, che continua a vestirsi come se fosse un nullatenente nonostante sia milionario, ha definito il giovane attaccante di orgini ghanesi dello stesso valore della Monna Lisa.

Ora, ci sono centinaia di motivi per lasciare Balo lì dov’è: a partire da quelli economici che sicuramente non ne fanno un acquisto alla portata delle nostre tasche anche se forse con un paio di cessioni si riuscirebbe probabilmente a colmare il gap, uno è sicuramente quello non meno importante di accasarsi nuovamente un personaggio come Raiola il cui allontanamento dalle parti di via Turati è sicuramente l’unico lato positivo della cessione di Zlatan Ibrahimovic. Ricordiamo tutti benissimo i “mal di pancia strategici” che i suoi assistiti hanno ogni volta che si profila all’orizzonte un rinnovo di contratto e le varie minacce alla società di turno.

Passando ai motivi più propriamente calcistici Balotelli, diventato papà ieri (nonostante tutti i dubbi del caso) non è sicuramente un esempio di professionalità come altri ragazzi che hanno più o meno la stessa età, vedi El Sharaawy, e portarlo a Milanello in questo momento vorrebbe dire portarsi in casa una vera e propria sciagura rischiando magari che influenzi negativamente altri elementi all’interno dello spogliatoio. Da un punto di vista puramente tattico a noi in questo momento servirebbe con più urgenza una prima punta, data l’inutilità conclamata di Pazzini, e SuperMario non ha mai reso al meglio in questa posizione in campo, prediligendo più il ruolo della seconda punta che parte da una posizione più arretrata per poi sfondare.

Se fossi io a dover scegliere sicuramente gli preferirei Sneijder che, data la complicata situazione che sta vivendo nella seconda squadra di Milano, potrebbe arrivare da noi ad un prezzo più conveniente, darebbe a tutta la squadra un apporto di tasso tecnico che per ora latita e nel caso sarebbe anche in grado di sostituire Montolivo, cosa di cui abbiamo bisogno come il pane.

Parlando brevemente di Champions League, ieri sera si è giocata l’ennesima finale, cosa che succede più o meno in concomitanza con tutte le partite che la Juve vince. La rete segnata dai bianconeri era però viziata da un netto fuorigioco di Lichtsteiner ma almeno per il momento non si ha notizia di una home page del sito di Tuttosport in cui si fà riferimento a questo “aiutino“. Ma sono certo che da campioni della moralità quali sono arriverà presto, magari insieme a quella che biasima lo striscione sulla tragedi di Superga. Non ci resta che attendere fiduciosi, Maya permettendo.

Posted by Angelo Raffaele Torre

Responsabile dei LIVE ed editorialista. @RaffoTorre on Twitter