Si fa un gran parlare di “linea verde”, specie dopo la rivoluzione di maggio che in un colpo solo ha cambiato faccia al Milan: fuori Nesta, Van Bommel, Seedorf, Zambrotta, Gattuso e Inzaghi, dentro Acerbi, Constant, Traorè, Bojan e Niang, spesa totale (per ora, visto il possibile e costoso riscatto del catalano) 4,2 milioni, tralasciando il resto del mercato. Ma, se è vero che molte squadre e lo stesso Milan, in passato, hanno tirato fuori i migliori campioni dal vivaio, forse c’è qualcosa che non va in tutto il calcio, non solo da noi.

Mi spiego: questo tipo di ragionamento (compro calciatori già formati, per non “bruciare” il giovane) è comune a tutte le grandi squadre, in Italia e nel mondo, dato che la Masia del Barcellona ha sfornato sì grandi campioni come i vari Xavi, Iniesta, Messi, Puyol etc, ma è altrettanto innegabile che ogni anno prima Laporta e poi Rosell, per tacere del Barcellona anni ’80-’90, intervenivano ogni anno a suon di soldoni (i 40 milioni per avere Fabregas in panchina dopo averlo lasciato andare all’Arsenal). L’Italia, poi, è il Paese della gerontocrazia o governo degli anziani, oltre a quello dove la ricerca del risultato fine a se stesso è più presente. Per cui ci sono vagonate di giovani “scuola Milan/Inter/Juve/Roma” dipinti come i nuovi Baresi, Pirlo o Del Piero e finiti a giocare in squadre di Lega Pro se non più giù. E il Milan ne ha prodotti una vagonata.

Ogni anno c’era qualcuno che esordiva, magari in Coppa Italia, e poi cominciava inesorabilmente per lui il valzer dei prestiti. Il duo Zigoni-Beretta, acquistati nel 2009, con Zigoni spedito in C all’Avellino e Beretta sparito, i portieri delle giovanili a cui per il posto di terzo è stato preferito un brasiliano, Gabriel, che tra l’altro toglie un posto di extracomunitario (un caso?), più Merkel, sballottato tra Milan e Genoa come pedina di scambio e ora lasciato andare. Il centrale dell’Under Romagnoli, spedito in una squadra, il Pescara, dal destino probabilmente segnato -con annessi risvolti psicologici, il modo infallibile per “bruciare” un giovane, molto meglio di un errore in partita- per far posto a gente come Zapata, appena retrocesso dalla Liga. Oltre ovviamente alla spesa, secondo me esagerata anche considerando il talento del giocatore, di 7 milioni per acquistare metà cartellino di El Shaarawy, all’epoca 19enne e reduce da una stagione in B con il Padova, pur avendo già Pato, Robinho, Cassano come seconde punte e avendo “in casa” Verdi e Oduamadi nello stesso ruolo di punta esterna.

Il caso più scandaloso comunque è lo sballottamento di Abate durato 5 anni in 5 squadre diverse, mentre il Milan comprava Oddo e Grimi, come anche al giorno d’oggi si preferisce gente come Mesbah o Taiwo a Vilà (provate a farlo entrare ogni tanto) o De Sciglio. Potrei andare ancora avanti, ma l’elenco sarebbe troppo lungo. Si sono fatti troppi errori negli anni, e ora che ci dicono che non ci sono soldi per le campagne acquisti, cerchiamo almeno di valorizzare quello che abbiamo già a disposizione.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014

23 Comments

  1. Diavolo1990

    Bel post, e allarghiamo ancora la redazione 😉

  2. bel post

    credo che con i giovani al Milan ci siano strani comportamenti , alcuni nel recente passato come Matri e Astori svenduti al Cagliari per pochi milioni di euro , altri come Merkel scrificati come pedine , non lo so preghiamo per De Sciglio

    in quanto a Bojan non credo che alla fine lo riscatteremo (15 Mil sono tanti per il Milan ) così come Zapata e Costant , ormai al Milan c è la moda dell’affitare i calciatori per una sola stagione , come Aquilani e Maxi Lopez .

    e poi sprecare un posto da extracomunitario per Gabriel per fare un favore al solito procuratore amico di Galliani la dice lunga
    purtroppo i vecchi modi sbagliati di fare mercato non sono cambiati sono sotto gli occhi di tutti , quando c’era la possibilità di prendere Drogba (extracomunitario) negli ultimi giorni di mercato

    meno male che la juve non lo ha preso se no erano dolori

  3. piuttosto

    è arrivato in vacanza in Italia in questi giorni un mio lontano cugino residente a Montevideo tifosissimmo del Milan , le vede tramite PC le partite del Milan in diretta a orari assurdi visto il fuso orario

    lo porto a vedere le partite a San Sirio dal vivo Milan Atalanta e Milan Anderlecht , naturalmente vuole comperare una maglietta originale nel Milan Store ,

    ma siamo andati in crisi su quale calciatore prenderla , visto che al prossimo calciomercato ci potrebbero essere altre cessioni

    eravamo in dubbio tra quella di Nocerino Pazzini Boateng

    voi quale consigliate ?

    1. quella di Nigel *__*

      1. bastardo dentro :mrgreen:

  4. ah cmq vilà è rotto!!!

  5. piterdabrescia
    piterdabrescia 7 Settembre 2012 at 11:59

    Lo so, dovrebbe stare fuori due mesi, ma l’ho nominato perchè l’avevano già spedito al Valencia in prestito (tanto per cambiare).

    1. purtroppo allegri non lo vede, se non lo mandiamo via in fretta, farà molti danni.

  6. Benvenuto Piter, bel post ma ti attendo al varco quando dovrai sbilanciarti su altri temi. 😈

    @Boldi
    Fai come farò io quest’anno: prendi una maglietta e ci fai stampare “Presidente” come nome e ovviamente il numero 1. Una maglia per tutte le stagioni, che non passa mai di moda.

    1. …classe stile ed eleganza per l’uomo che non deve chiedere mai.

      1. ma che disastro

        nessun nome di titolari

        vi avevo chiesto aiuto , sciagurati che non siete altro

        diavolino nessun nome da proporre ?

        ho l’impressione che nessun quest’anno compra la maglia del Milan a parte LPF

        1. Diavolo1990

          Io non compro magliette. Nel caso prenderei il Boa.

    2. Diavolo1990

      E invece sì… tra un po’ schiatta

    3. *__*

  7. e allora invece vediamo

    chi sarà il calciatore del Milan con il più alto rendimento ?

    chi tra i nuovi acquisti la sorpresa positiva ?

    avanti timidoni

    vediamo chi azzecca i pronostici

    1. purtroppo i nostri pronostici sarebbero falsati dato che c’è un allenatore che fa rende di merda tutti…. sta rovinando il monto 🙁

      1. concordo

        anche il faraone rischia

  8. piterdabrescia
    piterdabrescia 7 Settembre 2012 at 13:12

    @boldi se devo suggerirti il nome e numero sulla maglia a pelle direi Boa @lpf se intendi quello che chiamano “allenatore” del Milan la penso come voi se non peggio 😈

  9. non comprerei mai la maglia di boateng con il numero 10, per me è una vergogna!!!!

    a parte gli scherzi della rosa attuale, davvero comrperei la maglia di de jong… cioè comprerei quella di binho ma binho o a gennaio o l’anno porssimo ci saluta, quindi vai con nigel *__*

  10. Boldi io spero molto in Bojan.

    1. LPF

      la mia paura

      è che Bojan lo facciamo ritornare un campione e poi quello torna dritto al Barcellona visto che c’ è la clausola a loro favore

  11. piuttosto ho parlato con Zambrotta che per inciso adesso è appena diventato papà

    entro dicembre deciderà dove andare a giocare

    come mi ha parlato male di Allegri ,

    alcune cose non si possono dire in pubblico ma si possono immaginare

    ma adesso ho capito perchè Nesta Gattuso e Van Bommel non sono rimasti

    1. Inzaghi, Nesta, Zambrottino, Pirlo e Gattuso: 5 Campioni del Mondo contro Acciughino. Chissà da che parte sta la ragione.. 🙄

      Sicuramente gli Allegriani sarebbero capaci di inventarsi che quei cinque non capiscono nulla di calcio. Perchè il Caciucco non si tocca!

Comments are closed.