Boateng va squalificato 5 turni. Il solito Milan. Un rigore a partita. Che ladri. Per forza, c’è Berlusconi. Scudetto già assegnato. Questi sono alcuni dei commenti più frequenti che si fanno da ieri. Alcuni dei quali da gente non che commenta, ma che scrive gli articoli. Articoli come quello di Bocca su Repubblica, che dopo aver già calato la scure col Bologna, non tarda a replicare quest’oggi, ricordando appunto il mani di Seedorf coi Felsinei e coronando il tutto parlando dell’episodio della Fiorentina. Giudicatelo voi, se questo è giornalismo. Giornalismo sempre più irritante e fazioso, perchè si può anche esser schierati, ma allora bisogna esserlo apertamente. Non mi aspetto analisi coerenti sul Tuttosport, ma parliamo della Gazzetta dello Sport, di Repubblica, di quotidiani (e relativi siti) di caratura nazionale e spacciati come super-partes. E non dimentichiamo Eurosport Italia ospitato da Yahoo!, sito che ha come direttore un supporter dell’Arsenal (a detta sua) ma molto filo nerazzurro dalle scelte degli articoli e dal posizionamento delle notizie. Esempio, il Milan che vince è messa 13° notizia su 32 disponibili in Home Page. Invece Juventus-Novara e Cesena-Inter occupano insieme la posizione numero 3. Ma vediamolo questo sistema Milan cosa ha fruttato quest’anno:

Napoli – Milan: fallo di Gargano non ravvisato nel contropiede del 2-1. Negato un rigore per mani di Cannavaro

Milan – Udinese: manca un rigore per parte, il primo era a favore del Milan

Lecce – Milan: rigore per il Lecce, Abbiati non tocca Corvia

Fiorentina – Milan: annullato goal regolare a Seedorf, due rigori non dati

Bologna – Milan: negato rigore per fallo di Mudingayi su Aquilani. Negato rigore al Bologna per fallo di mano di Seedorf. Negato rigore al Milan per fallo di mano di Morleo

Milan – Siena: rigore a favore del Milan

Questo è il sistema Milan, lo stesso sistema che ci fece vincere 1 scudetto in 8 anni e che durante due anni di intercettazioni illegittime e scremate ha fruttato 4 punti in 3 partite. Finalmente però in società qualcuno inizia a stizzirsi, quindi riporto le parole di Galliani che “quando si ritira da far il dirigente si metterà a commentare le partite dell’Inter“, con chiaro riferimento a Bergomi e ai suoi commenti imparziali mentre affianca Caressa (romanista) nelle telcronache del Milan su Sky.

Posted by Andrea Colonna

Editorialista