Boateng va squalificato 5 turni. Il solito Milan. Un rigore a partita. Che ladri. Per forza, c’è Berlusconi. Scudetto già assegnato. Questi sono alcuni dei commenti più frequenti che si fanno da ieri. Alcuni dei quali da gente non che commenta, ma che scrive gli articoli. Articoli come quello di Bocca su Repubblica, che dopo aver già calato la scure col Bologna, non tarda a replicare quest’oggi, ricordando appunto il mani di Seedorf coi Felsinei e coronando il tutto parlando dell’episodio della Fiorentina. Giudicatelo voi, se questo è giornalismo. Giornalismo sempre più irritante e fazioso, perchè si può anche esser schierati, ma allora bisogna esserlo apertamente. Non mi aspetto analisi coerenti sul Tuttosport, ma parliamo della Gazzetta dello Sport, di Repubblica, di quotidiani (e relativi siti) di caratura nazionale e spacciati come super-partes. E non dimentichiamo Eurosport Italia ospitato da Yahoo!, sito che ha come direttore un supporter dell’Arsenal (a detta sua) ma molto filo nerazzurro dalle scelte degli articoli e dal posizionamento delle notizie. Esempio, il Milan che vince è messa 13° notizia su 32 disponibili in Home Page. Invece Juventus-Novara e Cesena-Inter occupano insieme la posizione numero 3. Ma vediamolo questo sistema Milan cosa ha fruttato quest’anno:

Napoli – Milan: fallo di Gargano non ravvisato nel contropiede del 2-1. Negato un rigore per mani di Cannavaro

Milan – Udinese: manca un rigore per parte, il primo era a favore del Milan

Lecce – Milan: rigore per il Lecce, Abbiati non tocca Corvia

Fiorentina – Milan: annullato goal regolare a Seedorf, due rigori non dati

Bologna – Milan: negato rigore per fallo di Mudingayi su Aquilani. Negato rigore al Bologna per fallo di mano di Seedorf. Negato rigore al Milan per fallo di mano di Morleo

Milan – Siena: rigore a favore del Milan

Questo è il sistema Milan, lo stesso sistema che ci fece vincere 1 scudetto in 8 anni e che durante due anni di intercettazioni illegittime e scremate ha fruttato 4 punti in 3 partite. Finalmente però in società qualcuno inizia a stizzirsi, quindi riporto le parole di Galliani che “quando si ritira da far il dirigente si metterà a commentare le partite dell’Inter“, con chiaro riferimento a Bergomi e ai suoi commenti imparziali mentre affianca Caressa (romanista) nelle telcronache del Milan su Sky.

Posted by Andrea Colonna

Editorialista

20 Comments

  1. Diavolo1990

    E’ una vergogna. Il messaggio è chiaro: far passare il Milan per favorito quando è stato penalizzato.
    A Bologna si è già vista la parte 1: far pesare il rigore di Seedorf cancellando i due non dati a nostro favore oltre a quello netto di Ibra.
    Dimenticata Firenze, dimenticata Napoli, dimenticata la partita con l’Udinese – nel frattempo si tiene su la Juve con le diffide chirurgiche come ai tempi di Moggi (andati in scena anche ieri i gialli a Basta e Benatia al primo fallo – saltano la Juve)
    Su Boateng è assurdo che si chieda la prova TV. Il regolamento è chiaro: se non c’è contatto non c’è simulazione – il rigore è identico a quello di Bergessio del Catania. Ma non solo: quello di Boateng è rigore pieno dato che il portiere esce solo per bloccare il giocatore. Boateng non simula, cerca il rigore – è diverso e salta per non farsi male nel tentativo di evitare il portiere. Si paragona addirittura a Krasic dove il contatto non c’era affatto – beh permettetemi di dire: che schifo!

  2. Diavolo1990

    Dimenticavo, è altrettanto ovvio che se non vinceremo lo scudo sarà perché non ci è stato fatto vincere dall’alto.

  3. Diavolo1990

    Fermi tutti, la Gazza ci regala un altro grande pezzo di giornalismo. Cito

    Alla moviola si scopre che il contatto tra il piede sinistro del rossonero e il ginocchio del portiere ospite è cercato dal milanista che trascina la gamba fino all’impatto. L’azione nasce da una ripartenza veloce, con l’arbitro costretto a inseguire i giocatori. Insomma, al replay il penalty appare generoso, ma in diretta il fallo sembrava netto. Giusto, comunque, il giallo mostrato a Brkic: Boateng non è in possesso del pallone.

    In pratica non è rigore ma è giallo al portiere senza fallo?

    1. La mia visione del fatto corrisponde esattamente alla descrizione fatta dalla Gazzetta. In pratica dice che “dal vivo” è rigore e giallo al portiere … alla moviola no, è evidente che il Boa cerca il contatto … sarebbe punizione per il Siena e giallo per il Boa …

    2. Intendono dire che sebbene il contatto sia cercato da Boateng e non dal portiere che quindi in realtà non commette fallo,nell’interpretazione che l’arbitro da dell’azione il giallo è corretto perchè l’arbitro interpreta la cosa come “il portiere che colpisce Boateng e non Boateng che va contro il portiere”.

  4. Come detto alcuni post fa mi sarebbe piaciuto leggervi così solerti e attenti sul piano mediatico anche qualche anno fa,ma capisco che non si possa pretendere tutto dalla vita.

    Mi stupisco anche del vostro stupore visto il paese in cui viviamo dove ognuno ci pensa due volte a chinarsi visto che c’è sempre dietro qualcuno pronto a metterglielo in quel posto.

    Nel caso delle grandi squadre,specie quando si lotta per il titolo,è sempre più facile dare in pasto all’opinione pubblica il favore piuttosto che il torto,per cui il ridicolo rigore di Seedorf a Bologna viene fatto “pesare” di più del gol annullato allo stesso Seedorf a Firenze.
    Quello che bisogna sempre chiedersi è il cui prodest.
    Nella stagione 2008/2009,alla 33esima giornata,l’Inter è in testa con 6 rigori a favore: ma è normale,è uno scandalo visto che è la nuova “cupola del calcio”…….(e siamo quasi a fine stagione). I media sono impazziti,le accuse volano su giornali,tv e moviole. Peccato che nella stessa giornata,in Milan – Palermo,venga fischiato a favore dei rossoneri il QUATTORDICESIMO RIGORE stagionale. 14.
    Reazione dei media? Zero,perchè il bersaglio è un altro.
    Per cui torniamo al punto di prima: cui prodest??

    Ognuno trovi la risposta che più gli aggrada e si spera che lo faccia con una memoria più ampia…..io dico solo che me ne sbatto i coglioni di quello che dicono i commentatori tv,i giornali,i Piastocchi di turno.
    Il rigore di Boateng è una buffonata per il semplice fatto che ho gli occhi e vedo perfettamente che il gahnese allarga e trascina la gamba sinistra cercando il contatto per cui il rifore non esiste così come c’erano i rigori a Firenze per il Milan.
    E non lo dico io,voi,Caressa o Piastocchi,lo dice IL REGOLAMENTO DEL GIOCO DEL CALCIO.

    Quello che fa schifo è che gli stessi protagonisti del pallone abbiano il coraggio di parlare anche di fronte all’evidenza: finchè gente come Mazzarri va in sala stampa a dire che quello di Inter – Napoli era rigore netto oppure gente come Allegri dopo Chievo – Milan va a dire che “i brasiliani stoppano così” per giustificare un mani clamoroso e vergognoso,allora i margini di crescita anche mediatici sono pari a zero.

    Poi uno si convinca di quello che vuole,di avere tutto il mondo contro e faccia pure la sua battaglia personale contro il mondo.

    1. Diavolo1990

      Matto il numero di rigori stagionali però non è una cosa determinante per un j’accuse a mio parere… se una squadra attacca tanto è ovvio che ha più rigori…
      Il regolamento del gioco del calcio dice che quello è un rigore generoso ma è rigore: il portiere non esce per prendere la palla, vedila dall’altro lato. C’è sia il fallo (il contatto seppur lieve c’è) che il danno procurato. Il fatto che il contatto sia cercato farebbe annullare l’80% dei rigori se è per questo. I rigori si cercano, tutti.

  5. Diavolo1990


    Esonerato Mangia.
    Alla faccia del Panettone in sala stampa

  6. La risposta che tu mi dai è la stessa che diede Ancelotti cercando di fare lo spiritoso.

    Allora io lo faccio altrettanto è dico che per un anno Inter e Juve (cosa di cui però pochi ricordano) non hanno avuto rigori contro perchè “difendevano molto bene”.
    Se il concetto vale per l’uno,il concetto opposto vale per l’altro e certo che il numero di rigori a favore può essere condizione sufficiente per un je accuse visto che almeno in linea teorica ogni rigore assegnato può essere un rigore da tre punti……e quindi ritorniamo sempre e cmq al punto di partenza: IN QUESTO CONTESTO,NEL MONDO DEI TIFOSI E IN QUELLO MEDIATICO,LA CAPACITA’ DI CRITICA,ANALISI E CONTESTUALIZZAZIONE È PARI A ZERO.

    Nell’occasione del rigore di Boateng bisogna distinguere il come e il perchè avviene il contatto ricordando che il contatto non implica automaticamente l’assegnazione del calcio di rigore,che sia cercato o meno;così fosse ce ne sarebbero 50 a partita.
    Il vero protagonista dell’azione non è Boateng,ma Brkic.
    Il portiere del Siena esce su Boateng andando a terra con la gamba sinistra e tenendo indietro sia il busto che le braccia onde evitare il contatto classico braccia-gambe. Ovviamente on è una sagoma di legno per cui la gamba sinistra è leggermente piegata all’altezza del ginocchio,ma se riguardi il replay da tutte le angolazioni constaterai che Brkic mantiene una posisione distesa sostanzialmente dritta. A questo punto Boateng che è leggermente già in caduta (infatti non si capisce come altrimenti possa cadere di schiena….) allara e trascina il piede sinistro cercando un contatto con il ginocchio che altrimenti,proprio grazie al movimento pulito di Brkic,non sarebbe mai avvenuto.
    Per cui,ciò che taglia la testa al toro è che è Boateng che colpisce Brkic e non Brkic che colpisce Boateng,per cui questo non è fallo e non è calcio di rigore per il semplicissimo fatto che le leggi della Natura impediscono a Brkic di smolecolarizzarsi onde evitare che Boateng lo colpisca.

    1. Diavolo1990

      Quindi matto secondo te un campionato in cui Milan Inter e Juve non hanno lo stesso numero di rigori a favore è truccato?
      Perché possiamo tirare fuori nell’analogo periodo le 52 giornate nerazzurre senza rigori contro. Che mi pare siano stati tirati fuori quell’anno molto meno dei rigori a favore per il Milan.
      Se un rigore c’è si dà. Mourinho aveva meno rigori a favore per un semplice motivo: il calcio di Mourinho non è un calcio da possesso palla ma un calcio che fa attaccare l’avversario per usare spazi.

      Su Brkic, il portiere toglie la disponibilità della palla senza cercarla. E’ quantificabile se vuoi come una ostruzione. Ovvio che nel momento in cui Brkic si butta così Boateng fa di tutto per cercare il contrasto invece che saltare il portiere ed andare a segnare, lo tocca e fa anche bene. Rigore generoso ma rigore.

  7. A Napoli meritavamo di perdere a prescindere da quel rigore che nemmeno ricordo. Col Siena avremmo vinto anche senza il rigore, che comunque in diretta dava impressione di esserci.

    A Firenze 3 episodi contrari ci sono costati la vittoria, a Bologna m’è parso che ci sia andata di lusso con l’arbitraggio.

    E finisce lì. Mica è il caso di essere sempre nervosi come Colonna e Diavolino. 😆

    1. Diavolo1990

      Ecco se a Bologna ti è parso che sia andata di lusso i media hanno fatto il loro dovere.
      A Bologna manca un rigore per il Bologna e due per noi. Facciamo conto che ne davano solo uno dei 2 era 3-3, in caso contrario 3-4. Danneggiati o indifferente, sicuramente se c’è una squadra favorita non siamo stati noi.

  8. Impossibile, perchè non leggo la gazzetta, tantomeno Repubblica e nemmeno ascolto interviste e commenti nel post-partita.

    Tutto quello che leggo e sento è il tuo blog e Milannews. Se fossi influenzabile dovrei sentirmi rapinato ogni partita.

  9. Devis, torna all’Enotria che te lo porto io il panettone!

  10. Diavolo1990

    Uscito il comunicato del giudice sportivo, ovviamente nessuna squalifica per Boateng

  11. Dopo tanti che mi “conosci” mi fai così sciocco da pensare e credere che nell’arco di un Campionato ci debba essere un’equidistribuzione di rigori/episodi per le 3 grandi???? Suvvia….

    Quello su cui io metto l’accento è la disparità di trattamento mediatico per capire la quale ti invito ad andare un pochettino oltre la stagione in corso….

    Allora,per quanto concerne tutta la vita,il famoso rigore di Inter – Roma del 2009 è rigore tutta la vita se si applica il tuo stesso metro interpretativo,con Balotelli che passò tra Motta e De Rossi,con De Rossi che appunto agganciò Balotelli sul piede sebbene fosse evidente il come Balotelli andò giù con garnde facilità….
    Quello è il famoso sesto rigore stagionale di cui sopra e che scatenò un polverone senza fine.

    Il sesto.

    Mentre alla concessione del quattordicesimo per qualcun altro nessuno sollevò alcuna polemica.

    Se poi vogliamo giustificare queste cose con l’atteggiamento tattico di una squadra votata o meno alla fase offensiva,allora l’ultimo di Milan – Barcellona è rigore tutta la vita: ingenuo Aquilani ad agganciare leggermente Xavi che stava per concludere. Tocco ingenuo,ma cmq tocco che sbilancia lo spagnolo.

    Se si stabilisce un principio allora deve valere sempre e per tutti e non solo quando fa comodo magari giustificandolo con le storielle della squadra votata o meno alla fase difensiva.
    Dai,non insultimao le nostre reciproche intelligenze.

  12. fabregas11_robinhood 19 Dicembre 2011 at 14:46

    consiglio un po di Valium!

  13. andrea colonna 19 Dicembre 2011 at 15:00

    Per la cronaca, il Milan ha 5 favori rigori come il Parma, e al Napoli ne hanno fischiati 0 contro…

  14. Discussioni su rigori negati o regalati!
    Pianti e lamenti su quello che scrivono i giornalai italiani!
    Addirittura, lamenti sui posizionamenti delle notizie nell’impaginazione dei quotidiani!

    ………… oh cazzo, sono entrato in un sito merdazzurro piangina! Scappo perchè potrei incappare in quello che mi parla di prostituzione intellettuale!

  15. Diavolo1990

    http://www.italiah24.it/sport/calcio/serie-a-calcio/84904/serie-a-milan-boateng-graziato-ma-il-dolo-nella-simulazione-ce.html

    Questi uomini ridicoli che avevano chiesto anche la squalifica per Ibra …. continuano ancora

Comments are closed.