Dida 5.5 Quando lui è in porta, i tifosi non sono mai sereni. E’ l’insicurezza fatta a persona. Intanto Abbiati, che quest’anno non ha mai sbagliato una partita, se ne sta in panchina. Complimenti.
Abate 5.5 Insieme al suo compagno di fascia (Mancini), riesce a far fare bella figura a Ziegler, che fino a ieri non aveva mai giocato una partita al di sopra della sufficienza. Ottimo l’impegno.
Bonera 4 Quando un giocatore è fermo da lungo tempo, non lo si dovrebbe buttare nella mischia in questo modo, ma purtroppo lui era l’unico difensore centrale a disposizione. Non ne azzecca una, il fallo da espulsione è solo l’ultimo di una serie di errori.
Thiago Silva 7.5 Immenso.
Antonini 6 Senza infamia e senza lode. Quasi sempre pronto in copertura.
Gattuso 5.5 Meno peggio del solito, e nonostante tutto è sotto la sufficienza. Questo fa capire il campionato che ha giocato.
Ambrosini 6 E’ calato vistosamente rispetto a due mesi fa, alla sua età è normale. Rimane comunque fondamentale per il centrocampo.
Seedorf 4.5 L’ultima mezz’ora del primo tempo, in cui la Sampdoria ci ha pressato, lui è totalmente sparito. Non fa molto meglio nella ripresa, e questa volta non ha neppure tirato fuori una delle sue invenzioni. Preoccupante.
Mancini 4 Il gol sbagliato a porta spalancata è solo la ciliegina sulla torta. Non riesce mai a saltare l’uomo, inutile.
Borriello 8 Strepitoso. Regge l’intero reparto da solo, nonostante sia in precarie condizioni fisiche. Gran gol, peccato per l’occasione fallita nel secondo tempo.
Ronaldinho 6.5 Male il primo tempo, bene la ripresa, soprattutto quando la squadra rimane in 10. Le due occasioni più importanti per la squadra nascono dai suoi piedi.
Oddo 4 Tre settimane fa è stato impiegato da centrocampista, ieri da centrale difensivo, e in entrambi i casi è stato un disastro. Rende pochino nel suo ruolo naturale, cosa ci si aspetta da lui in ruoli a cui non è abituato?
Zambrotta 5.5 Entra e si mette al posto di Abate (che va a centrocampo). Impalpabile. A quel punto meglio Abate, che almeno ci mette l’anima.

Io penso che il terzo posto alla fine dovrebbe essere nostro, ma rimane la grande amarezza per la situazione che stiamo vivendo noi milanisti. Questa squadra è senza futuro, i vecchi sono ormai alla frutta, dei giovani brillano sono Pato e ThiagoSilva, gli altri sono dei buoni gregari, niente di più.
Io posso anche capire la politica del risparmio, ma se almeno qualcuno di questi vecchietti non verrà sostituito da forze fresche la prossima stagione rischiamo di fare figuracce su figuracce. Ci sono alcuni giocatori che sono veramente finiti e il prossimo anno saranno più vecchi, quindi è probabile che crolleranno ancora prima rispetto a quando sono crollati quest’anno.
Se ora ci lamentiamo per essere arrivati solamente terzi, i prossimi anni rischiamo di abituarci a lottare per traguardi ancora meno importanti.
Situazione preoccupante.

Posted by elbonito