Antonio Toma

È arrivato il momento di analizzare e raccontare la storia di un modulo tattico che sta tornando in auge dopo molto tempo, il 4-2-4. Schema tattico storicamente inventato dalla grande Ungheria, si è poi perfezionato negli anni e ha fatto la fortuna del Brasile di Garrincha, Didì, Vavà e Pelè. Accantonato per evidenti limiti difensivi, è tornato a far capolinea in Italia a metà degli anni 2000 nel calcio minore, per poi, oggi, essere sotto gli occhi di tutti in Serie A. Ho seguito da vicino lo sviluppo di questo schema nelle ultime 7 stagioni e oggi parleremo un po’ di tattica.

ANTONIO TOMA, DAL SALENTO A PISA – Ex fenomeno mediatico su youtube, famoso per i suoi filmati nel calcio minore dove scartava intere difese segnando gol a valanga, “MaraToma” si è poi ritirato dal calcio e ha intrapreso la strada di allenatore. A scommettere su di lui l’ex direttore sportivo del Pisa Gianluca Petrachi (oggi al Torino) che lo portò nella città toscana nel 2005-06 quando i neroazzurri viaggiavano in zona salvezza. Toma portò subito l’idea di gioco del 4-2-4, ancora acerbo, con l’idea di base di poter andare in porta e costruire l’azione in pochi secondi. Dopo la salvezza centrata col Pisa, Toma rimase senza contratto.

GIAMPIERO VENTURA – Due stagioni dopo, nel 2007-08, ancora una volta a Pisa, per un curioso caso, Giampiero Ventura portò il suo 4-2-4 a un livello più alto di quello di Toma. Con lui i neroazzurri sfiorarono la Serie A, venendo eliminati solo ai Playoff, ma eguagliando il record di vittorie in trasferta della Juventus nel campionato cadetto. Ventura poi esportò questo modulo di gioco a Bari, successivamente, dopo che Anche il tecnico Antonio Conte lo aveva utilizzato nella città pugliese. Infine oggi questo schema fa la fortuna del Torino, ai vertici del campionato cadetto.

ANTONIO CONTE – Ulteriore evoluzione, il gioco di Antonio Conte. Prendendo spunto dalle idee di Toma e Ventura, all’esordio da allenatore nell’Arezzo, Conte fece spesso viaggi in Salento, disquisendo di tattica con Toma e venendo a Pisa a prendere appunti sul gioco di Giampiero Ventura. Fu così che, quando nella stagione 2008-2009 divenne allenatore del Bari, Conte ingaggiò come allenatore in seconda prima, e curatore della fase difensiva poi, Antonio Toma. Nacque un’intensa collaborazione che portò il Bari al ritorno in Serie A dopo molti anni. Oggi Toma allena la primavera del Lecce, dove ancora pratica questo modulo di gioco. Conte invece ha proseguito nel perfezionamento dello schema, prima a Bergamo e poi a Siena, centrando altre 2 promozioni in A, per poi definitivamente consacrarsi a Torino, in questa stagione, come allenatore della Juventus.

Giampiero Ventura

L’IDEA DI GIOCO – Ma cos’ha di speciale questo modulo di gioco? Analizziamo la parte tecnica. Prima di tutto non esiste il rinvio lungo del portiere, l’azione parte sempre dalla propria area di rigore, dove l’estremo difensore passa il pallone ai due difensori centrali, che iniziano l’azione e smistano subito la palla. La difesa, bloccatissima, è composta da due centrali e due terzini bloccati, spesso adattabili come centrali. Non è un caso che Chiellini e Lichsteiner vengano impiegati in questo ruolo a Torino. A centrocampo due mediani a tutto campo, con un corridore e un giocatore più tecnico, che hanno il compito di effettuare rapide verticalizzazioni, o allargamenti veloci del gioco verso le due ali offensive. Le due ali spesso sono composte da un giocatore leggermente meno a trazione anteriore dell’altro, ma devono avere una grande capacità di resistenza e corsa, per tutta la partita. Infine i due attaccanti non sono semplici punte, ma giocatori che possono giocare palla a terra, spesso con uno-due veloci o veli improvvisi a favorire il secondo attaccante. Non è un caso che ieri la seconda rete della Juventus sia arrivata proprio su un rapido sviluppo di un uno-due rapido al limite dell’area di rigore. In fase difensiva spesso le due punte pressano i difensori, ma il pressing e il contropiede sono altre due armi importanti di questo modulo di gioco.

VARIAZIONI SUL TEMA E CONTROMISUREAntonio Conte ha migliorato molto questa idea di gioco, spesso adattandola ad altri moduli, magari aggiungendo un uomo in più a centrocampo in un 4-3-3 come contro l’Inter, oppure un 4-1-4-1 espresso contro il Milan nella partita di Torino. Ci sono però dei limiti in questo tipo di gioco. Allegri in questo caso non seppe trovare la chiave di lettura della gara, subendo la Juve per tutta la partita. Ci sono almeno tre modi per contrastare o limitare questo sistema di gioco. 1) Questo schema è perfetto per partite a viso aperto contro squadre dello stesso livello o superiori. Non servono campioni ma interpreti. Eppure contro squadre provinciali e più chiuse questo sistema di gioco trova difficoltà a esprimersi perché si esalta proprio negli spazi aperti. Giocare in questo modo, magari sacrificando un po’ il proprio modo di giocare è uno dei modi per contrastarlo. 2) Pressing alto. Le due punte devono pressare subito i difensori, proprio perché il gioco parte dalla propria area di rigore. In questo caso, nel gioco di Allegri, attaccanti passivi in fase difensiva sono dannosi per la squadra. 3) Limitare il gioco dei mediani, pressando insistentemente con un uomo a centrocampo uno dei due portatori di palla, porterà all’errore.

Antonio Conte

JUVE, DOVE PUO’ ARRIVARE? – Questa Juve può andare molto lontano, sono convinto che lotterà fino alla fine del campionato per lo scudetto. Le variabili tattiche di Conte, che ha imparato e migliorato lo schema di Toma e Ventura, possono essere le chiavi di lettura in quegli scontri dove notoriamente questo schema è fallace. L’importante è credere sempre nei propri mezzi, come dice sempre Giampiero Ventura “se vogliamo possiamo”. Un training mentale che anche Conte cerca di trasmettere ai propri ragazzi.

L’articolo di Michele Bufalino è gentilmente concesso dall’agenzia di stampa www.videonewstv.tv ed è pubblicato anche su  www.pisanellastoria.itwww.rossonerosemper.com e www.iotifopisa.com

Trovate gli articoli anche qui (http://www.michelebufalino.com/2011/10/31/toma-ventura-e-conte-da-pisa-a-torino-la-storia-del-4-2-4/), qui (http://www.iotifopisa.com/index.php?option=com_k2&view=item&id=244) e qui (http://www.pisanellastoria.it/index.php?view=article&catid=1:ultime&id=239:-toma-ventura-e-conte-da-pisa-a-torino-la-storia-del-4-2-4) oltre che su questa pagina.

Posted by Michele Bufalino

Giornalista pisano, ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Ha lavorato al Progetto Sky Italia della Deltatre S.P.A. società informatica di Torino. Si è occupato della grafica in sovrimpressione delle partite di Serie A. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate, e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata"nel 2011. Premiato al Memorial Bardelli 2011 per il suo impegno per lo sport pulito. Conduce il talk Show sul Pisa "Finestra sull'Arena"

73 Comments

  1. il 4-2-4 è il modulo delle entità superiori.

    Infatti lo utilizzava Leonardo, un genio assoluto e Conte il migliore degli allenatori emergenti.

    Modulo spettacolare, spregiudicato che sfrutta da Dio le corsie esterne e il campo.

    Modulo che ha sempre fatto divertire il pubblico e portato bene. Bisognerebbe fare un monumento a chi lo applica

  2. Visto poi la mole di somari che lo criticano senza avere la minima idea su cosa è il calcio.

  3. Michele Bufalino 31 Ottobre 2011 at 00:25

    La cantera la penso esattamente come te.

    Sono 7 anni che vedo squadre giocare con questo modulo, fin da quando lo giocavano nel mio Pisa (sono pisano :D)

    è stato bello vederne l’evoluzione e il confronto tra i vari allievi e maestri allenatori.

  4. Grande Michele. Comunque io sono sempre Dnarossonero 😉

    ho dovuto mettere La Cantera per registrami 😉

    1. Diavolo1990

      Un ragionamento che non fa una piega, non potevi registrarti come dnarossonero? 😐

  5. buongiorno

    per le ambizioni della juve c è un test serio il fine settimana , l’incontro al San Paolo con il Napoli

    anche perchè l’attuale Inter non mi sembra un test provante

    se la juve vince o pareggia sarà probabilmente lei la nostra principale avversaria

    se perde rimane il Napoli l’avversario più pericoloso per lo scudetto

    e poi successivamente la vecchia signora deve ancora giocare con Udinese e Lazio

    sul modulo
    dipende molto dai giocatori che hai in rosa , per esempio Conte era partito per giocare con le 2 ali e per il suo modulo ne hanno acquistate 6 , salvo giocare adesso con un’ala sola e dover a gennaio acquistare urgentemente un centrocampista centrale perchè come riserva hanno solo Pazienza .

    Se alla juve si fa male Pirlo sono nella merda

  6. 1) Conte alla Juve non ha mai fatto il 4-2-4. Era un 4-4-2, ora è un 4-3-3.

    2) Diavolino, la differenza è che quando ti prendo in giro io è perchè mi diverto come uno stronzo a coglionarti e vederti scattare, quando te dai del mafioso a chi non commenta sul tuo blog, pensi davvero che ci sia un disegno contro di te.

    3) Chissenefrega di quando potrà tornare Cassano. C’è prima di tutto di mezzo la salute di un ragazzo di 30 anni, il resto è secondario e se ne parlerà in un secondo momento, una volta esclusi problemi più gravi.

    1. Michele Bufalino 31 Ottobre 2011 at 10:50

      1) allora mi sa che non capisci una sega come diciamo a Pisa :mrgreen:

      1. In effetti non avevo letto il post. Mi hai anticipato.

        1. Michele Bufalino 31 Ottobre 2011 at 11:08

          😉

  7. Diavolo1990

    Non credo nel 4-2-4 come modulo vincente a lungo termine.
    La Juve romperà le palle finché rimane lì davanti, appena cala di 3-4 punti crollerà. E’ un modulo che valorizza le squadre con forti motivazioni a vincere. Serve molta corsa e non si può correre per una intera stagione.

    @LPF
    Bene sappi che io dei tuoi “scherzi” mi sono rotto e che quel “mafiosi” che tu stai strumentalizzando ora era riferito all’atteggiamento – ovvero che al momento in cui uno parlava contro il sottoscritto gli altri ci davano dentro rinforzandosi a vicenda.
    Ma non avevi detto che non rompevi più le palle qui? 🙄

    1. Michele Bufalino 31 Ottobre 2011 at 11:09

      i dubbi che sollevi sono giusti. Col 4-2-4 devi correre tutta la stagione. Solo che quest’anno la juve potenzialmente giocherà almeno 10 partite in meno delle altre pretendenti alla lotta per il campionato. Quindi forse ce la può fare 😀

      dal podio secondo me non si schioda.

  8. Diavolo1990

    Intanto oggi è il suo compleanno
    Lo ricordiamo così: httpvh://www.youtube.com/watch?v=zpJna4-OAJ0
    Il più grande di tutti i tempi. Per me, più di Pele e Maradona.

  9. Diavolo1990

    Ennesimo capolavoro del male (le moviole gazzetta)

    ROMA-MILAN 2-3 — Molti episodi in una gara che Damato ha cercato di gestire fischiando il meno possibile, ma forse sarebbe servita una direzione più severa. Alla fine la Roma si lamenta per una irregolarità di Boateng sul primo gol, per un fuorigioco di Ibra sull’1-3, mentre sul rosso allo stesso Boateng c’è da capire il momento nel quale l’assistente o il quarto uomo percepisce l’insulto. Partiamo da qui: 21′ della ripresa, il Principe chiede di uscire per le conseguenze di una botta alla caviglia dopo un contatto con Burdisso. Quando ancora è in campo libera un insulto figlio di.. guardando verso l’assistente, ma non accade nulla. Subito dopo entra Emanuelson, Boateng dice ancora qualcosa negli spogliatoi spiegherà che le ingiurie erano per Burdisso e va a sedersi in panchina. Qui lo raggiunge Damato mostrandogli il rosso. Da regolamento fino a quando un giocatore non esce dal campo, risponde dei suoi gesti. Quindi: se l’insulto la terna lo avesse udito nella prima circostanza, il Milan non avrebbe potuto fare la sostituzione. Viceversa nel momento in cui Emanuelson mette piede nel rettangolo di gioco, Boateng è da considerarsi sostituito e perciò il rosso non lascia in inferiorità i rossoneri. Per il resto: l’azione che porta il Milan avanti, nasce da un duello fisico tra Boateng e Gago, il rossonero va via di forza ma alla fine piazza una mano in faccia all’avversario. Si poteva fischiare il fallo. Curiosità: mano di Pizarro sul cross di Boateng, sarebbe punizione dal limite, arriva invece l’angolo e il gol di Nesta. Nella ripresa manata di De Rossi a Robinho: non vista, meritava il giallo. Al 33′ Ibra fa 3-1, ma sull’assist di Aquilani è con il piede in fuorigioco. Difficilissimo vederlo per Di Liberatore: De Rossi nella foto coperto da Ibra corre all’indietro e un secondo dopo il cross e già un metro oltre lo svedese. Nel finale espulso anche Allegri: protesta su un fallo laterale.

  10. Diavolo1990

    PVT per DNA (qui e su splinder ma è lo stesso contenuto)

  11. Diavolo1990

    Se per caso Camisa è di passaggio sarei curioso di sapere cosa pensa del 4-2-4 e se lo ha mai usato quando allenava 🙂

  12. Ho giocato con il 4-2-4 solo una volta, ma causa emergenza infortuni.

    Persi 3-1.

    In soldoni non è un modulo così diverso dal 4-4-2… La sostanziale differenza è data dal “dove” gli esterni iniziano la fase di pressione e/o dal dove gli stessi si posizionano per ricevere palla in fase di possesso.

    Il 4-2-4 è un gioco di profondità e verticalità. Il 4-4-2 un gioco di ampiezza e possesso palla. … Ma in concreto i movimenti tattici non sono dissimili.

  13. Michele Bufalino 31 Ottobre 2011 at 13:45

    bisogna saperlo giocare, prepararlo e non si improvvisa. Tutte le squadre che ho citato lo hanno preparato per almeno 2 mesi prima dell’inizio del campionato.

    Se lo si gioca per caso si perde quasi sicuramente

  14. MalatoDiMaldini 31 Ottobre 2011 at 13:47

    Il 4-2-4 presuppone che i due esterni siano due con i controcoglioni, voglia di correre e di sacrificio, altrimenti i terzini si trovano costantemente in situazioni di 2 vs 1.
    La juventus lo potrà fare fino a quando Pirlo avrà voglia di correre, anche se contro l’inter ha fatto male secondo me, e fino a quando Marchisio continua a crescere (sicuramente nel giro di 3 anni è top 3 mondiale di centrocampisti).. xò scoppieranno…

  15. conte lo fa eccome il 4-2-4.

    Ad essere precisi all’ inizio faceva più il 4-1-4-1 visto che giocava con 1 punta sola.

    E’ un modulo difficile da attuare anche perché poco conosciuto. Inoltre è un modulo abbastanza spregiudicato che richiede determinate caratteristiche e una filosofia particolare di gioco fra cui appunto il passaggio del portieri ai difensori per iniziare l’ azione palla a terra.

    Non credo sia il modulo che più paghi ma è quello più spettacolare e quello che richiede il maggiore estro e sapienza tattica perché è più complicato da gestire di altri moduli. Ecco perchè chi lo applica dico che ha i coglioni cubici e sa di calcio più di altri. Unicamente perché ha un livello di difficoltà più elevato e garantisce più spettacolo

  16. Michele Bufalino 31 Ottobre 2011 at 14:02

    precisamente DNA :mrgreen:

    è il mio stesso pensiero

  17. Diavolo1990

    E al Milan con Abate ed Emanuelson si potrebbe fare secondo voi?
    Sappiate che io resto estimatore del 4-4-2 e del 4-3-2-1 ad Albero di Natale

    1. Michele Bufalino 31 Ottobre 2011 at 14:17

      No il milan non ha dei terzini fermi da utilizzare in questo ruolo. Emanuelson è troppo lento per adattarsi a questo sistema di gioco. Ci vorrebbe un mancino veloce che stia sulla fascia destra a rientrare sul sinistro. Cerci era perfetto nel Pisa, adesso gioca nella Fiorentina. Ci vorrebbe uno come lui per questo schema. Abate ormai sta studiando per essere il nuovo Zambrotta e ci sta riuscendo molto bene. Se non gioca titolare agli europei boicotto Prandelli.

      1. Diavolo1990

        Emanuelson non è un giocatore lento.

  18. Michele Bufalino 31 Ottobre 2011 at 14:07

    ANSA – Cassano e Gattuso con problemi alla vista. “Non riusciamo a vedere più l’Inter in classifica”. :mrgreen:

    cerchiamo di ironizzare un po’ 😀

    1. Diavolo1990

      Anche LPF ha problemi alla vista, a forza di lurkare per cercare errori di distrazione diventerà cieco… 🙄

      1. Ho problemi alla vista perchè mi è caduto l’occhio sul tuo 4-3-2-1 a rombo, che poi hai corretto su segnalazione. Prego.

        Mi chiedevo com’era un rombo a 5 vertici…forse come la difesa bassa che è quella che sta vicino al centrocampo?

        1. Michele Bufalino 31 Ottobre 2011 at 14:16

          adesso sembrate Desperate Housewives. :mrgreen:

        2. Diavolo1990

          Adesso non fare il maestrino che non si è mai confuso… 🙄

  19. Per fare è fattibile al Milan ma non ora.

    Quando tornano Pato e Cassano però se ne può parlare volentieri.

    Diavolo ti è arrivato il pvt di risposta su splinder?

    1. Diavolo1990

      Risposto

  20. Diavolo1990

    Due turni a Boateng

  21. fabregas11_robinhood 31 Ottobre 2011 at 16:12

    per me un modulo del genere alla lunga stanca parecchio i pepe, gli alvarez della situazione.

    diablo perchè secondo te van basten e più forte degli altri????perchè ha giocato nel milan????

    1. Diavolo1990

      Perché la sua carriera non si riduce a uno scudetto (rubato) col Napoli e a un mondiale con buchi enormi in mezzo (chi si ricorda il Maradona di siviglia per esempio?) e non ha squalifiche per doping (vedi 94)

      1. fabregas11_robinhood 31 Ottobre 2011 at 16:25

        e i vari pelè, di stefano, cruijff…???

  22. fabregas11_robinhood 31 Ottobre 2011 at 16:29

    e poi non eri tu che dicevi che non contano i trofei per giudicare un calciatore????

    1. Diavolo1990

      Non contano solo i trofei. Ma lui ne ha vinti parecchi anche a livello individuale.
      In ogni caso io ho espresso una mia opinione. Per me è il più forte – le opinioni al massimo si discutono non si confutano.

  23. mica si vorrà mettere Marchino con Maradona?

    Tutto un altri uomo e campione

  24. fabregas11_robinhood 31 Ottobre 2011 at 16:42

    come al solito non rispondi alle domande ma vabbè…

    1. Diavolo1990

      Rispondo solo a quelle sensate – non a quelle provocatorie senza risposta fatte solo per provare a mettermi in ridicolo

  25. fabregas11_robinhood 31 Ottobre 2011 at 16:52

    molte volte ci riesci anche senza le domande!!

    cmq questa volta era una mia curiosità, vedi tutto del marcio tu, vabbè

  26. Cassano ce lo tengono fuori fino all’ anno nuovo 🙁

    ora è un casino grosso visto che senza Cassano il Milan è veramente poca cosa

    1. Diavolo1990

      Ririsposto

    2. DNA

      non è detto ,

      dovrebbe a breve tornare Pato e finalmente Allegri potrebbe lasciare spazio anche al Faraone

      1. Diavolo1990

        Boldi MP

        1. risposto

  27. El 92 è forte ma non è quel tipo di giocatore.

    E molto più vicino a uno Zarate per ora che non a un Cassano. Tatticamente acerbo e tutto da vedere nell’ impostare.

    Noi senza un regista puro a centrocampo abbiamo bisogno di almeno una fonte di gioco. Ho paura che l’ alternativa a Cassano sia molto di più Seedorf che non El 92. A meno che non fosse impiegato nel suo vero ruolo di trequartista

    1. A me EL92 piace. Potrebbe essere la sua grande occasione…

  28. Anche Aquilani è forte se messo nel giusto contesto. La sua migliore parte di partita l’ ha fatta con Cassano in campo.

  29. Diavolo1990

    Annuncio ufficialmente che La Cantera a.k.a. Dnarossonero sostituirà LPF80 per i postpartita dopo il parere unanime della redazione.

    1. fabregas11_robinhood 31 Ottobre 2011 at 18:31

      ecco, è un po come sostituire eto’o con zarate!

      1. Chi si somiglia si piglia…

        Non vedo l’ora di leggere i post di DNA.
        Speriamo li scriva in italiano.

        1. Michele Bufalino 31 Ottobre 2011 at 18:39

          ci sono sempre io come correttore di Bozze. Sarà sicuramente all’altezza! Mi sembra una persona molto equilibrata.

        2. Diavolo1990

          Beh almeno lui a differenza tua ha delle esperienze da allenatore 🙄
          Mi ha convinto il resto della redazione, vediamo un po’ e speriamo di vincere questa scommessa

        3. Bhè, deve essere contento lui che i suoi scritti verranno corretti. Avete fiducia.

          Beh almeno lui a differenza tua ha delle esperienze da allenatore
          Che frecciatona… 😕

          Manca solo Boldrini per fare un bel quadretto.

        4. Diavolo1990

          Beh se in fondo non te ne frega sono libero di scegliere chi voglio no?
          O se sei qui a contestare è perché ancora te ne frega?

        5. Beh se in fondo non te ne frega sono libero di scegliere chi voglio no?
          Mancherebbe altro.

          O se sei qui a contestare è perché ancora te ne frega?
          Bastaaaaaaaaaa!!!
          Sei l’unico che vive per sto cazzo di blog!!!
          Son qui a farmi due risate perchè sei completamente impazzito dietro a questo passatempo…

        6. Diavolo1990

          Io non vivo per “sto cazzo di blog”
          Semplicemente vorrei che rispettassi la mia scelta di gestirlo come se fosse una cosa seria.

  30. Diavolo1990

    Aggiornamenti per boldi via mp

  31. Spero che non ne sia bisogno delle correzioni.

    Se faccio un post lo rileggo e lo sistemo mica lo tiro via come i commenti. Comunque il sapere che posso contare su Michele è tanta roba. Lo ringrazio molto.

    Coraggio Fabregas non te la prendere e abbi fiducia nelle scelte di un management evoluto, giovane ed intraprendente che ha portato questo blog in alto nelle visite e nel rinnovamento strutturale.

    Da parte mia ringrazio sentitamente il Team dei redattori per l’ incarico, impegnandomi fin da ora a dare il massimo per essere all’ altezza del compito.
    Ringrazio in particolar modo Michele Bufalino per le belle parole espresse nei miei confronti, per il voto favorevole e per l’ aiuto

    1. Diavolo1990

      Dna ti spedisco un mp tramite la funzione interna di questo blog vai su messaggi privati per leggerlo e dimmi se ti va

    2. l’avatar, però, lo cambiamo? :mrgreen:
      buon “lavoro”!

    3. Discorso ufficiale di ringraziamento?

  32. fabregas11_robinhood 31 Ottobre 2011 at 19:37

    mangement evoluto???…per il voto favorevole e per il voto espresso.????? ahahahahahma dove sono finito??in una s.p.a???’ dai domani vediamo come rispondono i mercati dopo questo incarico….

    1. Rilassati. Ho sfruttato le prime abilità da redattore per modificare il commento. Se non altro da qui in avanti potrò correggere qualche cagata scritta per scazzo. Mi devo ancora abituare al doppio ruolo di commentatore e postatore. Non essere impaziente, vedrai che il tirocinio sarà breve ed indolore.

      Spero che i mercati europei rispondano malissimo. Sono short con l’ euro :mrgreen:

  33. fabregas11_robinhood 31 Ottobre 2011 at 19:58

    tranquillo dna son rilassatissimo, mi preoccupano le condizioni di cassano, spero si riprenda presto, non dal punto di vista calcistico ma umano!!!

    attento ai mercati europei, non ti fidar di loro!!!

  34. Io sono triste per Cassano e per il Milan. Si dice si sia trattato di Ictus. ffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffff:-?

  35. Diavolo1990

    Ictus ischemico per Cassano

  36. Michele Bufalino 31 Ottobre 2011 at 21:07

    brutta notizia… speriamo bene, intanto per lui, poi si vedrà.

  37. Diavolo1990

    A.C. MILAN COMUNICATO UFFICIALE

    MILANO – A.C. Milan comunica che le notizie in circolazione contenenti ipotetiche diagnosi sullo stato di salute di Antonio Cassano non possono considerarsi verificate poichè non provenienti da fonti mediche accertate come lo staff sanitario di A.C. Milan o i medici del Policlinico di Milano che hanno in cura il calciatore. A.C. Milan sottolinea che Antonio Cassano è in fase di netto miglioramento e che nei prossimi giorni sosterrà ulteriori esami medici.

  38. Senti, piazza dei miracoli, evitami i sermoni, che me li sbatto sulle palle!
    Io Diavolo lo conosco da anni e so benissimo che gli manca molta potta, altrimenti non frignerebbe come un poppante appena viene criticato, senza riuscire a capire che se scrive in un blog pubblico, deve anche accettarle le critiche!
    E poi, io scrivo quel cazzo che mi pare!

    Il modulo descritto è solo una piccola evoluzione del classico 442 dovuta alle caratteristiche dei giocatori che ti ritrovi.
    Poi, il Brasile di Garrincha, Didì, Vavà, Pelè ecc e quell’Ungheria, potevano giocare con qualsiasi modulo ed avrebbero fatto le solite figure. Specie in tempi come quelli, che non c’era l’esasperato tatticismo di adesso!
    Per le altre squadre che lo utilizzano …… il pisa, ….. ammecojoni!

    Bella l’ultima novità eh! Gia c’era l’afflusso di lurker vedovi di zelig. D’ora in poi aumenteranno anche quelli. Così Diavolo s’incazza ancora di più!

  39. Michele Bufalino 1 Novembre 2011 at 00:13

    se non ti piace il blog, quella è la porta 😉

    nessuno ti costringe a leggere

  40. Che cosa c’entra? Il discorso era un altro!
    Nel caso, non avrei bisogno dei tuoi consigli!

Comments are closed.