Gira e rigira, in questi giorni ci stiamo tutti ponendo la stessa domanda: domani pomeriggio si festeggia lo scudetto? Alzi la mano chi non ha preparato il classico bandierone e non è pronto con gli amici a fare il solito carosello con le autovetture. Se poi a mente fredda si incomincia a ragionare, si possono trovare alcune ragioni per il si e per il no.

Le ragioni per il sì:

1) L’Inter affronta in trasferta una delle squadre più in forma del campionato.

2) Il Cesena è in lotta per non retrocedere e ci sono ottimi rapporti tra le due società.

3) L’Inter affronta questa trasferta con alcune assenze pesanti.

Le ragioni per il no:

1) Il Milan è fisicamente in affanno, si veda il secondo tempo dell’ultima partita con il Brescia.

2) La formazione di domani annovera assenze importanti come V. Bommel, Gattuso, Ibrahimovic e Pato.

3) Sembra che a centrocampo Allegri sia orientato a schierare davanti alla difesa Pirlo, con la contemporanea presenza di Seedorf a centrocampo.

Personalmente sono convinto che se gioca Pirlo, l’Inter e Milan pareggino e si conquisterà lo scudetto con la trasferta di Roma. Se non giocasse Pirlo invece aumenterebbero considerevolmente le possibilità di festeggiare domenica.

Concludendo, questo scudetto ha un sapore diverso da quelli degli ultimi anni: si assegna molto prima dell’ultima partita di campionato ed è anche la dimostrazione con i fatti di quanto il Milan sia stato superiore agli avversari malgrado le assenze: per squalifica di Ibra (5 giornate) e i vari infortuni di Pato, Boateng, Nesta (ora) e Thiago Silva (nella prima parte di stagione).

Posted by boldi1

Primo redattore del blog. Post abituali: Un approfondimento a settimana.