Siamo a metà mese ed il calcio mercato entra nel vivo, dopo gli antipasti offerti dalle milanesi soprattutto con Ranocchia all’Inter e Cassano al Milan. Già questi due movimenti basterebbero per far dichiarare positivo il mercato delle rispettive squadre. Ma ecco che arriviamo agli ultimi giorni di mercato, dove i più abili dirigenti sportivi, piazzano i cosiddetti ‘colpi’. In questi giorni la sede di via Turati ha visto la visita del noto procuratore sportivo Mino RAIOLA, il quale oltre a proporre al Milan l’acquisto di Van Bommel, ha discusso con Galliani e Braida anche del giocatore brasiliano Maxwell, terzino sinistro del Barcellona, giocatore in procinto di cambiare casacca causa scarso impiego.

La scadente prestazione della difesa milanista nell’ultima partita di campionato con l’udinese ha definitivamente convinto la proprietà e la dirigenza ad intervenire immediatamente in questo mercato per reperire almeno un terzino sinistro visto le scarse prestazioni  sportive offerte ultimamente da Antonini e gli acciacchi di Zambrotta, attualmente fermo per infortunio.

Bisogna doverosamente sottolineare come la società Milan si ritrova finalmente al centro del mercato con un ruolo da protagonista, come non si vedeva da almeno tre anni.

Da quel poco che filtra da Milanello sembra che oltre al terzino sinistro si stia cercando di reperire anche un centrale difensivo visto i frequenti infortuni di Nesta ed il candidato numero uno sembra ormai essere il giocatore della nazionale francese, Philippe Mexes

Nella conferenza stampa di presentazione di Cassano Adriano Galliani ha fatto ulteriormente capire che salvo sorprese, il mercato di gennaio si chiuderà con uno o due colpi di mercato, naturalmente negli ultimi giorni di mercato (il 30 o il 31 ?) per non dare alla concorrenza la possibilità di replicare.

Per il mercato di giugno restano sempre in prima fila i nomi di Balotelli e Luiz oltre a Lamela e Ganso anche se su quest’ultimo i recenti infortuni e lo status di extracomunitario, hanno raffreddato gli entusiasmi della dirigenza rossonera a favore del giocatore titolare del passaporto comunitario: Lamela.

Concludendo domenica sera, nel posticipo, il Milan si reca in trasferta allo stadio di via del Mare a Lecce , campo in cui recentemente non ha mai vinto. L’allenatore Allegri recupera dagli infortuni due titolari del calibro di Nesta e Flamini  e dalla squalifica il capitano Ambrosini. Unici dubbi di formazione riguarda la composizione del tridente d’attacco: meglio Seedorf  Ibrahimovic e Pato o Robinho Ibrahimovic Pato? A voi la risposta.

Appare evidente che in questa fase del campionato è necessaria subito una vittoria convincente, anche per spegnere sul nascere le velleità di rimonta dei cugini nerazzurri, unici seri antagonisti per lo scudetto.

Più che guardare i risultati delle altre squadre, il Milan deve guardarsi allo specchio, ritornando a viaggiare speditamente con una media di punti di 2,2 – 2,4  a partita  e sarà automaticamente scudetto.

Posted by boldi1

Primo redattore del blog. Post abituali: Un approfondimento a settimana.