https://i2.wp.com/efootball.it/wp-content/uploads/2010/12/cassano-milan-267x300.jpg?resize=232%2C261

Ecco il primo...

Ricomincia il calciomercato e già un giocatore bussa a Milanello: come ben sappiamo si tratta del talento  di Bari vecchia, Cassano. Per assicurarsi le prestazioni sportive  del barese  il Milan ha speso 1,65 milioni di euro. Galliani è stato di parola, come aveva recentemente  dichiarato:  se sul mercato ci dovessero essere delle occasioni il Milan sarà presente. Detto fatto, personalmente ritengo che  l’arrivo del giocatore complicherà non poco il lavoro di Allegri, con il rischio di incrinare quell’equilibrio di spogliatoio appena raggiunto.

Viene semmai da chiedersi, perchè,  se era un’occasione, Del Neri e Marotta non l’hanno portato a Torino dato che lo conoscevano molto bene? Anche l’Inter non ha partecipato alla trattativa di  acquisto. Evidentemente queste due società ritengono che vi siano delle controindicazioni.

E con Cassano siamo al quarto giocatore scartato da un’altra squadra su cui la società di via Turati  cerca il rilancio e scommette. Dopo Ibra scartato dal Barca, Robinho dal M. City e Boateng ripudiato dal Genoa, ecco arrivare la scommessa più difficile. Lo dichiaro pubblicamente ora: se Allegri riesce ad inserire nel progetto Milan Cassano, a fine anno l’allenatore meriterà un bell’8 in pagella a prescindere dai risultati finali.

Come ho scritto nel titolo, momento anche questo di partenze: Ronaldinho è ormai in uscita dal Milan, destinazione Brasile, su indicazione del selezionatore della nazionale brasiliana.

Leggo, su altri blog di fede milanista, fantomatici diktat da parte della società per far fuori il campione brasiliano. Tutte cazzate amici miei. Purtroppo Dinho, dalla partenza della stagione non ha avuto un comportamento positivo negli allenamenti coinvolgendo, questo è molto grave, anche il giovane Pato. Questo comportamento ha finito per creare un distacco tra questi giocatori ed una parte dello spogliatoio. Se a questo aggiungiamo che l’allenatore giustamente premia chi si impegna in allenamento vedi gli esempi di Robinho e Boateng, il quadro di quanto è accaduto in questi ultimi mesi è chiaro.

Comunque malgrado quanto sopra indicato, voglio pubblicamente ringraziare Ronaldinho per quanto ha fatto la scorsa stagione. Grazie alle sue giocate siamo riusciti a terminare al terzo posto  del precedente campionato. Tutti in piedi ad applaudire un campione che nel bene e nel male ci ha deliziato a volte con giocate strepitose e auguriamo perciò tutto il bene possibile: buona fortuna Dinho.

E adesso viene il bello amici miei, arriveranno altri 2 acquisti, voglio proprio vedere gli  antiberlusconiani cosa si inventeranno questa volta per criticarlo. Per inciso, ormai certe decisioni per fortuna non sono prese dal presidente, fosse stato per lui infatti ci saremmo ancora tenuti Dinho. Tutti sembrano ignorare che ormai sono i figli ad occuparsi in primis della società Milan.

Bisogna avere ancora un attimo di pazienza: alla fine di questo mercato invernale si potrà, da parte di tutti, mettere la parola fine sul dubbio tra il progetto pluriennale o gli acquisti dettati dal solo tornaconto elettorale.

Posted by boldi1

Primo redattore del blog. Post abituali: Un approfondimento a settimana.