Dal sito del Milan, pubblicato ieri: Luca Antonini ha ripreso a lavorare sul campo: oggi ha svolto un lavoro specifico basato sulla corsa. Lunedì effettuerà un ulteriore visita di controllo per stabilire i tempi del rientro in squadra.
Massimo Ambrosini questa mattina ha lavorato a parte, domani il giocatore riprenderà a lavorare con il gruppo.
Clarence Seedorf è rientrato oggi a Milanello, nei prossimi giorni effettuerà ulteriori controlli radiografici per stabilire i tempi della ripresa agonistica.
Oguchi Onyewu è tornato questa mattina a Milanello dove, nei prossimi giorni, riprenderà il lavoro di riabilitazione.
Mancini e Zambrotta sono tornati a disposizione di mister Leonardo.

In pratica, gli infortunati sono quasi tutti recuperati, finalmente. Mancano solo Seedorf e Antonini, che dovrebbero rientrare al massimo tra due settimane.

DIFESA: il rientro di Oddo e Zambrotta è fondamentale, perchè permette di dare fiato ad Abate che stava tirando troppo la carretta, e tra l’altro secondo me non è un giocatore che può fare il titolare fisso, non ha le qualità adatte. Non concordo con chi afferma che Oddo e Zambrotta siano dannosi per la squadra: tutti guardano solo le ultime settimane, ma facciamo uno sforzo e ricordiamoci del periodo che va da ottobre a dicembre, forse il periodo migliore del Milan in questa stagione. I due terzini erano loro, mentre Abate giocava poco e Antonini praticamente non esisteva. Non diamo giudizi affrettati, Abate è giovane e non può essere sempre titolare, ha commesso parecchi errori (normale, è inesperto).
Nesta e ThiagoSilva sono sempre intoccabili, ma nel caso mancasse uno di loro Bonera (utile anche a destra) ci permetterà di vivere la partita con più serenità. Favalli è in più, da utilizzare in caso di totale emergenza (come sarebbe dovuto essere fin dall’inizio della stagione).

CENTROCAMPO: Inutile continuare a dirlo: Gattuso e Pirlo insieme non possono giocare, uno di loro (meglio il primo) dovrebbe stare in panchina e lasciare il posto a Flamini, ma Leonardo la pensa diversamente. Beckham è una buona alternativa, ma abbiamo visto che se utilizzato troppo crolla (e ci mancherebbe data l’età). Nel caso ci sarebbe Jankulowsky, che NON E’ UN TERZINO, ma come centrocampista può rendersi utile. Io domenica, viste le assenze di Ambrosini (probabile) e Flamini (sicura), lo metterei in campo dall’inizio. Seedorf sappiamo bene che appena tornerà disponibile giocherà più o meno sempre, se in palla sarà una carta in più.

ATTACCO: Huntelaar è forte, niente da dire. Mi aveva deluso molto, avevo proposto la sua cessione a gennaio, ma a lungo andare sta avendo ragione lui. Ha una media gol pazzesca, ci ha risolto alcune partite. Ma il titolare rimane Borriello, anche per il tipo di gioco che ha la squadra. Sugli esterni Pato e Ronaldinho non si toccano, ma al posto di Pato io ogni tanto, a partita in corso, Mancini lo proverei, almeno per vedere se c’è la minima possibilità che torni quello della Roma. Inzaghi se ne deve fare una ragione, Adiyah lo valuteremo il prossimo anno.

Posted by elbonito