milan-atletico-madrid-champions-league-2013Nonostante la sconfitta casalinga con l’Atletico non mi sento di recriminare nulla ne ai nostri ragazzi ne tantomeno al nostro mister per quello che si è visto in campo, penalizzati da tanta sfortuna e da una distrazione di troppo che come al solito non ci facciamo mancare mai. Probabilmente quello visto mercoledì sera è stato il miglior Milan da molto tempo a questo parte, con la squadra che ha espresso un gioco migliore anche rispetto alla vittoria per 2 a 0 con il Barca sempre in Champions League.

Della differenza tra lo spettacolo offertoci in Europa e quello che assistiamo settimanalmente in campionato se n’è discusso molto, credo che sia anche questa una delle tante pecche di chi ha allenato questa squadra negli ultimi anni ovvero la mancanza di sufficiente carisma per poter motivare allo stesso modo i propri calciatori sia per un ottavo di Champions che per una partita in casa con il Chievo. Sarà compito di  mister Seedorf rimediare anche a questo problema oltre a quelli tecnico-tattici.

La cosa che però più mi infastidisce è la palese differenza che si osserva sugli spalti: seggiolini desolatamente vuoti in campionato contro spettacolari coreografie e cori ininterrotti in Champions. Una tifoseria degna di tal nome dovrebbe sostenere la propria squadra a prescindere della competizione cercando di fare tutto il possibile, non solamente indossare il “vestito buono” per le grandi occasioni. Questo soprattutto in un momento critico di stagione come quello che stiamo attraversando noi e a volte sembra solo che per il tifoso milanista medio ogni occasione è buona per denigrare la squadra, come quella bufala che sta girando proprio in questi giorni sui social network, (subito ripresa da qualche pseudo-testata giornalistica) secondo cui il Milan non sarebbe più la squadra più titolata al mondo dopo la vittoria della sesta SuperCoppa Africana da parte dell’Al Ahly, giunto così a 19 trofei internazionali, uno in più di noi. In realtà i trofei sono infatti solamente 18 dato che la Supercoppa Afro-Asiatica non è riconosciuta dalla FIFA.

Mi piacerebbe vedere il San Siro sempre pieno, visto che altre squadre si vantano fino all’inverosimile di riempire stadi di molto inferiori come capienza (ogni riferimento al Conad Stadium è puramente intenzionale) e non solo le home di Facebook e Twitter piene di astio e di livore.

Posted by Angelo Raffaele Torre

Responsabile dei LIVE ed editorialista. @RaffoTorre on Twitter