image

No, porca troia, con Seedorf non è cambiato niente. E vuoi sapere perchè? Perchè 3 anni di tabula rasa made in Allegri non la cancelli in un mese! Ora trovatemi e portatemi qui davanti uno che credeva che con Seedorf avremmo fatto 10 vittorie consecutive! Che con Seedorf ci saremmo trasformati nel Bayern Monaco! Eeeeh, ma non era colpa di Allegri. Già, non era colpa di Allegri perchè Seedorf non sta facendo meglio di lui. Questo qui, signori, è uno che ha cominciato ad allenare da un mese nemmeno, e già viene etichettato come flop. Allora, posso capire criticare la formazione, i cambi e le scelte, ma arrivare alla bocciatura dopo 4 partite è viscidamente ridicolo. Si può contestare la persistenza sul modulo, ma vi garantisco che con qualunque modulo al mondo il risultato non cambierebbe in modo significativo, anzi.

Il modulo. Questi col modulo se ne escono. Quei 3 o 4 numeri magici che fanno sognare statistici e giocatori di FIFA Ultimate Team. 4-4-2, 4-3-3, 4-3-2-1, 4-2-3-1, Quattro- Due- Fantasia, Quattro-due- stocazzo. Ma seriamente, cambiando modulo, cosa credete di ottenere? Gioco? Calcio Champagne? Trofei? Non funziona proprio così. Se dietro al modulo non c’è l’idea fondamentale di gioco, e parimenti i giocatori per poterla applicare, ebbene quei quattro numerini in fila verranno a valere come il due di spade a briscola bastoni. Perseverare con un solo modulo può essere dannoso, sul lungo, ma fidatevi che anche cambiando quei quattro numerini magici la sostanza rimarrebbe quella.

Taarabt. Fenomeno sto Taarabt. Veloce, gran dribbling, bel tiro. E Honda? Non ha giocato? Ahhahaha se ne torni in Cina! Pippone. E la partita dopo? Che cassetta inseriamo? Honda buono Taarabt scarso? Entrambi scarsi? Entrambi fenomeni no, che altrimenti facciamo la figura dei filo-aziendalisti. E Rami? Non era quello lento e scarso? Ad oggi è l’unico degno della difesa. Domani cosa sarà? Un onesto difensore o il nuovo Carrozzieri? Chi vivrà vedrà. L’importante è essere elastici: oramai le opinioni si cambiano con le prestazioni, un giorno è nero, il giorno dopo è bianco, e così via. Il raziocinio e la coerenza hanno lasciato il posto alla bieca impulsività, o peggio alla pratica del cavalcare l’onda. Facile così. Capisco avere le preferenze, io stesso dico che Taarabt, uno dei salvabili l’altra sera, non mi piace per niente, ma passare dalla critica alla bocciatura da una partita all’altra no.

Perchè il Napoli ha vinto? Perchè è una squadra più forte. Possiamo avere tutti gli alibi del mondo, ma alla fine è tutto qua, inutile starci sopra. La stagione è andata, finita, sepolta, inutile continuare a infierire sul fegato: aria fritta, signori. Siamo una squadra di merda? Lo sappiamo. Non giochiamo a pallone? Lo sappiamo. Prendiamo solo parametri 0? Lo sappiamo. Questo è il Milan peggiore dell’era Berlusconi? Lo sappiamo. Devo venire io a ripetervelo ogni martedì? No, che due coglioni. Mettetevi (mettiamoci) l’anima in pace e viviamo alla giornata. Inutile mettersi il prosciutto sugli occhi: questi siamo, e su questi si ragiona, fine. Credo che Seedorf meriti almeno una stagione, preceduta da preparazione estiva, per poter dimostrare cosa è capace di fare; solo allora, si potrà giudicare. E questo, per cortesia, riferitelo anche a taluni “giornalisti”, ma forse è meglio parlare di gente che in qualche modo ha raccattato un tesserino, capaci di partorire roba del genere.

Posted by Giangi_Ceresara

Classe '93, studente di Linguaggi dei Media in Cattolica, è redattore del blog da quasi un anno. Il Milan è la passione di una vita, nel bene e nel male rossonero per sempre.

24 Comments

  1. Questo è il Milan peggiore dell’era Berlusconi?

    NO.
    Perché questo non è il Milan del Presidente Berlusconi.
    Al più, è il peggior Milan dell’era G.

    1. Per “Era Berlusconi” si intende il periodo in cui la proprietà è rappresentata dalla famiglia Berlusconi

  2. Comunque sbrigati a entrare nel cerchio magico di G. che appena raccolgo i soldi rilevo il blog e vi mando in culo a tutti voi redattori.

    1. Ahahhaah ma se l’hai fondato tu perchè addirittura ricomprarlo? Secondo me se chiedi ti fanno entrare senza problemi

  3. Criscitiello è un in cerca di visibilità dopo che gli hanno tolto il giocattolino sportitalia . Pedullà è andato in Rai e lui è rimasto con il cero in mano. che vada a Juvechannel o a commentare le partite di udinese e avellino e non rompa i coglioni!

    mancava solo che nominava ciabatte e Esajas e raggiungeva il livello di Biscottino e merDarko!

    1. Mamma mia, mi sono venuti i brividi a leggere quella roba. Ha sempre da mettere in mezzo la Juve, e al Milan non va bene niente. Giudicare, anzi bocciare, perchè questo ha fatto, Seedorf dopo due partite è malafede

      1. nono, e che sa benissimo che uno come Clarence i giornalai come lui non li caga manco di striscio… solo un babbeo come Suma poteva andare in trasmissione da lui…

  4. Grande post!!!

    Quanto dovrò ridere con quelli che: Honda e Rami scarsi. Soprattutto Honda penso li umilierà tutti. A parte il fatto che li sta già umiliando che senza di lui giochiamo infinitamente peggio, la squadra è più lunga già da ora e arretriamo il baricentro di una trentina di metri.

    Il calcio è una scienza imperfetta ma che richiede dedizione per essere capito. L’ 80% delle cose belle del calcio non sono alla portata della comprensione di tutti. Molti sono tendenzialmente ignoranti. Vedono solo i dribling e i goal. Hanno una visione del calcio molto simile a quella di FIFA (e po ero io che avevo la visione del calcio da Pes).

    I giocatori forti sono quelli che danno gioco alla squadra e sono gli stessi che se mancano la squadra peggiore inosorabilmente il suo livello. Togli a questo Milan Montolivo e Honda contemporaneamente e vediamo un milan peggio di quello di Allegri. Metti Montolivo e Honda in campo, alziamo il baricentro, facciamo un possesso palla superiore al 60%, abbiamo diverse occasioni e subiamo poco il gioco delle avversarie.

    Ma Honda e Montolivo sono scarsi. Andate a studiare va invece di vedere il calcio in versione bimbominchia!!

    1. Sono d’accordissimo. Il problema è che, come dici tu, troppo spesso si ragiona “stile FIFA”. Nel senso: con questo qui e questo la sposto quest’altro esterno e tutto dovrebbe andare. Uno è forte se segna sempre, se salta sempre l’uomo, se fa sempre il trick e sempre gli riesce. Le dinamiche extra-campo, la personalità, la forma, l’identità sono completamente ignorate. Perchè, in fondo, è più semplice dire che uno è scarso.

      1. Esatto. Spesso il significato che molti danno di “SCARSO” è: Non lo capisco perché non ci arrivo.

        Prendi l’ Allegriano medio. Uno che di calcio non capisce nulla. Uno che non capisce il “gioco”, non capisce, la necessità degli schemi, non riesce a capire come si muove la squadra.

        E’ semplicemente capace di valutare i singoli dal punto di vista tecnico. Non è in grado di capire se una fase offensiva o difensiva è fatta bene. Ragiona solo in virtù di goal fatti o subiti. Al massimo può vedere una marcatura sbagliata.

        Insomma l’ allegriano medio è sostanzialmente un limitato, che vede il calcio col il para occhi dal buco della serratura

  5. Honda una di noi. Fossi Seedorf ci penserei 2000 volte a toglierlo dai titolari

  6. Giornalaisti (e non) che criticano Mister Clarence adesso che le partite con lui alla guida le conti ancora con le dita di una mano, hanno una sfacciata fame di notorietà e sparano a occhi bendati su chiunque pur che si parli di loro e dei loro… chiamiamoli commenti.
    Se niente niente inizia una fase fortunata della stagione non oso immaginare quante “corrosioni” di fegato ci saranno.

    1. Hai letto MiCri? Una roba del genere è inconcepibile, spudorata, ed eccessivamente fuori luogo. Ma non è solo lui, per cercare un minimo di consenso facile molti altri seguono questa strada

  7. oh e dite agli sfigatelli che per salire sul Carro di Clarence non ci sono biglietti in vendita. è una questione di principi, di etica morale…. loro al massimo possono ambire a salire sul Carro di Criscitiello o di Serafini…..

    1. Ma chi? I seghini allegriani? Quelli manco li farei più entrare a San Siro. E’ colpa di gente come loro se il Milan è allo stato attuale.

      1. sono coglioni non seghini. coglioni allegriani.

        io non li farei manco votare, vedi tu.

        1. Sono coglioni come quelli che criticano Seedorf. Un po come quelli che criticavano Leonardo. La verità è che la casta degli allenatori è una lobby potente che gode di ottime sponde fra i giornalisti. Quando arriva uno come Seedorf che zitto zitto fa bene con 0 esperienza inizia un gioco al massacro perché è uno che toglie il mestiere a qualcuno della casta. Un po come la lobby dei Tassisti

  8. Fosse per me non ti farei più entrare da nessuna parte.

    Neppure nel cesso di casa tua, fatta eccezione per il water.

  9. Cantera fattici le seghe con Merdolivo e Suzuki.

    1. Se fossi una tifosa milanista potrei squirtare per loro!!!

      Da tifoso invece dovrò limitarmi allo sperare possano insegnare calcio a tutti

  10. Camicia approfittane ora che quando ricomprerò il blog ti verrà oscurata persino la visione. Per leggerlo dovrai mendicare come un Casini qualsiasi, chissà che non l’hai votato nei tuoi giri elettorali da mignottona traditrice.

    1. Guardali come spuntano fuori

      1. Anche nel dopo Leonardo spuntavano fuori…:mrgreen::mrgreen::mrgreen:

        E come difendevano Allegri 😀

  11. LPF non puoi cacciarci fuori di casa al pari degli sporchi allegriani. :mrgreen:

    Barbara e Clarence non te lo perdonerebbero 😀

Comments are closed.