Domenica 15 settembre 1991, stadio Delle Alpi. E’ la terza giornata del campionato, e già sono di fronte la due favorite per lo scudetto: Milan e Juventus. Una cosa molto strana che le due squadre si affrontassero così presto, perchè allora per motivi a me misteriosi le grandi squadre si affrontassero quasi sempre nel mezzo del calendario. E’ il secondo anno di Fabio Capello sulla panchina dei rossoneri, e già si inizia a delineare la vera natura dell’allenatore rossonero: squadra arcigna e compatta, difesa di ferro e attacco affidato alle grandi giocate dei pochissimi uomini offensivi che don Fabio metteva in campo. Non a caso le prime due partite furono vinte entrambe col punteggio di 1-0 contro due modeste squadre come Ascoli e Cagliari.
Rossoneri con la formazione tipo o quasi, visto che in attacco al fianco di Gullit gioca Serena. In porta gioca Rossi, che vince il ballottaggio col promettente Antonioli. La Juventus col tridente d’attacco Baggio-Casiraghi-Schillaci, che promette scintille.
I bianconeri partono subito molto forti e dopo qualche timida occasione passano in vantaggio al 14′ con una splendida incornata di Casiraghi. Il Milan cerca di scrollarsi di dosso la tensione e prova a rispondere alla mezz’ora con Rijkaard, ma Tacconi non si fa sorprendere. Subito dopo uno splendido assolo di Albertini viene concluso dallo stesso centrocampista con un tiro respinto dal portiere.
Nella ripresa entra il giovane attaccante Cornacchini (che in estate sembrava dovesse spaccare il mondo, fu il bomber di agosto) e il Milan domina, ma conclude poco e l’assenza di Van Basten si fa sentire. Gullit al 27′ è protagonista di una delle sue celebri cavalcate verso la porta, ma il suo tiro dal limite è ben bloccato. Ancora l’olandese con un imperioso colpo di testa prova a battere Tacconi, ma niente da fare.
Il pareggio, insperato a quel punto, arriva al 92′: Albertini fa partire un tiro cross dalla trequarti che viene deviato da Carrera, e la palla si infila beffardamente nel sette. Un pareggio meritato, che conferma la forza dei rossoneri.

Juventus: Tacconi, Carrera, De Agostini, Reuter (73′ Luppi), Kohler, Julio Cesar, Marocchi, Galia, Schillaci (77′ Alessio), Baggio, Casiraghi. All.: Trapattoni
Milan: S. Rossi, Tassotti, P. Maldini, Albertini, Costacurta, Baresi II, Donadoni (46′ Cornacchini), Rijkaard, Serena, Gullit, Evani (77′ Fuser). All.: Capello
Arbitro: D’Elia
Reti: 14′ Casiraghi, 92′ aut. Carrera

Posted by elbonito