Inter - Milan“Vedervi a Maggio è tornato un miraggio” recitava uno striscione della Curva Sud nei confronti dei cugini dell’Inter. Ed in effetti mai come quest’anno quel miraggio sembra quanto mai più concreto. La seconda squadra di Milano si appresta a chiudere la sua stagione, a scanso di altre figure barbine che possono sempre arrivare, con il numero maggiore di sconfitte dell’era Moratti. Un annus horribilis che li vede quindi fuori da tutto, persino dai miseri preliminari di Europa League, che l’anno scorso era riusciti ad agguantare con le unghie e con i denti , e che gli risparmierà quindi da emozionanti sfide con formazioni tipo Metalist e compagnia bella .

Eppure a inizio stagione non era così: il tifoso interista medio andava fiero della sua squadra, lungi dal criticarla apertamente com’è successo domenica prima dell’ennesima sconfitta con la Lazio quando i supporters nerazzurri hanno esibito una serie di domande da fare invidia a quelle del “Tirreno” delle famose rassegne stampa di Covatta, anzi si permetteva il lusso di irridere quelli delle altre squadre. Mentre sognava improbabili scudetti, e Stramaccioni si affrettava a smentire che l’inter fosse l’antiJuve, ci augurava al retrocessione vista la bassa posizione di classifica dovuta al nostro classico inizio a cui ci stiamo pian piano abituando e alle cessioni pesanti del mercato estivo. Adesso invece che i ruoli si sono ribaltati e che non riescono più a vincere una partita nemmeno per sbaglio ( vedasi rigore di Alvarez) chiedono rispetto per la squadra accusando chi li deride di anti sportività. Ridicolo nel ridicolo, continuano le dichiarazioni di Paolo Bonolis convinto di intravedere ormai in ogni partita, del Milan e non, complotti su complotti con il solo fine di portare il Milan in Champions: cosa che se non fosse totalmente illogica visto i torti che anche noi abbiamo subito, e non pochi, mi sembrerebbe persino sprecato organizzare tutta questa messa in scena per un misero piazzamento nei preliminari di Coppa dei Campioni invece che per la vittoria dello scudetto.

Tornando a noi, tiene banco il caso di mercato che vede come protagonista Stephan El Sharaawy: sul giocatore sembra forte l’interesse del Manchester City che sarebbe pronto a sborsare ben 30 milioni di Euro per il numero 92. Sicuramente date le ultime prestazioni del giocatore la voglia di accettare è grande ma non dobbiamo dimenticare cosa lui ha fatto per noi proprio nel periodo più nero della stagione. Fatto sta che da come si comporterà la società in questa occasione capiremo molte cose del nostro futuro. Non ci resta che aspettare.

Posted by Angelo Raffaele Torre

Responsabile dei LIVE ed editorialista. @RaffoTorre on Twitter