M'baye NiangLa sgambata di giovedì sera con la Reggina è servita non solo al passaggio del turno in una Coppa nazionale che mai come quest’anno deve essere un nostro obbiettivo precipuo visto che con molta probabilità non parteciperemo alla lotta per un posto in Champions League ma anche a confermare punti deboli e a trovare nuovi spunti tra le nostre fila nonostante l’avversario che definire modesto è un eufemismo.

Partirei dalla considerazione che non riusciamo da un pò di tempo a questa parte a non essere mai incisivi nel primo tempo: la squadra nei primi 45 minuti appare sempre svogliata e deconcentrata come se non riuscisse a trovare il modo giusto di stare in campo regalando così un tempo intero agli avversari che molto spesso ne approfittano mettendo a segno una rete che ci costringe poi ad improbabili rimonte. La colpa di tutto ciò non può che non ricadere su mister Allegri e sulla sua incapacità di motivare i giocatori senza doverli per forza “cazziare” a causa delle loro prestazioni indecorose anche se va ammesso come suo alibi parziale che abbiamo in rosa calciatori che nemmeno con un miracolo riuscirebbero a dimostrarsi degni di questa maglia, due nomi su tutti: Flamini e Antonini.

La gara di giovedì è stata la prova lapalissiana che nemmeno contro avversari di livello molto inferiori questi due che fatico ormai a definire calciatori possono essere utili alla nostra causa, è vero che entrambi sono reduci da lunghi infortuni, specialmente il terzino, ma non ricordo che prima fossero chissà che campioni:  Antonini sbaglia tutto il possibile durante la fase difensiva e in quella offensiva non riesce a seguire il movimento dei compagni e servirli con cross degni di tal nome. Il francese invece manca di quegli inserimenti vitali per un centrocampista nel sistema di gioco “Allegriano” e durante la fase di interdizione è spesso disattento e confuso. Se il mercato di Gennaio come si dice sarà un uscito spero si intervenga in tal senso considerando anche l’infortunio di De Jong e la forma non perfetta di Abate.

Nota positiva della serata non può che essere invece il giovane M’Baye Niang arrivato a Milano tra la perplessità di molti che noi tutti ricordiamo più per il famoso episodio del ” io sono Traorè” che per i minuti giocati: senza dubbio Allegri avrebbe potuto concedergli una maglia da titolare ma credo che il suo ingresso a partita iniziata gli sia servito per utilizzare al meglio le energie , cosa nel cui mi sembra ancora un pochino carente. Il ragazzo ha giocato poco ed è ancora molto giovane quindi è prematuro giudicarlo sia nel bene che nel male, ma la cosa certa è che se anche lui si dimostrasse un acquisto all’altezza del Faraone, avremmo uno degli attacchi più giovane d’Europa. Con buona pace di chi si fa tante “pippe” mentali sulla cantera soprattutto nella seconda squadra di Torino.

Posted by Angelo Raffaele Torre

Responsabile dei LIVE ed editorialista. @RaffoTorre on Twitter

7 Comments

  1. rispondo al Camisa di qua visto che di mercato qualcosina mi viene anticipato e mi tira sempre in ballo

    diciamo che quello che hai scritto è vero al 90% , ma precisiamo sono obbiettivi e sogni che di solito si realizzano meno della metà

    capitolo Genoa , Preziosi c’è rimasto male con lo scambio Merkel il faraone , quindi per Perin vuole una cifra spaventosa per un portiere così giovane si parla di almeno 15 mil

    il Milan ha già pronta l’alternativa a poco prezzo si parla di Consigli ed altri nella speranza di far abbassare il prezzo

    inoltre Preziosi vuole che ci teniamo Costant che è in prestito con diritto di riscatto a 7 mil staremo a vedere qualcosa faranno ma speriamo a favore del Milan , io di mezzi giocatori come Amelia per far contento Preziosi non li voglio

    capitolo Ogbonna , il presidente del Torino continua ad alzare le richieste economiche , anche quì l’alternativa a poco prezzo è il difensore rumeno che costà meno della metà

    capitolo De Rossi , in tempi non sospetti un anno fa avevo segnalato che il Milan voleva prenderlo , diciamo che ci è andato vicinissimo prima del rinnovo con la Roma, sinceramente non ci spero più ma una speranza debole c’è , la fidanzata è spesso a Milano per lavoro e continua a prendere l’aereo da Linate a Roma e viceversa il calciatore

    per l’attacco se va via Robinho a gennaio ci sono vari giocatori sotto osservazione da Balotelli ad altri che si sono offerti compreso Drogba , Pato lo danno in partenza a Giugno con quale formula non lo so ancora

    per gennaio rimane il più probabile l’acquisto di un centrocampista , ma ripeto per ogni ruolo c è la prima scelta e poi la seconda che costa molto meno

    speriamo prima di dare via i vari Traore Flamini Mesbah Didac e Robinho e signori sorpresa forse Pazzini l’offerta della Fiorentina è buona , vediamo

    anche se per Robinho se va via mi dispiace ma l’alto ingaggio incide , nessuno purtroppo ci sta chiedendo Boateng

    Sulla permanenza di Allegri a Milanello , dipende dai risultati un 4/5 posto potrebbe bastare per rimanere in sella anche se Silvio ha già pronto un sostituto perchè lui lo vorrebbe sostituire a giugno

    e con questo chiudo con la mia solita frase

    il sole splende a Milanello 😆

    e aggiungo ad Appiano fa freddo e c è nebbia :mrgreen:

  2. mi sa che il primo che sta per arrivare è Pablo Armero, l’indiscrezione è stata lanciata da Criscitiello( un giornalista molto vicino all’udinese)… non è che mi entusiasma molto sto armero ma è un buon giocatore.

    si parla anche di Chiriches e di Kucka in cambio di Acerbi!

    Robinho vuole andarsene, bene, vada; che poi capisco la fretta… tra un po inizia il carnevale *__*

    1. sinceramente Robinho a livello tecnico è una grossa perdita ma se vuole andare che vada

      come del resto Pato e lo stesso Boateng

      il primo ad arrivare secondo i ben informati dovrebbe essere uno tra Ogbonna e Chiriches con più probabilità per il secondo che costa la metà

      per il centrocampo Kucka Allegri non lo vuole è sicuro quindi non credo che arriva invece Armero sarebbe perfetto per gli schemi del tecnico , ma non è il solo candidato
      inoltre l’argenteria dell’Udinese è cara ATTENZIONE c è sempre l’interesse per Muriel nel caso Pazzini o Robinho salutassero Milanello

      Muriel un nome da annotare costa poco (15/18 mil ) e alcuni osservatori del Milan lo stanno seguendo assieme ad Armero

  3. muriel quest’anno non ha mai giocato, per 15-18 milioni è un furto!

  4. Che storia le faccine nuove.. :ugeek: :geek:

  5. Per quanto riguarda le mie fonti che poi non sono fonti ma chiacchericcio sterile mi han dato per molto calde le piste Armero e Kucka.

    Il primo è stato gran protagonista delle due superstagioni dell’Udinese ma non ho idea di dove potrebbe giocare da noi, essendo una vera e propria ala. Probabilmente terzino, avendo tanta spinta e corsa, non sarà un fenomeno a difendere ma nemmeno Constantino lo è. Non vorrei facesse la fine di Ema e girasse tutto il campo senza trovare una collocazione.

    Kucka non è un fenomeno ma mi piace. Ha discreta tecnica e un bel tiro da fuori. Mi sembra uno dei pochi dell’attuale Genova che prova a combinare qualcosa. In questa formazione forse avrebbe più senso di Nocerino. E’ giovane e arriverebbe a prezzi contenuti, è un acquisto che mi auspico.

    Dopodichè cercheranno un difensore centrale senza spendere molto, il primo tentativo è per questo Chiriches ma senza pagare l’intero cartellino, poi guarderanno in Olanda e infine si butteranno su Lucio o l’altro escluso Burdisso come ultime scelte.

    In attacco se parte Binho arriverà un sostituto che doveva essere il Mitra Matri prima dell’infortunio di Bendtner. Sinceramente per quanto mi riguarda potremmo restare così fino a giugno e insistere su Bojanino per vedere se vale la pena riscattarlo a giugno. Soprattutto se Allegri continuerà a far giocare tra i tre d’attacco Boamerd. A me Bojanino piace ma deve concretizzarsi, ha tanta teoria ma l’apporto pratico è inferiore al suo livello.

    Amo Drogba ma con quell’ingaggio e quell’età son soldi che si potrebbero risparmiare anche se avrei sempre voluto vedere almeno una partita di Didì nella mia squadra.

  6. Per quanto riguarda la porta voto per Consigli, che non è vecchio ma ha tanta esperienza, è milanese e mi sembra più sicuro del giovane Perin che è ancora tutto da valutare. Credo sia in scadenza, comunque non ha senso spendere un botto per un portiere.

Comments are closed.