La “locandina” dell’Evento su Google +

“È la volontà che fa l’uomo grande o piccolo”. Così diceva lo scrittore tedesco Von Schiller, ed è forse questo il motto che meglio rappresenta Daniele Massaro, che per tutta la vita, prima di approdare al Milan, ha dimostrato sempre qualcosa di più rispetto al prezzo del suo cartellino.

TRA MONZA E FIRENZE Siamo a Monza, all’inizio degli anni ’80. Qui c’erano due ottimi calciatori, Massaro e Monelli. Il primo con grandi doti atletiche, il secondo con doti più tecniche. La Fiorentina vuole Monelli, ma il Monza li cede solo insieme, finisce che in toscana li prendono entrambi. Alla fine Monelli si rivela inadatto per i grandi palcoscenici, mentre è Massaro ad avere i numeri da grande campione.

NAZIONALE – Grazie alle sue doti, entra nel giro della nazionale già dai mondiali del 1982, dove diventa campione del mondo da riserva. Poi sarà vice campione del mondo con la nazionale di calcio del 1994 di Arrigo Sacchi, da titolare. Terminata la sua parentesi di Firenze, è Galliani a convincere Berlusconi su di lui. Il prezzo del cartellino viene fissato sui 7 miliardi, Massaro giunge così a Milano.

MILAN – Dopo un inizio difficile, con Arrigo Sacchi, che causa un prestito alla Roma di Daniele, torna a Milano e inizia la strada che lo porterà nella hall of fame rossonera, con il soprannome di “Provvidenza”. Con grandi consensi, ritrova anche la nazionale, grazie proprio ad Arrigo Sacchi.

I NUMERI AL MILAN – Con il Milan vince tutto, tre scudetti, due Coppe dei Campioni, due Coppe Intercontinentali, tre Supercoppe Uefa, tre Supercoppe italiane, e il mundialito del 1987. Con la nazionale ha giocato 15 partite segnando un gol, quello contro il Messico (1-1) nel mondiale 1994.

GIAPPONE – Chiude la carriera in Giappone, nello Shimizu S-Pulse, dove segna 10 gol in 20 partite, e vince la J-League Cup 1996.

HANGOUT COL MILAN – Il ritorno di questa rubrica non arriva per caso. Siamo stati infatti invitati come blog a far parte di una ristretta cerchia di persone che faranno un’esclusiva video chat sul canale del Milan con Daniele Massaro. Insieme a noi di Rossonerosemper, ci saranno un media inglese, poi Milan Indonesia, l’account di Twitter MilanDiavolo e DNA Milan. Insieme a Massaro ci sarà anche Matteo Tagliariol, schermidore e grande tifoso del Milan, oro olimpico a Pechino 2008. L’esclusivo Hangout sarà Lunedì 15 ottobre alle ore 17 in diretta su Youtube alla pagina ufficiale del Milan. Siete tutti invitati a presenziare alla diretta, e ovviamente inseriremo il video al termine dell’evento.

Posted by Michele Bufalino

Giornalista pisano, ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Ha lavorato al Progetto Sky Italia della Deltatre S.P.A. società informatica di Torino. Si è occupato della grafica in sovrimpressione delle partite di Serie A. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate, e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata"nel 2011. Premiato al Memorial Bardelli 2011 per il suo impegno per lo sport pulito. Conduce il talk Show sul Pisa "Finestra sull'Arena"