26 maggio 1993: Olympiastadion, Monaco di Baviera. Si gioca una delle finali di Coppa Campioni più scontate degli ultimi anni. O almeno si pensava. L’imbattibile Milan di Fabio Capello sfida l’Olympique Marsiglia, squadra nettamente inferiore ma che qualche anno prima aveva già fatto soffrire i tifosi rossoneri.

In quell’anno il 16 gennaio viene arrestato Pietro Pacciani, presunto mostro di Firenze, a marzo Federico Fellini si reca a Los Angeles per ritirare l’Oscar alla carriera, mentre il 14 maggio esplode un’autobomba in via Fauro, nel quartiere Parioli, al passaggio di una macchina con a bordo Maurizio Costanzo e Maria De Filippi: il bilancio è di 23 feriti.

Il Milan si presenta a quella finale con un ruolino pazzesco: 0 sconfitte, 23 gol fatti e 1 subito. Merito del genio tattico di quello che da lì a poco si rivelerà uno dei più grandi allenatori di tutti i tempi, Fabio Capello, ma soprattutto di una squadra fortissima, che quell’anno si era ulteriormente rafforzata e aveva in rosa 6 stranieri, nonostante le regole del tempo facessero sì che ne potessero scendere in campo solamente 3. Capello schiera il suo solito 4-4-2 prudente e tiene in panchina il grande ex della partita, Papin. Al fianco del claudicante Van Basten gioca Massaro, mentre sulle fasce agiscono Lentini e Donadoni. La partita è equilibrata, da subito si capisce che i rossoneri sono bloccati. Il problema è che davanti Van Basten è come se non ci fosse e Massaro da solo può fare ben poco, a parte un colpo di testa di poco fuori . L’azione più pericolosa è però proprio di Van Basten, che dentro l’area si libera bene ma il suo tiro di sinistro è ben respinto dal portiere. Il patatrac arriva al 43′, quando Sauzeè batte un calcio d’angolo (che poi si rivelò inesistente, ahinoi) per i francesi, Rossi è incerto su un pallone che forse doveva essere suo e Basile Boli anticipa Rijkaard infilando l’uno a zero per l’Olympique. Milan gelato, che non si aspettava il gol e si innervosisce tantissimo.
Nella ripresa i rossoneri si buttano in avanti in modo disordinato e combinano pochissimo. Barthez è bravo a stoppare una pericolosa azione con un’uscita con la quale anticipa Massaro e Albertini. Poi, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, è ancora il portiere a togliere la palla a Papin, subentrato a Donadoni. Il Milan esce sconfitto clamorosamente, la delusione è cocente.
Tutti i retroscena che vennero fuori in seguito su quella sfida e di quell’annata potete leggerli qui e quiBerlusconi e Galliani rivendicarono quella coppa (e sbagliarono), mentre per i milanisti (che le vittorie se le sono sempre gustate sul campo) quella partita rimane una sconfitta, punto.
I trofei di cartone non ci interessano.

Olympique Marsiglia (4-4-2): Barthez Angloma (62’ Durand), B. Boli, Desailly, Di Meco Eydelie, Sauzée, Abedi Pele, Deschamps Völler (79’ Thomas), Boksic. All.: Goethals.
Milan (4-4-2): S. Rossi Tassotti Costacurta F. Baresi P. Maldini Lentini Albertini Rijkaard Donadoni (58’ Papin) Van Basten (86’ Eranio) Massaro. All.: Capello.
Arbitro: Röthlisberger (Svizzera).
Gol: 43′ Boli.

Posted by elbonito

47 Comments

  1. In pratica in quegli anni il Marsiglia era la nostra bestia nera. Una parte di questa partita l’ho vista in VHS, ma mi ricordo che era poco divertente e, sapendo già il risultato, non l’ho vista tutta.

    Non sapevo della striscia di vittorie, dei 23 gol fatti e 1 subito per arrivare lì. Tanta roba.

    Vogliamo la Champions dell’onestà! :mrgreen:
    No scherzo, ha detto bene elbi, i trofei di cartone lasciamoli ad altri.

  2. Ah, elbi, come mai fai solo partite tristi in questa rubrica? 😀

  3. come solo partite tristi? la scorsa settimana ho messo la partita della prima promozione dalla B alla A….per non parlare della mitica vittoria 1-0 nello spareggio uefa con la samp :mrgreen:

  4. Appunto, serie B e Uefa! 😆
    Era solo una battuta, sai che mi piace questa rubrica, anche perchè non parla solo di quelle partite note e stra-note.

  5. E’ anche un modo per ricordare, soprattutto ai giovani, che nonostante adesso stiamo passando un periodo di merda, abbiamo passato periodi comunque nettamente peggiori…
    ovviamente non mi riferisco a questo post…

  6. Senza dubbio, elbi. Fai benissimo a scegliere partite “particolari”. 😉

  7. Diavolo1990

    Elby per me non hai capito il concetto di trofei di cartone però.
    Lo scudetto 2006 è di cartone perché l’Inter è arrivata a distanze siderali da Milan e Juventus e non l’avrebbe vinto lo stesso in condizioni normali. Non perché gli è stato dato.

    1. per me il trofeo di cartone è qualsiasi tipo di trofeo che non si vince sul campo. non faccio distinzioni.

    2. per me il trofeo di cartone è qualsiasi tipo di trofeo che non si vince sul campo. non faccio distinzioni.

      E quelli vinti al ristorante come si inquadrano in quest’ottica?
      Cioè, sono più o meno cartonati di quelli vinti sul campo con giocatori strappati alla concorrenza grazie a pagamenti in nero?

    3. e quelli vinti solo perchè le telefonate irregolari sono uscite fuori 4 anni dopo? come si inquadrano in quest’ottica?

    4. Non è educazione rispondere ad una domanda con un’altra domanda.
      O si risponde o si tace.

    5. la domanda era un’implicita risposta ironica eh, non è che ci volesse molto per capirlo….

    6. L’iornia l’ho capita, è la risposa che piuttosto oscura.
      Devo dedurre che un trofeo è di cartone se chi bara viene penalizzato e non lo è se chi bara non viene beccato e punito?

  8. Quindi tu vorresti quella Champions..?

    1. Diavolo1990

      Quella coppa no, ma lo scudo 2006 sì. Come minimo. Perché in condizioni normali l’avremmo vinto noi e non loro.

    2. Quella coppa no, ma lo scudo 2006 sì. Come minimo. Perché in condizioni normali l’avremmo vinto noi e non loro.

      Scusa, quali sarebbe le condizioni normali?
      Perchè se per “normale” intendi senza le penalizzazioni, aveva vinto la Juve.
      Se per “normale” intendi con le penalizzazioni siete arrivati terzi.
      Comunque quello scudetto non era vostro.

    3. Diavolo1990

      Per “normale” intendo ad armi pari. Visto che non ci sono prove di illeciti del Milan del 2006 e quelle del 2005 sono state smontate. Senza Moggi avrebbe vinto il Milan, non l’Inter, non la Juve. Questo intendo per normali.

    4. Visto che non ci sono prove di illeciti del Milan del 2006 e quelle del 2005 sono state smontate.

      Questa è bella quasi come “la difesa è ok”.
      Ma te le scrive lo stesso che scrive per Galliani?
      Anche voi condannati per sbaglio, quindi.
      Guarda te che sfortuna.

  9. Ricordo la partita e, in particolare, lo sfottò subìto a casa mia: due amici (uno gobbo e l’altro interista) si presentano a casa mia con la scusa di vedere un film in VHS. Mettono la videocassetta e si vedono Deschamps e C. con la coppa in mano….stì bastardi…. 😉

    In effetti anch’io ero convinto di vincere quella Coppa. Ci presentavamo con un ruolino di marcia da paura. Forse, proprio questo fatto ci ha fregato….
    Non so se, ad oggi, qualche squadra è riuscita a fare quel cammino in C.L. (almeno fino alla finale….)

  10. Ragazzi! imperdibile: ecco il nuovo acquisto del milan!
    sicuramente, in fatto di velocità, non ha nulla da invidiare ai suoi nuovi compagni!

    http://www.sportmediaset.mediaset.it/calcio/photogallery/photogallery3023.shtml?10

    1. Sembra Seedorf in certe partite (certe…quasi tutte ormai) :mrgreen:

  11. vi riempite la bocca voi e questa storia dello scudetto di cartone ma non ho mai senito nessuno di voi ”vergognarsi’ o ‘inorridire’ per aver giocato 2 finali(supercoppa europea e inercontnentale) da PERDENTI al posto del Marsiglia. Oppure quando c’entrate voi il discorso cambia?
    Poi il Parma e il San paolo ve le suonarono di santa ragione e oggi non se ne parla più ma per me il concetto è lo stessissimo

    1. Diavolo1990

      vi riempite la bocca voi e questa storia dello scudetto di cartone ma non ho mai senito nessuno di voi ”vergognarsi’ o ‘inorridire’ per aver giocato 2 finali(supercoppa europea e inercontnentale) da PERDENTI al posto del Marsiglia. Oppure quando c’entrate voi il discorso cambia?

      E questo cosa c’entra?
      Non ci sono stati assegnati titoli ed erano finali “accessorie”.
      Ah già che per te Supercoppa Italiana = Scudetto = Champions League = Coppa Italia basta che sia qualcosa da alzare.

    2. eg, mi sa che ti sei perso questo passaggio: Berlusconi e Galliani rivendicarono quella coppa (e sbagliarono), mentre per i milanisti (che le vittorie se le sono sempre gustate sul campo) quella partita rimane una sconfitta, punto.

      leggo meglio la prossima volta, che eviti di scrivere un commento inutile 😉

    3. ovviamente e intendevo scrivere “leggi”

  12. io ho letto benissimo…ho solo detto che in base ai vostri parametri non avreste dovuto accettare di giocare quelle finale…e sopratutto non ho mai sentito parlare con sdegno di quelle 2 partite,e il fatto che le abbiate perse e he fossero solo finali e non titoli per me cambia niente

    diavolino come al solito parli a vanvera…tu che fai tanto il tifoso da grande occasione se vincevi quelle due coppe ora avresti 20 trofei internazionali e staresti qui a menarcela coi 20 trofei,già ce la meni col grande ciclo del milan(quello dei 12 trofei in 5 anni ) figuriamoci se fossero diventati 14….magari la scritta ridicola ”club più titolato al mondo” sulla maglia l’avresti scritta già qualche anno fa…per me la supercoppa europea e l’intercontinentale assieme non valgono una champions ma sono due trofei importanti e di grande prestigio.

    CONCLUDENDO per me è giusto lo scudetto 2006 all’inter e sono altrettanto giuste le finali disputate dal milan in luogo del Marsiglia…MI SONO SOLO MESSO A RAGIONARE COME VOI PER QUALCHE MINUTO

  13. Diavolo1990

    CONCLUDENDO per me è giusto lo scudetto 2006 all’inter e sono altrettanto giuste le finali disputate dal milan in luogo del Marsiglia…MI SONO SOLO MESSO A RAGIONARE COME VOI PER QUALCHE MINUTO

    Eh no.
    Se son giuste le finali è giusto anche dare la coppa del 93.
    Ma c’è una differenza fondamentale tra la coppa del 93 e lo scudetto del 2006.
    Se il Marsiglia non si fosse dopato nel 93 avrebbe vinto il Milan.
    Se la Juve non avesse rubato nel 2006 avrebbe vinto il Milan. E non mi parlate di Meani che rispetto a Moggi non ha fatto quasi nulla.

    1. Diavolino il milan ha giocato supercoppa europea e intercontinentale perchè la lega francese non aveva rispettato i termini della chiusra dell’inchista sulla combine Valenciennes-Marsiglia,non per il doping.Quindi il fatto di restituire la Champions non c’entra nulla. Le squadre rancesi furono escluse dalle coppe 93-94 per quest ritardo delle FFF. Sul doping non so che dirti ma dubito che dopo 15 anni sia possibile andare a revocare un titolo. La Juve è stata riconosciuta colpevole nella persona del Dott.Agricola e non ha subita alcuna revoca o penalizzazione figurarsi per una vicenda a cui non si è andato a fondo nemmeno lontanamente.

      Per quanto riguarda il Milan innocente è una questione dibatutta milioni di volte…basta…ad ognuno la sua idea…

  14. eg, il paragone con lo scudetto vostro di cartone puoi farlo solo se al milan avessero dato quella coppa campioni, cosa che non è accaduta.
    per quanto quelle finali che il milan giocò non le sentii mie come le altre, non hanno niente a che fare con quello che accadde nel 2006, è evidente che sia cosi.

    1. nono juve e milan commettono illecito e l’inter vince il campionato

      marsiglia commette illecito nel suo campionato e per questo viene squalificato nell’anno seguente dalle finali che anno di diritto al milan..

      PER ME IL PRINCIPIO E’ LO STESSO –> ILLECITO –> PRIMA SQUADRA A NON AVER COMMESSO ILLECITO PRENDE I BENEFICI

    2. la coppa dei campioni non potvano e non dovevano dartelo,cri***…

      se si scopre che l’inter ha fatto pastetta col siena nell’ultima di campionato cosa succede?
      succede che il bayern farà coppa inteconinentale e supercoppa europea al nostro posto ma di certo non danno la champions 2010 al Bayern…e che cazzo

    3. è come dici tu eg, ma è un principio del cazzo. la coppa campioni non andrebbe al bayern cosi come lo scudetto del 2006 non doveva andare all’inter, cosi come la quella coppa campioni non doveva andare al milan.

  15. Nemmeno io sentii mie quelle due finali. Il fatto di averle perse non mi fece né caldo né freddo, così come non mi avrebbero fatto gioire eventuali vittorie.

    Detto ciò, l’OM si prese tanti vantaggi illeciti prima di disputare quella finale e probabilmente ci fregò la CL. Tutto qui. Ma non stiamo a piangerci sopra ogni anno, noi. Mica siamo interisti.

    1. sante parole marcovan

    2. sante parole marcovan

  16. elbonito ma perchè lo scudetto andava al milan o perchè andava revocato secondo te?

    1. perchè andava revocato. quello che scudetto non è di nessuno. non voglio scudetti non vinti sul campo.

  17. accetto questa idea…quella dello scudetto al milan(by diavolino) invece è la solita eresia

  18. pepe schiaffino 30 Luglio 2010 at 21:56

    Marsiglia un nome che evoca solo brutti ricordi e figure schifose.
    Un ringraziamento particolare va al Sig. Galliani , al Sior Capello, a Massaro e perchè no a Tapie.
    Meglio metterci una pietra sopra.

  19. SUGLI ASSENTI:
    “L’assenza di Kaladze e Jankulovski è stata una mia scelta, ma non ci sono problemi…”

    uno che convoca novinic e merkel, e lascia a casa fanculotti e caccacalazze non può non starmi simpatico

  20. e mo’ vediamo questo strasser se rispetterà quello che di buono si dice (e ho detto) di lui… l’occasione per dimostrarlo è questa, se non la sfrutta cazzi suoi.

  21. Applausi per Allegri che lascia a casa Kaladze e Jankulovski, pur dovendo giocare due gare in due giorni. E bravo Max!

    Sulla discussione di ieri (non vorrei riaprirla) credo che il punto di vista di Diavolino non sia stato interpretato nel modo giusto. Lui dice (e son d’accordo) che, al netto delle telefonate che comunque non dimostrano illeciti sportivi e partite comprate vere e proprie, il Milan era fortissimo.
    Lo era anche la Juve del resto, dietro c’era il vuoto. Vinceva la Juve, ma se ripensiamo ad esempio a Juve-Milan del 2005 ricordiamo un grande Milan, i gobbi che non tirarono mai e due rigori clamorosi non concessi.
    Poteva cambiare la storia del campionato.

    Ma vabbè, non entro più nel merito di tutte queste vicende. Lo scudetto di cartone era da non assegnare. Le telefonate di Moggi e Meani non erano la causa del gap tra Milan-Juve e inter.

    1. ricordiamo una grande juve, ricordiamo un grande milan, ma soprattutto ricordiamo un’inter ridicola. e ma era colpa di moggi eh….

  22. Se qualcuno avesse 10 minuti da perdere, si guardi questi highlights di Manchester United contro una selezione di All Star del campionato americano. Guardate quanti giovani e guardate i loro colpi…questi sì che son pronti per fare i titolari. Peraltro hanno già tutti almeno un anno di prima squadra con qualche partita giocata (Cleverley, Macheda, Welbeck, Gibson)

  23. NUOVO POST

  24. Giuseppe Bosso 25 Giugno 2017 at 19:07

    ben detto in conclusione. I veri milanisti gioiscono delle vittorie conseguite in campo e soffrono delle sconfitte subite sul campo. Combine, doping e dintorni non cambiano nulla. Avevo 13 anni, ricordo che stavo saltando sulla sedia nel primo tempo al colpo di testa di Massaro che avevo visto dentro, e come sarebbe poi successo a dicembre con il san Paolo nell’Intercontinentale che non avremmo dovuto fare e due anni dopo al tiro di Simone letteralmente parato col sedere da Vandersar capii lì che era una partita destinata a finire male per noi.. fu una cavalcata travolgente di pari passo col campionato, dove a un certo punto rallentammo e l’Inter per poco non ci prendeva, ma anzitutto pagammo la pessima gestione del recupero di van Basten, che non doveva essere assolutamente accelerato per quella finale e che fu fatale al cigno di Utrecht. Bisognava lasciarlo recuperare senza mettergli fretta, si poteva giocare la finale con Gullit che magari in caso di vittoria non avrebbe deciso di andare via… ma ormai è andata, il milanista vero (milanista vero, sottolineo, non milanista berlusconiano) amaramente ma a testa alta accetta quella sconfitta

Comments are closed.